Che cos'è la SEO? La guida definitiva all'ottimizzazione per i motori di ricerca

Chiara Clemente

Aug 18, 202224 min read
Che cos'é la SEO

Che cos'è la SEO?

L'ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO) si riferisce al processo di miglioramento del traffico organico e del posizionamento del tuo sito sui motori di ricerca come Google, Bing e altri

Ciò include la creazione di contenuti di alta qualità, oltre al monitoraggio della salute tecnica del sito, l'acquisizione di link da altri siti verso il tuo, la presenza del sito nella ricerca locale e altro ancora.

Come funzionano i motori di ricerca?

I motori di ricerca come Google utilizzano processi piuttosto complessi, detti algoritmi, per organizzare e classificare i contenuti. Gli algoritmi tengono conto di un'ampia gamma di fattori di ranking per decidere il posizionamento di una pagina.

In poche parole, i motori di ricerca raccolgono i contenuti digitali e li organizzano nelle pagine dei risultati. L'obiettivo finale è rendere gli utenti soddisfatti di ciò che trovano nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP). 

How SEO works

Una parte importante di questo processo consiste nell'incorporare parole chiave (keywords) ai tuoi contenuti. Le parole chiave sono parole o frasi che gli utenti inseriscono nei motori di ricerca quando effettuano una ricerca.

Le parole chiave della tua pagina devono essere rilevanti per la tua attività e, idealmente, devono avere un buon volume di ricerca, ovvero, se c'è un numero sufficiente di persone che pongono una domanda su Google, dovresti scrivere una pagina corrispondente.

Puoi utilizzare strumenti come il Keyword Magic Tool o Panoramica keyword per trovare le parole chiave che hanno senso per la tua strategia.

Tieni presente che usare semplicemente una parola chiave più volte in un articolo è una pratica obsoleta che non ti aiuterà a posizionarti su Google. Utilizza invece le parole chiave per guidare i contenuti che scrivi.

implementing keywords
Usare parole chiave "above the fold" e nelle intestazioni aiuta gli utenti e i motori di ricerca a determinare l'argomento della tua pagina.

Come funziona Google? 

L'obiettivo principale di una strategia SEO è tipicamente quello di posizionarsi in alto su Google.

Google lavora secondo le seguenti fasi per trovare e classificare i contenuti:

  1. Scansione (crawling): Google utilizza dei "bot" per scorrere il web e cercare pagine nuove o aggiornate. Affinché Google trovi una pagina, questa deve avere dei link che puntino ad essa. In generale, più link ha una pagina, più è facile per Google trovarla. 
  2. Indicizzazione: successivamente, Google analizza gli URL individuati dai bot e cerca di capire di cosa tratta la pagina. Google analizza elementi come contenuti, immagini e altri file multimediali. Quindi memorizza queste informazioni nell'indice di Google (o nel suo database). 
  3. Servizio: una volta che Google ha valutato gli URL, determina quali sono le pagine più rilevanti per le query di ricerca degli utenti e le organizza di conseguenza nelle SERP.

L'algoritmo di Google

L'algoritmo di ricerca di Google definisce il processo interno di Google per classificare i contenuti. Per prendere le sue decisioni di ranking tiene conto di un'ampia gamma di fattori. 

L'algoritmo di Google è cambiato molte volte nel corso degli anni, ma più recentemente si è concentrato sulla comprensione dell'intento di ricerca tramite modelli linguistici.

Ad esempio, Google è in grado di prendere in considerazione i tre esempi qui sotto e di fornire risultati pertinenti anche se "cambiare" viene utilizzato ogni volta in contesti diversi.

img-semblog

Purtroppo, nessuno al di fuori della cerchia interna di Google ha la sfera di cristallo su tutti i suoi fattori di ranking - ed è comprensibile che Google custodisca in modo così rigoroso la sua formula magica

Fortunatamente, Google fornisce agli utenti le migliori pratiche da seguire. Inoltre, esperti come John Mueller, un portavoce di Google, forniscono di tanto in tanto consigli e risposte sull'algoritmo.

