Link building per la SEO: la guida per principianti

Chiara Clemente

Aug 15, 202219 min read
Guida alla link building

La link building è la pratica di acquisire link al tuo sito web da altri siti. Nella SEO, questi link sono chiamati backlink. Ottenere backlink da siti di alta qualità può conferire autorità al tuo sito e aiutarti a posizionarti più in alto nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP).

Secondo Google, per identificare le pagine rilevanti e degne di fiducia "devi capire se altri siti web di rilievo linkano o fanno riferimento a quel contenuto".

Per questo motivo, è importante considerare la link building quando si costruisce una strategia SEO.

img-semblog

Supponiamo che tu abbia un ottimo contenuto, ma che il tuo sito web sia abbastanza nuovo e non abbia ancora guadagnato molta autorevolezza. Ottenere link da altri siti web affidabili è un ottimo modo per aiutare Google a vedere il tuo sito come più autorevole.

I backlink sono essenzialmente voti di fiducia per il tuo sito.

Poiché le pagine con un maggior numero di backlink spesso si posizionano più in alto, è fondamentale:

  1. Creare contenuti di alta qualità che meritino di essere linkati e
  2. Utilizzare strategie di link building per aumentare il numero di backlink. 

Poiché la link building richiede impegno, iniziare il processo di link building prima possibile ti darà un vantaggio maggiore rispetto ai concorrenti e porterà grandi benefici al tuo sito web nel lungo periodo.

Il modo migliore per aumentare la tua autorità attraverso la link building è ottenere backlink da siti web affidabili e di alta qualità. Tonnellate di backlink provenienti da siti spam e irrilevanti probabilmente non ti aiuteranno a migliorare il tuo posizionamento.

Esistono molti modi per acquisire backlink, tra cui:

  • Guest blogging
  • Promozione sui social media
  • Ricerca manuale
  • Perseguire i backlink dei concorrenti

Tra poco parleremo di strategie specifiche. 

Ma tieni presente che i backlink non sono tutto: per prima cosa, infatti, devi concentrarti sulla creazione di contenuti utili e di alta qualità. 

Quando si studiano i modi per migliorare il proprio posizionamento, sfruttare il potere della link building può essere una sfida sia per i principianti che per i professionisti più esperti. Tuttavia, può essere uno degli strumenti più potenti per il successo organico.

img-semblog

Per pianificare la tua strategia di link building, devi conoscere i diversi tipi di link.

Di seguito sono elencate le tipologie di link più importanti da tenere in considerazione.

1. Nofollow vs Follow 

I link nofollow vengono utilizzati quando si vuole linkare un altro sito web ma senza dire a Google di scansionare quel sito.

img-semblog

Per rendere un link nofollow, dovrai aggiungere l'attributo rel="nofollow" nel codice del link. I link nofollow informano Google che il collegamento non deve passare il PageRank

Il link nofollow è utile per due motivi:

  • Quando hai bisogno di linkare un sito ma non vuoi sostenerlo.
  • Quando il link genera un profitto. Google ha introdotto il rel="sponsored" (e il rel="ugc") come ulteriore tipo di attributo per i backlink e preferisce che gli utenti utilizzino il rel="sponsored" per i link a pagamento o con scopo di lucro (come annunci a pagamento, banner pubblicitari, link affiliati, contenuti sponsorizzati) invece del rel="nofollow".

Tieni presente che i link nofollow non trasmettono direttamente l'autorità. Tuttavia, possono aiutare per il riconoscimento del brand e il traffico di riferimento. 

I link follow, invece, sono normali link con attributi che informano Google che il link dovrebbe passare PageRank.

img-semblog

Potresti utilizzare un link follow per:

  • Trasmettere autorità a un sito web affidabile
  • Aiutare i bot dei motori di ricerca a capire l'argomento del contenuto

In breve: i link follow segnalano a Google di scansionare un sito web, mentre i link nofollow no. Il PageRank è la metrica che aiuta Google a monitorare se un link sta dando punti a un altro sito web o meno.