Detto questo, ecco alcune aree che dovresti tenere a mente quando ottimizzi il tuo sito in base ai consigli di Google stesso:

  1. Intento: i tuoi contenuti rispondono alle domande degli utenti o mostrano loro ciò che vogliono vedere? Fattori come la lingua, la freschezza e i sinonimi fanno la differenza. 
  2. Pertinenza: una volta che l'algoritmo ha ritenuto che il tuo contenuto risponde all'intento di ricerca di una determinata query, scansionerà l'indice di Google per vedere dove si colloca il tuo contenuto in termini di pertinenza. La SEO on-page è fondamentale in questo caso. Probabilmente ti posizionerai più in alto nelle SERP se fornisci ai ricercatori i contenuti più chiari e pertinenti.
  3. Qualità: sì, potrebbe sembrare che un contenuto con un buon intento di ricerca e pertinenza sia già di alta qualità. Ma la realtà è che la qualità è un fattore dell'algoritmo di Google. Molti si riferiscono a questa valutazione come E-A-T, ovvero competenza, autorevolezza e affidabilità. 
SEO success factors
Anche se non sapremo mai con esattezza quali sono i fattori di ranking di Google, ecco alcune best practice a cui ti consigliamo di dare priorità sul tuo sito.

Le penalizzazioni di Google

Le penalizzazioni di Google sono conseguenze o effetti negativi che influiscono sul posizionamento di un sito web. Queste penalizzazioni sono azioni manuali intraprese da Google per contrastare tattiche SEO scorrette

Ecco una utile ricerca sugli errori che portano a queste penalizzazioni.

Imparare a conoscere i segreti delle SERP può essere difficile: dai un'occhiata al seguente thread sui miti della SEO per imparare a riconoscere i cattivi consigli SEO a un miglio di distanza.

Perché la SEO è importante?

La SEO è importante perché aiuta ad aumentare la visibilità online della tua attività.

Anche la pubblicità a pagamento e i social media aiutano la visibilità, ma il bello della SEO è che, se impostata correttamente, può continuare a portare traffico nel tempo.

Quindi, l'ottimizzazione per i motori di ricerca porta traffico "gratuito" al tuo sito. Se pubblichi pagine di alta qualità che rispondono alla domanda di un utente, queste possono apparire in cima alle SERP. Questo è un ottimo punto di partenza per far conoscere il tuo sito e la tua attività a chi fa ricerche.

Tuttavia, ci sono altri motivi per dare priorità alla SEO. Questo canale è in grado di:

  • Portare conversioni
  • Far ottenere più lead
  • Incoraggiare le vendite 

Come funziona la SEO + esempi

La SEO è l'arte e la pratica di convincere i motori di ricerca a consigliare i tuoi contenuti agli utenti come la soluzione migliore, più autorevole e più completa ai loro problemi.

Come già detto, una volta che i bot di Google raccolgono informazioni sulle pagine, queste vengono aggiunte all'indice di Google. Gli algoritmi del motore di ricerca passano in rassegna l'indice in base a centinaia di fattori di ranking per determinare la posizione delle pagine web nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP) in base alle query degli utenti.

Una tipica SERP inizia con i risultati a pagamento, poi mostra il traffico organico (che è il traffico basato sulla qualità delle pagine).

Google SERP example

SEO On-Page

La SEO on-page è la pratica di ottimizzazione dei contenuti delle pagine web. Questi fattori sono sotto il tuo controllo, a differenza delle tattiche off-page (che tratteremo in seguito). 

Ad esempio, puoi aggiornare i tag dei titoli e le meta description della tua pagina e creare i tuoi contenuti. 

Altri esempi di fattori SEO on-page sono: 

  • Keyword: inizia il tuo processo di creazione dei contenuti realizzando una ricerca di parole chiave con uno strumento come Keyword Magic Tool. Puoi vedere i dati relativi al numero di persone che cercano una determinata parola chiave, oltre a un'indicazione della difficoltà di posizionamento. Questo ti aiuterà a decidere quali sono le parole chiave su cui puntare con i tuoi contenuti.
  • Creazione dei contenuti: una volta scelte le parole chiave primarie e secondarie di un determinato argomento, inizia a creare contenuti tenendo conto dell'intento degli utenti. Ciò significa determinare cosa cercano le persone che digitano una determinata frase. Se qualcuno cerca "colori Honda Pilot", assicurati di includere i colori e le immagini di supporto che l'utente probabilmente vorrà vedere.
  • Velocità della pagina: gli utenti spesso abbandonano una pagina se non ottengono rapidamente le informazioni che desiderano. Assicurati che la velocità della tua pagina sia sufficiente, utilizzando lo strumento PageSpeed Insights di Google. In caso di problemi, lo strumento ti fornirà suggerimenti per migliorare la situazione.
  • Link interni: Google scansiona internet utilizzando i link, il che significa che il sistema di link interni è una parte molto importante della SEO. I link sono visti come un voto di fiducia; fai leva su questo aspetto, collegando pagine ad alta autorevolezza a nuove pagine o a pagine che hanno bisogno di una piccola spinta.

SEO Off-Page

La SEO off-page descrive tutte le tattiche di ottimizzazione che avvengono al di fuori delle tue proprietà web. Il loro scopo è aiutare i motori di ricerca e gli utenti a determinare se il tuo sito è autorevole, rilevante e affidabile. 

Sebbene la SEO off-page possa includere aree come i social media e l'influencer marketing, l'aspetto più importante è probabilmente la link building

Per link building si intende la pratica di indurre altri siti web a linkare il tuo sito. I link funzionano come voti di fiducia, quindi ottenere un backlink da un sito di grande autorevolezza può portare al tuo sito più traffico e aumentarne l'autorità.

Backlink example

Tieni presente che ottenere un maggior numero di link non è sempre la soluzione migliore; i backlink spam, infatti, non hanno un impatto positivo sul tuo sito e possono addirittura portare a delle penalizzazioni. Per evitare questo problema, non acquistare link e non prendere scorciatoie.

La link building può essere difficile, ma i risultati ripagano in termini di traffico, riconoscibilità del marchio e autorevolezza.

A breve approfondiremo il tema della link building. Prima però parliamo delle principali aree della SEO.

Contenuti

Come disse una volta Bill Gates: "Il contenuto è il re". E questo è ancora vero.

Cosa significa per te in termini di SEO? Migliori sono i contenuti, più alte saranno le posizioni nella SERP.

Ma cosa distingue un contenuto scadente da uno eccellente? Lo approfondiremo in questa sezione, ma prima vediamo quali sono le principali aree di interesse relative ai contenuti. 

Meta Title e Meta Description

Queste aree di una pagina determinano, in molti casi, ciò che Google mostra ai suoi utenti nei risultati di ricerca.

img-semblog

Un meta title accurato (noto anche come tag title) che descriva chiaramente ciò che il contenuto della pagina offre all'utente è importante: è il motivo per cui l'utente clicca o meno sul tuo risultato. 

I meta title e le meta description sono essenzialmente dei testi di vendita che attirano l'utente e aiutano Google a capire meglio il contenuto e lo scopo di ogni pagina. Assicurati di includere la parola chiave principale nella meta description, in quanto è utile sia per gli utenti che per i motori di ricerca.

Intestazioni (heading) 

Il titolo che l'utente vede quando arriva sulla tua pagina è un segnale fondamentale per Google. Come il meta title, deve essere inequivocabile e includere i termini ricercati dall'utente. Anche in questo caso, si tratta di un segnale importante per Google e rassicurante per l'utente.

Stile di scrittura 

Usa una scrittura semplice, diretta e precisa. Mantieni le frasi brevi, suddividi il contenuto in parti logiche e rimani in tema. Questo aiuta i lettori ad arrivare subito alla soluzione del loro problema. Organizza i tuoi contenuti in modo che il valore che forniscono sia facile da identificare, comprendere e sfruttare.

Contenuti arricchiti

Includi contenuti arricchiti come audio, video e immagini illustrative ogni volta che è possibile. Tieni presente, però, che Google non è in grado di comprendere il contenuto di immagini e video. 

Quindi, quando includi questi formati complessi, accompagnali con i meta tag appropriati per aiutare Google e chi ha problemi di vista a capire di cosa si tratta. Potresti anche inserire una versione scritta per facilitare gli utenti che preferiscono i contenuti scritti. 

I link in uscita (outbound links), ovvero i link a siti esterni, rimandano a fonti che confermano l'accuratezza del tuo contenuto e convalidano la tua credibilità e quella dell'autore.

Autori

Identifica l'autore in modo esplicito, se opportuno. Se l'autore è autorevole, questo conferirà credibilità al contenuto.

Ma tieni presente che i tuoi contenuti non rimangono isolati. È fondamentale considerare ogni contenuto come parte di una strategia globale e coerente. Non appena lo farai, penserai in termini di Content Marketing.