L'utilizzo di link generati dagli utenti come tattica di link building non è la strada ideale quando vuoi migliorare la tua strategia SEO. In passato, infatti, Google ha penalizzato coloro che hanno provato a utilizzare i link generati dagli utenti. 

I link generati dagli utenti sono talvolta creati dal proprietario del sito linkato, con l'intento di promuovere il suo lavoro. Inoltre, sono generalmente di qualità inferiore rispetto agli altri metodi di link building preferiti da Google. 

Alcuni esempi di link generati dagli utenti sono:

  • Commenti non moderati sui blog
  • Infografiche e widget incorporati
  • Pagine di profilo degli utenti
  • Comunicati stampa o firme di guest post con testo di ancoraggio fortemente ottimizzato
  • Annunci pubblicitari

I link provenienti da queste fonti non danneggeranno il tuo sito, ma in genere non è una buona idea dedicare tempo a questa strategia poiché questi tipi di link probabilmente non trasmetteranno alcuna autorità.

I link naturali si formano in modo più organico, grazie ai lettori che si imbattono nel tuo sito web e inseriscono un link nel loro blog o sito senza che venga loro richiesto. Con questo tipo di link, non devi chiedere ad altri webmaster o utenti di fornirti un backlink.

img-semblog
In questo esempio, Semrush ha ricevuto un backlink non sollecitato a seguito di una notizia interessante.

La maggior parte dei link naturali non si trova all'interno di contenuti sponsorizzati o a pagamento e non ha parametri di tracciamento. Di solito vengono inseriti nei contenuti di un altro blogger o di un webmaster con l'intento di fornire valore ai propri lettori. 

Questo significa che è più probabile vedere link naturali in video, post di blog, immagini e altri annunci di prodotti sul sito web di qualcuno.

Un link naturale che rimanda al tuo sito web è considerato un "buon link" e una delle tecniche di link building più sicure. I link naturali sono anche uno dei modi migliori e più efficaci per promuovere il tuo blog o il tuo sito web.

L'attività di outreach può richiedere molto tempo e sforzi con poche ricompense, ma diventa più efficace con gli strumenti giusti.

Se sei interessato a ottenere un backlink da un particolare sito web che ritieni possa contribuire ad aumentare l'autorità del tuo sito o della tua pagina, è probabile che tu debba contattare direttamente il proprietario del sito web.

Ma prima di iniziare a richiedere backlink a chiunque su internet, tieni a mente alcune cose:

  • I link che richiedi devono provenire da siti web relativi alla tua nicchia
  • Tieni in considerazione le prestazioni e la credibilità dell'altro sito web
  • È utile creare un'e-mail ben scritta prima di iniziare a contattare i proprietari dei siti

Per trovare i potenziali clienti e gestire la tua campagna, puoi utilizzare il nostro Link Building Tool.

img-semblog

La link building manuale si riferisce all'inserimento di link da parte tua, sia che si tratti di un commento su un blog, di un guest post su un altro sito o di un comunicato stampa.

Quando inserisci tu stesso i link, in genere hai il pieno controllo dell'esito della tattica, a differenza di quando ti affidi a un giornalista o a una terza parte per ottenere un link al tuo sito.

Proprio per questo motivo queste tattiche sono spesso conosciute come "link building manuale". Ma tieni presente che i link di cui hai il controllo di solito non sono della massima qualità. 

Agli occhi di Google, tutti i link non inseriti editorialmente sono manipolativi. Puoi aggiungere manualmente link redazionali con l'intenzione di farlo, ma è importante non spammare link o aggiungerli a caso.

Quindi, non c'è bisogno di temere l'aggiunta manuale di link, purché sia fatta in modo ponderato.

Questo metodo di link building può portare benefici come il traffico di riferimento e farti emergere come leader di pensiero. Può anche aiutarti a costruire il tuo marchio interagendo con gli utenti della tua nicchia.

Tuttavia, l'aggiunta di link da sola non ti darà direttamente un vantaggio competitivo significativo. Come nel caso delle tattiche di vittoria rapida, una strategia basata sulla link building tradizionale può essere facilmente copiata dai concorrenti. 

Per ottenere un vero vantaggio competitivo attraverso i link, devi adottare una strategia che ti permetta di guadagnare link redazionali. 

Acquisire link richiede un grande sforzo ma offre la massima ricompensa. Quindi, preparati a investire tempo e risorse per guadagnare link. Così facendo, otterrai link che i concorrenti faranno fatica a replicare. 

E non dimentichiamo che Google ci dice da anni, come parte delle sue Linee Guida per i Webmaster, che:

Il modo migliore per indurre altri siti a creare link di alta qualità e pertinenti al tuo è creare contenuti unici e pertinenti che possano guadagnare popolarità in modo naturale nella comunità di Internet.

Creare buoni contenuti paga: i link sono di solito voti redazionali dati per scelta, e più contenuti utili hai, maggiori sono le possibilità che qualcun altro trovi quei contenuti preziosi per i suoi lettori e li linki.

— Linee guida per i Webmaster di Google (Schemi di link)

Quando guadagni un link, una terza parte decide attivamente di collegarsi al tuo sito web, il che significa che ti linka perché ha un motivo per farlo. Questo aggiunge valore ai suoi contenuti e al tuo sito.

Puoi utilizzare lo strumento Analisi Backlink per avere un'idea di come sono i profili di backlink dei tuoi concorrenti. Vai alla scheda Competitor per iniziare la tua ricerca e trovare opportunità per il tuo sito.

Quindi, inserisci un concorrente nello strumento per visualizzare informazioni dettagliate:

  • Usa il report Anchor per trovare i testi di ancoraggio più comuni utilizzati nei backlink
  • Usa il report Domini di riferimento per vedere quali sono i domini che rimandano al sito del competitor e se ha recentemente guadagnato o perso backlink
  • Usa il report Pagine indicizzate per verificare quali pagine del sito web del tuo concorrente hanno ottenuto il maggior numero di backlink
img-semblog

E ora la parte divertente. Esistono molti metodi per una corretta link building, ma alcuni si riveleranno più efficaci di altri. 

Di seguito, troverai una serie di metodi per creare backlink sani da siti web di qualità.

Crea risorse linkabili

Le risorse linkabili sono contenuti pensati per attrarre link. Un tipo comune di risorsa linkabile è l'infografica: si tratta di una buona strategia per presentare una ricerca originale sotto forma di grafico agli utenti della tua nicchia.

Inoltre, creare risorse linkabili è un ottimo modo per generare brand awareness e attirare l'attenzione sui social media.

Le infografiche hanno circa 30 volte più probabilità di essere lette rispetto a un articolo completo, quindi creare risorse linkabili può aiutare coloro che non vogliono leggere l'intero contenuto.

Top required SEO skills in the US infographic
Presenta ricerche originali sotto forma di infografiche facilmente assimilabili per incoraggiare i backlink e le condivisioni.

E non è necessario essere un grafico esperto per creare risorse che attraggono link. Anche se sei agli inizi o non hai un budget per la grafica, puoi utilizzare i modelli personalizzabili di siti come PicMonkey o Canva.

Le risorse linkabili sono anche una porta d'accesso per il traffico di riferimento: quando vengono condivise sui social media, i tuoi contenuti possono raggiungere un pubblico più vasto.

A questo proposito, passiamo ai social media come strategia di link building.

Diventa attivo sui social media

Un modo semplice per iniziare a creare backlink è pubblicare i tuoi contenuti sui social media. Una volta che avrai a disposizione grafiche e risorse linkabili, le tue possibilità di ottenere backlink aumenteranno.

Ma non dimenticare di essere attivo sui social anche al di fuori della condivisione di nuovi post, altrimenti perderai ottime opportunità per aumentare la notorietà del tuo marchio.

Anche se sei alle prime armi con i social media, puoi iniziare facilmente:

  • Pubblica notizie e aggiornamenti sul tuo brand
  • Coinvolgi il tuo pubblico nei commenti
  • Rispondi alle menzioni
  • Partecipa alle conversazioni sui social media all'interno della tua nicchia di mercato
LinkedIn poll
Un modo per incoraggiare il coinvolgimento dei tuoi utenti è quello di utilizzare i sondaggi come spunto di conversazione. È una soluzione win-win, in quanto per te è anche un modo per condurre una ricerca sul pubblico.