Tipi di contenuto

Tipi diversi di contenuti sono adatti a fasi diverse del funnel e a utenti diversi. Una buona strategia di contenuti conterrà un mix di vari formati, tra cui: 

  • Elenchi: sia le persone che Google amano gli elenchi. Sono facili da sfogliare e da consultare.
  • Guide del tipo "come fare": sono perfette per fornire un approccio passo a passo a una query di ricerca. Sono mirate a parole chiave a coda lunga in cui l'utente pone una domanda specifica.
  • Guide long-form: possono richiedere molto lavoro, ma questo tipo di contenuti aiuta il tuo pubblico a comprendere in profondità un argomento specifico o più ampio. 
  • Tabelle: le tabelle di dati o informazioni presenti nelle tue pagine sono facili da capire per Google. Inoltre, sono utili al tuo pubblico quando deve elaborare i dati relativi a un argomento.
  • Elementi grafici: possono essere immagini, foto o illustrazioni. Google le inserisce sempre più spesso nelle SERP, soprattutto su mobile. Inoltre, le immagini - se utilizzate e taggate in modo appropriato - possono attirare visite dalla ricerca per immagini di Google, particolarmente popolare in alcuni settori e tipi di ricerche (ad esempio, moda o viaggi). 
  • Infografiche: le infografiche sono immagini che contengono informazioni (solitamente illustrazioni e testo) che le rendono un contenuto a sé stante. Sono un ottimo contenuto da diffondere al tuo pubblico attraverso i social media per generare coinvolgimento. Inoltre, sono un ottimo modo per creare link.
  • Video: Google include sempre più video nei risultati di ricerca. Questo vale in particolare per i video di approfondimento.
  • Podcast: i podcast sono in aumento ultimamente, soprattutto all'interno di nicchie specifiche. Come per i video e le immagini, Google li mostra nei risultati di ricerca standard.
  • Webinar: un webinar è un incontro o una presentazione online in diretta a cui il pubblico può partecipare. I webinar non solo sono efficaci per coinvolgere e costruire il tuo pubblico, ma forniscono anche ottimi contenuti a lungo termine. Infatti, dopo l'evento dal vivo, puoi pubblicarlo su YouTube come video da guardare in qualsiasi momento. 
  • Ebook: gli ebook sono libri scaricabili, solitamente in formato PDF, che i brand spesso regalano gratuitamente. Sono perfetti per i contenuti approfonditi che sono troppo lunghi per un articolo e possono essere utilizzati per acquisire maggiori informazioni sul tuo pubblico. 

Suggerimento: se pubblichi i tuoi video su YouTube, potrai beneficiare di una maggiore visibilità per il tuo brand e di un maggior numero di contatti su questa piattaforma. YouTube è il secondo sito web più visitato del pianeta.

3 consigli per creare contenuti SEO migliori

  1. È sempre un'ottima idea iniziare con una ricerca approfondita sui concorrenti. Cosa dicono i tuoi concorrenti diretti nel loro blog? Su quali parole chiave puntano? Dovrai individuare le opportunità per parlare di questi argomenti in modo più dettagliato e approfondito e dovrai anche identificare le lacune di contenuto in cui puoi distinguerti dalla concorrenza. 
  2. La lunghezza non è un fattore determinante. Hai notato che i blog che puntano a una determinata parola chiave sono più corti? Se pensi che un contenuto più lungo sia più utile per i tuoi lettori, usa tutte le parole necessarie per trasmettere il tuo punto di vista. Ma ricorda che molti lettori dedicano sempre meno tempo alla lettura di articoli online
  3. Tieni presente l'accessibilità quando scrivi. Puoi utilizzare strumenti come il SEO Writing Assistant per aiutarti a identificare il tono e la leggibilità dei tuoi contenuti. 

Ora che conosci le basi, dai un'occhiata al seguente thread di Twitter sui consigli per una buona strategia di contenuti.

SEO tecnica

La SEO tecnica riguarda la qualità dell'infrastruttura del tuo sito e la sua usabilità. Una buona SEO tecnica assicura che Google possa trovare facilmente i tuoi contenuti (quando lo desideri) e valutare e indicizzare correttamente le informazioni che trova.

Quali sono le principali priorità della SEO tecnica?

  • Velocità della pagina: ogni pagina deve essere veloce. Google vuole dare la priorità alle pagine più veloci per i suoi utenti, in quanto offrono una migliore esperienza d'uso. 
  • Facilità d'uso per i dispositivi mobili: gli utenti devono essere in grado di consumare facilmente i tuoi contenuti su un dispositivo mobile. Google valuta i tuoi contenuti in base alle loro prestazioni su mobile, per cui è fondamentale che tu riesca a ottenere questo risultato. 
  • Interfaccia utente: Google vuole consigliare i siti che soddisfano gli utenti per quanto riguarda il design e l'usabilità. Il layout del tuo sito deve garantire che l'utente, quando arriva sulla tua pagina, la trovi attraente, capisca cosa offre e comprenda le opzioni di navigazione che ha a disposizione. 
  • Markup Schema: è una sorta di lingua madre di Google. Il markup Schema spiega a Google i tuoi contenuti in modo comprensibile, rendendoli facili da assimilare e da capire.
Technical SEO examples
Alcuni esempi di elementi di SEO tecnica dietro le quinte.