Queste sono tutte buone pratiche per aumentare la visibilità del brand sui social media, il che può portare a una maggiore autorità e a possibili backlink.

Puoi anche ottimizzare i tuoi profili social, assicurandoti che le tue bio includano un link al tuo sito.

Un'altra tattica utile è taggare nei tuoi contenuti i brand e le persone influenti quando parli di loro. Se praticano il social listening, è molto probabile che condivideranno il post o il link che hai condiviso sui social media, il che ti aiuterà a generare un backlink da un profilo diverso dal tuo.

Partecipa al Guest Posting strategico

Matt Cutts di Google ha annunciato la morte del guest blogging nel 2014, ma è davvero un fenomeno ormai tramontato?

La risposta è complessa. Il vecchio modo di fare guest blogging è sicuramente morto; non è infatti una buona idea pubblicare contenuti su siti che hanno una bassa autorità e non hanno alcuna rilevanza per la tua attività solo per ottenere backlink.

Tuttavia, il guest blogging può essere un buon modo per guadagnare link, se fatto in modo strategico. 

Anche se non è la tattica più scalabile, potrebbe essere utile collaborare con un'azienda del tuo settore per realizzare un caso di studio o presentare i risultati di una ricerca congiunta.

Se ricevi richieste da parte di persone che si fanno pagare per pubblicare dei guest post sul loro sito, questo è un segnale di allarme immediato. Google è troppo evoluto per credere a queste tattiche, per cui è meglio che tu prenda la strada opposta.

Se vedi una buona opportunità di collaborazione per un caso di studio, contatta direttamente il proprietario del sito e proponi la tua idea. La ricerca di guest post non sempre va a buon fine, ma se fatta bene può portare a un aumento del traffico e dei backlink.

img-semblog

Quando non hai il tempo di creare nuovi contenuti, la Broken link building ti permette di sfruttare i contenuti già presenti sul tuo sito.

img-semblog

Cerca i link esterni non funzionanti sui siti della tua nicchia e proponi un contenuto del tuo sito che possa sostituirlo.

Inizia navigando su Analisi Backlink e inserisci il dominio di un concorrente. 

Vai al report Pagine indicizzate e seleziona la casella "Pagine inaccessibili" sul lato sinistro.

img-semblog

Questo ti mostra quali sono le pagine non funzionanti di un determinato sito che hanno dei backlink che puntano ad esse.

Da qui puoi trovare pagine simili sul tuo sito e raggiungere siti specifici del tuo settore.

Molte aziende vengono citate dalla stampa di tanto in tanto, alcune in modo naturale, altre grazie agli sforzi del team di PR.

Non è raro che questa copertura non abbia un link e sia solo una menzione del brand, ma spesso si può trasformarla in un link con uno sforzo minimo - in fondo, il duro lavoro per ottenere la copertura è già stato fatto.

Puoi trovare le menzioni del tuo brand utilizzando il Brand Monitoring tool e ricevere notifiche ogni volta che qualcuno ti menziona ma non ha linkato il tuo sito.

img-semblog

A questo punto potrai inviare un'email alla persona che ti ha menzionato e chiedere di aggiungere un link, facendo attenzione a dimostrare in che modo il link aggiunge valore ai suoi lettori: questo aiuterà a rendere più facile la sua decisione. 

Non sempre riuscirai ad ottenere l'inserimento di un link, ma a fronte di uno sforzo minimo, quelli che riuscirai a ottenere con questa tattica ne saranno valsi la pena.

Youtube video thumbnail

Questa tattica consiste nell'adottare e replicare la stessa strategia di link building dei concorrenti che stanno ottenendo buoni risultati guadagnando link. Abbiamo pubblicato una guida approfondita al reverse engineering dei backlink dei concorrenti, ma qui ci soffermeremo sulle basi.

Vai allo strumento Gap di Backlink e inserisci il tuo dominio e almeno un dominio concorrente.

Nell'esempio qui sotto, vedrai delle frecce che indicano il numero di backlink dei siti dei concorrenti da cui non ricevi backlink. Clicca sulla freccia per trovare siti specifici.

Se trovi delle opportunità da perseguire, clicca sul pulsante blu "Avvia il contatto" per aggiungere le tue scoperte al Link Building tool.

img-semblog

Se riesci ad analizzare ciò che un concorrente sta facendo bene con la sua strategia di link building, allora puoi utilizzare la stessa strategia a tuo vantaggio. Puoi anche migliorare la sua strategia sfruttando le opportunità perse per acquisire backlink.

Osservare le strategie dei concorrenti può anche aiutarti a scoprire come si comportano i contenuti simili ai tuoi nella tua nicchia di mercato.

Se da un lato è importante cercare nuove opportunità di link building, dall'altro può essere utile tenere d'occhio i backlink precedentemente guadagnati ma persi.

Vai allo strumento Analisi Backlink e clicca sul report Backlink.

img-semblog

Seleziona "Persi" sopra l'elenco dei backlink e visualizza i risultati. Puoi visualizzare il sito da cui hai perso il backlink, nonché la data in cui hai ricevuto il link e quella in cui l'hai perso.

img-semblog

Tieni presente che a volte si perdono dei link perché la pagina che si collegava a te è stata rimossa. 

Se il backlink è stato perso a causa della riscrittura della pagina, puoi contattare cortesemente il proprietario del sito e suggerirgli un punto del contenuto in cui inserire il link. Se la pagina è stata aggiornata di recente con nuove informazioni, la richiesta sarà più convincente.

Ci sono molte altre strategie di link building da seguire e ti invitiamo a provarne alcune! Abbiamo intervistato 850 esperti SEO e qui di seguito puoi vedere quali sono i metodi più efficaci per ottenere backlink.

img-semblog

Con 1,88 miliardi di siti web esistenti su Internet e oltre 25 miliardi di pagine web indicizzate, esistono praticamente infiniti link. 

Come si fa a capire la differenza tra un ottimo link e uno da evitare?

Ci sono cinque modi per capire se un link è buono o meno.

img-semblog

1. Rilevanza

I link dovrebbero provenire da siti web con contenuti strettamente correlati all'argomento del tuo sito. Questo ti assicura che stai creando i link giusti.

Quando valuti opportunità di link, cerca di capire se perseguiresti quel collegamento anche se Google non esistesse o non utilizzasse i link come parte del suo algoritmo.

Se la risposta è sì, di solito significa che si tratta di un sito web correlato alla tua tematica e frequentato dal tuo pubblico online. Se la risposta è no, significa che il link non è rilevante per la tua attività.

2. Affidabilità

Ci sono diversi modi per verificare l'affidabilità di un sito web quando si controlla la qualità di un backlink, tra cui:

  • La durata di vita del sito
  • Se l'URL contiene un livello di sicurezza (SSL)
  • L'attività sui social media
  • Se è presente un'informativa sulla privacy
  • Se il sito web è di parte
  • La quantità di traffico che raggiunge il sito ogni mese

Di solito, se il sito esiste da molto tempo, genera una buona quantità di traffico mensile, è attivo sui social media e presenta elementi che indicano che si tratta di un sito sicuro, è probabile che si tratti di un buon link.

3. Posizionamento 

Anche la posizione dei tuoi link è importante, in quanto può influenzare direttamente la visibilità e le prestazioni del link stesso.

La posizione migliore per i link è nella parte superiore del contenuto. 

È più probabile che gli utenti vedano i link nella parte superiore della pagina quando arrivano per la prima volta su un sito rispetto al footer, che possono raggiungere o meno. Cerca di evitare di posizionare i link nelle barre laterali, nella parte inferiore del contenuto e nel footer.

4. Punteggio di autorità

Il Punteggio di autorità aiuta a misurare l'impatto dei link di un sito web o di un dominio. Nella maggior parte dei casi, più alto è il Punteggio di autorità del tuo sito web, più si presume che il tuo dominio sia affidabile. 