3 consigli per migliorare la SEO tecnica

  1. Controlla che non ci siano versioni duplicate del tuo sito nell'indice di Google. 
  2. Presta molta attenzione alla velocità del sito: rivedi tutto ciò che rallenta le prestazioni della tua pagina e fai attenzione alle funzionalità tecniche che possono rallentare la velocità della pagina. Google PageSpeed è uno strumento gratuito che ti permette di verificare le prestazioni delle tue pagine web in termini di velocità. 
  3. Non dimenticare di creare un file robot.txt

Sei curioso di conoscere la SEO tecnica nella pratica? Dai un'occhiata a questa discussione su Twitter con il CEO e co-fondatore di Schema App.

Architettura del sito web

L'architettura di un sito web si riferisce al modo in cui le pagine web sono raggruppate e organizzate. Un'ottima architettura tiene conto innanzitutto dell'esperienza dell'utente. Se un sito web è facile da navigare e ha un'architettura solida, è più probabile che gli utenti vi dedichino più tempo e si sentano più coinvolti quando lo usano. 

Quando si considera l'esperienza dell'utente di un sito web, è fondamentale aiutare i visitatori a raggiungere la meta con il minor numero possibile di clic. Inoltre, deve essere facile per loro navigare dal punto A al punto B e poi di nuovo al punto A. Una struttura eccellente facilita inoltre il crawling e l'indicizzazione dei siti da parte di Google. 

img-semblog
Ecco un esempio di un'architettura del sito pulita, in cui le pagine sono raggruppate logicamente in categorie e sottocategorie.

3 consigli per un'architettura del sito web organizzata

  1. Non creare URL troppo complessi. A Google piacciono gli URL puliti e concisi. Usa frasi semplici, lettere minuscole, trattini tra le parole e termini che descrivono l'argomento della pagina. 
  2. L'utilizzo di una mappa del sito facilita il crawling di un sito web da parte di Google. Esistono diversi modi per farlo, ma la sitemap XML è la soluzione più diffusa.
  3. Attenzione alla cannibalizzazione delle parole chiave. Per saperne di più su come evitare questo problema, consulta il nostro articolo sulla cannibalizzazione delle keyword

Autorità e fiducia

Google valuta l'autorità e la fiducia in diversi modi. Due acronimi comuni associati a queste misurazioni sono E-A-T e YMYL. Diamo un'occhiata a entrambi.

E-A-T and YMYL definitions

E-A-T

Google utilizza l'acronimo E-A-T, Expertise, Authoritativeness e Trustworthiness (competenza, autorevolezza e affidabilità) per giudicare la credibilità su tre livelli: la pagina, l'autore e il sito web. Inoltre, cerca di capire se il contenuto è credibile per quanto riguarda la soluzione che intende fornire. 

Per Google il parametro E-A-T è fondamentale; nelle sue linee guida, infatti, le parole "esperto", "autorità" e "fiducia" (o varianti) sono utilizzate oltre 200 volte.

Vediamo brevemente ogni componente dell'acronimo E-A-T:

  • Competenza: le informazioni sono accurate? Questo autore o brand dovrebbe scrivere su questo argomento?
  • Autorevolezza: l'autore è molto rispettato nel suo campo? Il brand è ampiamente riconosciuto nel settore? Il contenuto è citato da altri siti web, marchi e persone autorevoli?
  • Affidabilità: il brand e l'autore godono di una buona reputazione e i contenuti sono affidabili? 

Le pagine Your Money or Your Life (YMYL)

YMYL, ovvero i tuoi soldi o la tua vita, è un concetto fondamentale per i quality raters. Come spiega Google nelle sue linee guida, questo termine descrive pagine o argomenti che "potrebbero potenzialmente avere un impatto sulla felicità, la salute, la stabilità finanziaria o la sicurezza futura di una persona".

Per questo motivo, è fondamentale che le pagine che presentano gli argomenti YMYL siano autorevoli e affidabili. Ecco un elenco di questi argomenti:

  • Notizie ed eventi attuali
  • Governo e legge 
  • Finanza 
  • Salute e sicurezza 
  • Gruppi identitari 
  • Fitness e salute 
  • Educazione 
  • Alloggi e lavoro 

Google sostiene di avere "standard di qualità molto elevati" per queste pagine, perché i contenuti YMYL di bassa qualità possono influire direttamente sul benessere dei lettori.