Più il punteggio è vicino a 100, su una scala da 1 a 100, migliore è il risultato. L'impatto dei link, man mano che il tuo dominio cresce, si basa anche sulla nicchia del tuo sito.

Puoi controllare il Punteggio di autorità del tuo sito web con lo strumento Analisi Backlink. Inoltre, puoi vedere i punteggi dei domini di riferimento per verificare l'utilità di questi link per il tuo sito.

img-semblog

5. Anchor Text 

Il testo di ancoraggio è il testo utilizzato per collegare una pagina a un'altra.

L'anchor text aiuta i lettori a dare un contesto a una pagina o a un sito specifico, ma l'algoritmo di Google lo utilizza per identificare l'argomento di una pagina e, pertanto, può contribuire a influenzare le classifiche. 

Tuttavia, Google ci dice che un testo di ancoraggio ottimizzato in modo innaturale (con parole chiave principali o termini commerciali) viola le sue linee guida e che un uso eccessivo di tali elementi può portare ad azioni manuali (penalizzazioni). 

Il tuo profilo di link dovrebbe contenere un mix naturale di anchor text, senza picchi evidenti di link con testo di ancoraggio ottimizzato.

Vogliamo tutti compiacere l'algoritmo di Google in modo da poter conquistare il primo posto nelle SERP. Purtroppo, alcune tattiche che ti permettono di ottenere risultati rapidi possono sembrare utili all'inizio, ma avere un impatto negativo sul tuo sito nel lungo periodo.

Ecco alcune delle cose che dovresti evitare quando fai link building.

Nonostante sia una chiara violazione delle Linee Guida per i Webmaster di Google e una tattica definita come "schema di link", la link building a pagamento è ancora relativamente comune perché garantisce risultati (all'inizio). 

Guadagnare link è un lavoro duro, è innegabile. Anche la link building manuale e le numerose tattiche di guadagno rapido disponibili richiedono uno sforzo per ottenere risultati. 

Questi tipi di link sono considerati backlink tossici ed è meglio evitare di perseguirli attivamente.

Al giorno d'oggi, non devi preoccuparti più di tanto se ci sono backlink indesiderati che puntano al tuo sito, a patto che tu non abbia partecipato a uno schema di link building. 

Tuttavia, puoi utilizzare lo strumento Backlink Audit per tenere d'occhio tutti i backlink tossici che puntano verso il tuo sito e anche per esaminare i singoli marcatori tossici che contribuiscono alla possibile tossicità complessiva di un link. 

img-semblog

Alcune cose da tenere a mente:

  • Secondo l'opinione di molti, l'utilizzo di link a pagamento è una pratica pigra di link building
  • La creazione di link a pagamento manipola l'algoritmo di Google ed è una tattica a basso sforzo ma ad altissimo rischio
  • La maggior parte dei link a pagamento proviene da siti non allineati dal punto di vista tematico, con un elevato numero di link in uscita e generalmente di bassa qualità
  • Oltre a questo rischio, non dimenticare che se puoi comprare link, possono farlo anche i tuoi concorrenti

Ci sono, ovviamente, un paio di eccezioni alle regole: 

  1. Si può ricorrere alla link building a pagamento quando guadagnare link per supportare la tua strategia SEO non è l'obiettivo principale.
  2. Quando vuoi ottenere traffico di riferimento o costruire l'autorità del tuo brand. Questo potrebbe includere posizionamenti sponsorizzati e annunci su siti affidabili e rilevanti. In questo caso, dovresti sempre utilizzare un attributo rel="nofollow" o rel="sponsored" per evitare un impatto negativo sulle tue classifiche di ricerca. 

Come regola generale, l'uso di link a pagamento solo per aumentare le tue classifiche dovrebbe essere un metodo da evitare.

Le penalizzazioni di Google

Se ricorri a tattiche azzardate, rischi di avere link tossici nel tuo profilo di backlink che potrebbero causarti una penalizzazione da parte di Google e influire negativamente sulle tue classifiche.