Usare sia il parametro E-A-T che il parametro YMYL quando elabori i tuoi contenuti web può aiutarti a ottenere risultati migliori in termini di posizionamento.

In definitiva, devi fornire ai lettori l'opzione migliore per quanto riguarda i contenuti, in modo che continuino a tornare sul tuo sito quando hanno altre domande o problemi correlati.

3 consigli per costruire autorità e fiducia

  1. Dedica una pagina del tuo sito per presentare il tuo brand quando viene pubblicato sui principali media (la maggior parte sceglie "Chi siamo").
  2. Usa i dati strutturati sul tuo sito per fornire a Google informazioni ausiliarie sui tuoi contenuti.
  3. Utilizza una pagina del tuo sito per mostrare le recensioni e le valutazioni dei clienti. 

La link building è la pratica che consiste nel far sì che altri siti si colleghino al tuo sito web tramite collegamenti ipertestuali. Si tratta di uno degli aspetti più importanti della SEO, poiché i backlink sono essenzialmente voti di fiducia o di autorità da parte di altri siti. 

Più alto è il numero di domini di riferimento di alta qualità, più affidabile appare il tuo sito a Google.

Link building example

Ottenere backlink è anche un ottimo modo per promuovere la tua pagina nelle SERP (a patto che questi backlink provengano da siti web affidabili).

links pass authority

È buona norma avere anche link in entrata interni (internal inbound links) che puntano ad altre pagine del tuo sito web. Questo aiuta Google a navigare nel tuo sito e segnala che le pagine a cui stai puntando sono importanti.

Nel 2012, Google ha rilasciato un aggiornamento dell'algoritmo principale chiamato Penguin per aiutare a eliminare il "link cheating" (ovvero per evitare che i siti con profili di link spamming si posizionassero in alto).

Nel 2017 ha annunciato che il processo di identificazione e di esclusione di questi link spam avviene ora in tempo reale. Ciò significa che i backlink provenienti da siti di bassa qualità saranno ignorati e non contribuiranno al posizionamento.

Quindi, quando fai link building, concentrati sulla qualità e non sulla quantità.

Un buon modo per iniziare a costruire un profilo di backlink è quello di creare contenuti che guadagnino naturalmente link. Alcuni modi per farlo sono:

  • Creare contenuti utili e autorevoli all'interno della propria nicchia
  • Puntare sulle parole chiave giuste, con contenuti indirizzati alle persone giuste
  • Includere risorse linkabili come le infografiche

Tuttavia, la creazione di link non è sempre così semplice: una campagna attiva di link building può aiutare questo processo. 

La link building consiste nell'identificare le persone in grado di linkare i tuoi contenuti (proprietari di siti web, giornalisti, blogger, ecc.), indicando loro i tuoi contenuti e incoraggiandoli a linkarli da una pagina pertinente del loro sito. Sembra semplice, vero?

Sebbene sia semplice, è anche un processo che richiede molto tempo. Ecco alcune strategie per una link building di successo:

  • Creare risorse linkabili che gli utenti possano condividere
  • Essere attivi sui social media
  • Collaborare con guest post (strategici)
  • Utilizzare la broken link building
  • Trovare menzioni di brand senza link
  • Replicare i backlink dei concorrenti
  • Recuperare i backlink persi
  • Il buon vecchio outreach

Per saperne di più sulle strategie sopra descritte, consulta la nostra guida alla link building. Se sei pronto a iniziare una campagna di link building, puoi utilizzare il nostro Link Building tool per monitorare i tuoi progressi.

  1. Creare contenuti usando i dati: crea contenuti che includano un'analisi unica e utile (o interessante) dei dati, soprattutto di quelli originali.
  2. Essere emozionali: i contenuti che fanno leva sulle emozioni delle persone sono efficaci per guadagnare link.
  3. Umorismo: se si riesce a centrare la nota giusta e l'umorismo piace al pubblico, questo tipo di contenuto è vincente per ottenere link meritati. Inoltre, è ottimo per creare buzz e ottenere visibilità per il brand sui social media. 
  4. Collaborazioni: crea contenuti che includano citazioni o interviste a influencer o leader del settore. Questo tipo di contenuto avrà un'autorità "incorporata", poiché assocerà il tuo marchio a un leader di settore riconosciuto e rilevante. Con questo tipo di contenuti, è probabile che avrai subito un link - da parte del soggetto con cui hai collaborato!
  5. Contenuti autorevoli: creare questo tipo di contenuti è impegnativo, ma dà i suoi frutti se fatto bene. Se il contenuto copre un argomento in modo approfondito e accurato, apporta valore al pubblico di riferimento, rendendo più facile ottenere link. 

Leggi questo thread su Twitter per alcuni consigli su come fare link building nella pratica.

SEO locale

La SEO locale si riferisce a un insieme di tattiche utilizzate per ottimizzare la presenza online di un'azienda per le query di ricerca specifiche del luogo. Ad esempio, se hai cercato "concessionario auto vicino a me" su Google, hai effettuato una ricerca specifica per una località. 

Le query specifiche per la località producono risultati con (in genere) tre parti che costituiscono il "pacchetto di mappe" o "pacchetto locale". 

  1. Risultati di Google Maps 
  2. Risultati delle aziende locali
  3. Risultati della ricerca organica 

Ecco come appaiono i risultati:

Local search results example

Profilo dell'attività di Google

Le informazioni di cui sopra sono correlate ai Profili dell'attività su Google o GBP (ex Google My Business) delle aziende.

Il Profilo dell'attività di Google è una soluzione che fornisce alle aziende un'elevata visibilità nelle SERP, inoltre i potenziali clienti possono utilizzare la tua pagina GBP per contattarti in vari modi.

Sfruttare la tua pagina GBP è un ottimo modo per aumentare i tuoi sforzi di SEO locale. 

I risultati del Profilo dell'attività di Google vengono valutati in base a tre fattori principali: 

  • Rilevanza: quanto è rilevante la tua azienda per la ricerca specifica del luogo in cui si trova? 
  • Distanza: Google calcola la distanza di ogni risultato rilevante dai termini di ricerca. Se un ricercatore sceglie di non includere molti dettagli sulla sua posizione esatta, Google prenderà le informazioni che ha sulla posizione dell'utente per fornire il risultato migliore. 
  • Prominenza: si riferisce alla notorietà dell'azienda. Si basa anche sulla quantità di informazioni disponibili online sull'azienda. 
Honda dealer local search result
Risultati SERP locali per "Concessionari Honda vicino a me"

3 consigli per migliorare la SEO locale

  1. Inserisci nel tuo Profilo Google Business il maggior numero possibile di informazioni sulla tua attività e sui suoi orari di apertura. Se le persone ottengono risultati accurati sulla tua attività, è più probabile che diventino clienti abituali. 
  2. Assicurati di selezionare la categoria corretta (e le eventuali sottocategorie pertinenti) per la tua attività sulla tua pagina GBP. Questo aiuta a garantire che la tua attività abbia la giusta rilevanza per le query di ricerca degli utenti. 
  3. Dai un'occhiata a ciò che fanno i tuoi concorrenti. Cosa puoi fare di meglio per la tua azienda?

Ecco altri suggerimenti per avere successo nelle SERP locali.

Social Media

Potrebbe essere una sorpresa, ma sì, l'uso dei social media fa parte delle migliori pratiche SEO. I social media non hanno un impatto diretto sulle classifiche, ma sono una tattica SEO off-page cruciale che aiuta le aziende a ottenere visibilità, amplificare i contenuti in vista di possibili backlink e creare brand awareness nel proprio settore.

Ad esempio, alcune aziende utilizzano profili social come Instagram per mostrare la propria cultura del lavoro e rispondere alle domande dei clienti sui prodotti (o risolvere i problemi) in modo rapido e personale. 

Queste piattaforme, se usate correttamente, possono essere ottime per la gestione della reputazione del marchio e le condivisioni organiche. Anche in questo caso, non avranno un impatto diretto sul posizionamento del tuo sito web, ma l'esposizione potrebbe portare a opportunità di backlink, che a loro volta contribuiscono ad aumentare il posizionamento del tuo sito nelle SERP.

Suggerimento: I social media sono fondamentali per i tuoi sforzi di marketing, anche al di là della SEO, quindi una strategia di social media ben congegnata è un aspetto essenziale della tua strategia di marketing digitale. L'attività sui social media aiuta a costruire la reputazione, la brand awareness e il pubblico. Nel tempo, è un ottimo canale per mantenere i contatti con il pubblico esistente, ampliare la copertura e distribuire i contenuti creati.