Non è inconsueto che ci vogliano mesi, o addirittura anni, per riprendersi da una penalizzazione, quindi è meglio essere prudenti che dispiaciuti.

Il successo di una campagna di link building dipende dagli obiettivi della campagna. È importante capire quali sono le metriche da prendere in considerazione quando si stabiliscono questi obiettivi.

Non è una buona idea concentrarsi sul numero grezzo di link costruiti, perché in questo modo si sacrifica la qualità. Inoltre, devi utilizzare gli insight dei concorrenti per determinare il divario di link tra te e gli altri soggetti della tua nicchia e assicurarti di costruire i link corretti che aumentano le tue classifiche.

Tuttavia, quando si esaminano le metriche, è bene considerare l'utilizzo di uno o più dei seguenti elementi:

  1. Punteggio di autorità: questa metrica di Semrush valuta la qualità complessiva di un sito web e può aiutarti a determinare l'impatto di un backlink proveniente da un sito. Se un sito web ha un Punteggio di autorità basso, probabilmente il link non sarà così vantaggioso.
  2. Rapporto tra link follow e nofollow: è normale vedere un mix di diversi tipi di link nel tuo profilo backlink, ma in genere più link follow ci sono, meglio è. I link follow sono un segnale per Google che trasmette autorità al tuo sito.
  3. Rilevanza tematica: i tuoi backlink provengono da fonti strettamente correlate alla tua attività? Se i backlink provengono da siti che non hanno alcuna relazione con il tuo settore, potrebbero non avere un gran peso (soprattutto se si tratta di link spam).
  4. Domini di riferimento unici: ottenere backlink da diversi siti di alta qualità è meglio che ottenere più backlink da un solo dominio, anche se questo è di alta qualità.
  5. Link tossici: se hai dei backlink contrassegnati come "tossici" da Semrush, non preoccuparti: Google è abbastanza intelligente da ignorarli, a patto che tu non abbia partecipato a uno schema di link building. In ogni caso, questi link non avranno alcun peso.

Potresti anche prendere in considerazione obiettivi come l'esposizione del marchio, i link e i posizionamenti su determinate pubblicazioni, il traffico di riferimento e altro ancora. Si tratta di misurare gli aspetti più importanti per la tua azienda.

img-semblog

Ora sai cosa fare e cosa non fare quando si tratta di link building. A questo punto, ti servono solo alcuni strumenti. Fortunatamente, Semrush offre quattro potenti tool per aiutarti a costruire una sana strategia di link building.

Vediamo quali sono: 

  1. Analisi Backlink: ti aiuta a valutare rapidamente un profilo di backlink, a monitorare i backlink di qualsiasi dominio e a conoscere le strategie attuali dei concorrenti
  2. Backlink Audit: ti permette di esaminare la salute e lo stato attuale del tuo profilo di backlink e qualsiasi punto in cui potrebbero essere presenti backlink tossici
  3. Link Building Tool: ti aiuta a esplorare le opportunità di backlink, a conoscere il sito web collegato all'opportunità di backlink e a tracciare i progressi del link
  4. Analisi in blocco: ti permette di caricare fino a 200 URL di vari concorrenti, in modo da trovare più possibilità di creare link

Per saperne di più su queste soluzioni, visita la pagina del nostro toolkit per la link building.

Conclusione 

Come per qualsiasi altro aspetto della SEO, dovrai impegnarti con costanza. Sebbene la link building richieda uno sforzo maggiore rispetto alla maggior parte delle strategie SEO, alla fine sarà redditizia e durerà a lungo termine.

Con la giusta perseveranza nell'implementazione delle tattiche di link building, nel corso del tempo il tuo sito web potrebbe migliorare a tal punto da non aver bisogno di lavorare così tanto per ottenere link. Potrai invece concentrarti sullo sviluppo di ottimi contenuti che altri siti web e brand vorranno linkare.

Share
Author Photo
A digital marketer with a real passion for videos. I found my dimension in Semrush by creating engaging video content that helps digital marketers all over the world develop their online visibility with actionable advice.