3 consigli per sfruttare i social media nella SEO

  1. LinkedIn è un'ottima piattaforma per condividere contenuti professionali con i propri follower. Se vuoi coinvolgere il tuo pubblico e mostrare la tua leadership di pensiero, questa è una piattaforma eccellente per tenere aggiornate tutte le tue informazioni pertinenti. 
  2. Usa i social media per condividere tutti gli aggiornamenti aziendali più interessanti. Più contenuti autorevoli condividi sulle tue piattaforme di social media, maggiori saranno le possibilità di vederli in evidenza. 
  3. Come già detto, è un'ottima idea inserire i pulsanti di condivisione per i social sul tuo sito. Questa ottimizzazione on-page consente alle persone di condividere i tuoi contenuti e può aiutarti a generare backlink.

Per evitare di fare il passo più lungo della gamba nei social media, consulta il thread qui sotto.

F.A.Q.

Quanto velocemente funziona la SEO?

L'ottimizzazione per i motori di ricerca è una strategia a lungo termine. Affinché la strategia dia i suoi frutti, è necessario implementare una strategia SEO olistica, che comprenda l'ottimizzazione on e off-page.

Alcuni dei tuoi sforzi saranno ripagati a breve termine dopo l'implementazione. Esempi tipici sono la modifica dei meta title e dei titoli o il miglioramento dei contenuti di alcune pagine. 

Altri sforzi, come l'implementazione del markup Schema sulle pagine, la creazione di un volume sostanziale di contenuti informativi, la costruzione di link autorevoli o l'attrazione di recensioni positive, richiedono tempo e danno frutti a lungo termine. 

Come si fa a posizionarsi al primo posto su Google?

Un singolo elemento non rivoluzionerà le prestazioni della tua strategia SEO. Tutti gli elementi descritti sopra lavorano insieme ed è la combinazione di tutti i segnali letti da Google che farà muovere l'ago della bilancia a tuo favore. 

La cosa migliore è basare la tua strategia di contenuti sulle parole chiave giuste, creare contenuti coerenti, ottimizzare per la SEO locale e tecnica e modificare la strategia, se necessario, in base alle prestazioni.

Youtube video thumbnail

Quali sono alcuni esempi di attività SEO?

Una strategia SEO completa comprende la ricerca sulla concorrenza, la creazione e l'amplificazione dei contenuti, oltre agli elementi tecnici dell'ottimizzazione di un sito web. Un'ottima SEO può includere: 

  • L'uso della ricerca di parole chiave per creare un post sul blog
  • L'ottimizzazione dei contenuti esistenti, in modo che la pagina web abbia maggiori possibilità di essere utilizzata come featured snippet nelle SERP.
  • Lavorare su elementi tecnici SEO per migliorare la velocità della pagina
  • E molto altro ancora

Se sei alla ricerca di consigli e tendenze utili che dimostrino quanto la SEO possa essere versatile, dai un'occhiata a questo articolo sulle ultime tendenze della SEO.

Come si impara la SEO?

Per imparare la SEO per la tua azienda puoi seguire diverse strade. Se hai deciso di occuparti della SEO internamente, l'approccio e lo stile di apprendimento diventano particolarmente importanti.

Esistono accademie online che offrono certificazioni gratuite e Google stesso fornisce formazione e certificazioni per Google Analytics, particolarmente utile per monitorare le prestazioni del tuo sito.

Alcune aziende non riescono a espandersi in modo sufficientemente rapido o efficiente per imparare e implementare la SEO internamente. In questo caso, assumere un'agenzia che si occupi di SEO può essere uno dei modi più semplici per garantire al tuo brand la visibilità che merita. 

Dai un'occhiata ad alcuni consigli su Twitter per avere maggiori dettagli su come entrare nel campo della SEO.

Conclusione 

Se ti senti sopraffatto dalla quantità di informazioni in materia di SEO, non preoccuparti! Abbiamo percorsi per professionisti con qualsiasi livello di esperienza SEO. La SEO è un'arte e una pratica che richiede tempo per essere appresa e le cose cambiano continuamente nel mondo dei motori di ricerca. 

Tutto ciò che serve per imparare la SEO è una mentalità curiosa e la passione di aiutare gli utenti a trovare le informazioni di cui hanno bisogno.

Vuoi saperne di più sulla SEO? Consulta queste dieci tecniche avanzate per la SEO

Vuoi vedere se le tue competenze SEO sono all'altezza? Partecipa a una delle nostre certificazioni SEO gratuite attraverso la Semrush Academy.

Share
Author Photo
A digital marketer with a real passion for videos. I found my dimension in Semrush by creating engaging video content that helps digital marketers all over the world develop their online visibility with actionable advice.