Impara la SEO nel 2021: la guida SEO per principianti

Erika Varagouli

Jul 19, 202123 min read
Imparare la seo

Sei un principiante assoluto della SEO o hai bisogno di un aggiornamento sulle basi della materia? Questa guida fa al caso tuo. Esplorare un mondo in continua evoluzione come quello della SEO può intimidire, se non sai da dove iniziare. Abbiamo sviluppato questa pratica guida per incoraggiarti a fare i primi passi nella SEO e diventarne un appassionato o un professionista.

Inizieremo con un'analisi approfondita di come funziona la SEO nel 2021, ti offriremo risorse utili per continuare la tua formazione e ti daremo i suggerimenti di 10 esperti del settore. Cominciamo!

Che cos'è la SEO?

L'ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO) si riferisce alla strategia, alle tecniche e alle tattiche necessarie per portare le pagine del tuo sito Web in cima a Google e alle altre pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP). Portare il tuo sito web in cima ai risultati di ricerca (spesso definiti "ranking") ti fa guadagnare visibilità e traffico gratuito.

Posizionare il tuo sito web richiede molto lavoro, ma è importante avere chiaro che l'obiettivo non è aggirare Google. Secondo l'esperto Phil Frost, la SEO "è collaborare con Google per fornire i migliori risultati di ricerca agli utenti di Google". 

Google mostrerà ai suoi utenti solo i siti web che sono utili per loro. Fare SEO non significa creare il tuo sito web per Google; ma creare il tuo sito web per i tuoi utenti. 

Per ricordarlo, ecco una delle nostre citazioni preferite dell'esperta SEO Wendy Piersall: "Google ti ama solo quando tutti gli altri ti amano".

Esploriamo la definizione di SEO in modo approfondito nella nostra guida "Cos'è la SEO?"

Tipi di SEO

Posizionare bene le tue pagine è uno sforzo su più livelli. Esistono quattro tipi comuni di SEO che potresti incontrare nel settore. Ciascuno di essi richiede un diverso set di abilità e know-how, che non funziona per compartimenti stagni.

Questi quattro tipi comuni di SEO sono:

  • SEO on-page
  • SEO tecnica
  • SEO off-page
  • SEO local

SEO on-page

L'esperto SEO Rand Fiskin una volta ha notato che, quando si tratta di lavorare sulla SEO on-page, "la qualità dei contenuti [supera] la quantità".

La SEO on-page riguarda il contenuto delle tue pagine web, inclusi testo, parole chiave e immagini. Dovrai concentrarti sull'ottimizzazione del contenuto della tua pagina per le parole chiave che le persone stanno cercando. 

Tuttavia, Fishkin avverte che "la SEO on-page non è più soddisfatta del semplice utilizzo delle parole chiave. La corrispondenza delle parole chiave con l'INTENTO dell'utente è fondamentale." Google ora posiziona le pagine che soddisfano le esigenze delle persone e rispondono alle loro domande.

Quando crei contenuti ottimizzati, devi tenere in considerazione molto più della semplice parola chiave. Consulta la nostra guida sull'intento di ricerca per approfondirne il funzionamento. 

Scoprirai che l'ottimizzazione SEO on-page coinvolge ancora la ricerca, la mappatura e l'ottimizzazione delle parole chiave. Esistono molti strumenti per la keyword research che possono aiutarti a iniziare la fase di ricerca delle parole chiave, come Keyword Magic Tool

Per saperne di più, consulta la nostra guida alla ricerca di parole chiave nel 2021.

SEO tecnica

La SEO tecnica non riguarda il contenuto che un utente vede sulla tua pagina web. Si concentra, invece, sugli aspetti tecnici di quella pagina, incluso il codice HTML, la velocità della pagina e molto altro. 

La SEO tecnica migliora il funzionamento del tuo sito Web in modo che i motori di ricerca possano scansionarlo e indicizzarlo facilmente. La SEO tecnica esamina gli elementi del sito Web come la struttura del sito, i link interni, il design responsive da mobile, la velocità della pagina e la sicurezza. 

Puoi utilizzare strumenti che ti aiutino a identificare le aree del tuo sito su cui lavorare, tra cui quelli che verificano la velocità della pagina, come GTMetrix, o crawler di pagina come il nostro Site Audit.

Sebbene gli sforzi di SEO tecnica non bastino da soli, possono avere un impatto significativo sulle prestazioni complessive di un sito. 

Katherine Ong, proprietaria di WO Strategies LLC, ha ricordato di aver lavorato con un cliente per cui "ho convinto gli sviluppatori a risolvere un problema di scansione che ha portato quasi il 50% di traffico organico in più, in poco più di un mese".

SEO off-page

La SEO off-page riguarda i contenuti che non sono sul tuo sito web. Si tratta di contenuti su altri siti Web che fanno riferimento o rimandano al tuo sito Web. Una buona "reputazione" off-page mostra ai motori di ricerca che sei affidabile e credibile. 

Lavorare sulla tua SEO off-page implica attività di PR digitali e di diffusione. Dovresti identificare i siti Web del tuo settore che linkano i tuoi concorrenti e raggiungerli. 

Puoi usare strumenti come Gap di backlink per identificare i siti web da raggiungere. Chiedi di collaborare, di essere presentato o trova un metodo di diffusione congiunta che funzioni per te. 

Secondo l'esperto Scott Wyden Kivowitz, è necessario pensare al lavoro di SEO off-page come alla "costruzione di relazioni, non di link". Ciò significa che da un altro sito puoi ottenere più di un semplice collegamento al tuo sito Web. 

Fare SEO off-page con questo in mente ti aiuterà ad aumentare i tuoi segnali EAT (Esperienza, Autorevolezza e Affidabilità). Leggi di più su questi segnali e sul motivo per cui sono diventati un fattore significativo nell'aggiornamento EAT di Google nella nostra guida agli algoritmi

SEO local

La SEO locale si focalizza sul posizionamento del tuo sito web per termini specifici di una posizione. La SEO locale può comportare un mix di strategie SEO on-page, off-page e tecniche, nonché ottimizzazioni in directory esterne e mappe.

Questo tipo di SEO è specifico per le aziende che offrono servizi in una determinata località o che hanno negozi fisici. Tra le buone pratiche per ottimizzare il tuo sito in un contesto locale ci sono la gestione delle recensioni e quella della presenza in directory e l'ottimizzazione delle pagine locali. 

Leggi la nostra guida per scoprire di più sulla SEO locale e su come posizionarti per le ricerche locali. 

Cosa comporta la SEO?

Indipendentemente dalle tecniche o dalla strategia SEO che utilizzi, la tua cassetta degli attrezzi dovrà includere alcune competenze specifiche. 

Ci sono tre compiti fondamentali che sono presenti in tutti i tipi di SEO, dall'off-page a quella tecnica.

  • Ricerca keyword
  • Analisi dei competitor
  • Reporting e analisi

Leggi di più su ciascuna di queste attività e su come funzionano nella nostra guida SEO per principianti.

Suggerimenti degli esperti su come fare SEO

Quali sono i modi migliori per imparare la SEO oggi?

Bill Slawski: “Apri un sito web usando WordPress come CMS e portalo al successo. Leggi i post del blog di Google, i tweet e altri materiali pubblicati da SEO e impara da loro. Approfondisci aree relazionate e lavora per un'agenzia SEO o un'azienda con un dipartimento SEO interno".

Kevin Gibbons: “Crea il tuo sito su qualcosa che ti appassiona e poi testa, impara e migliora man mano che procedi. Non deve essere sempre tutto perfetto, ma questo approccio aiuta a mettere in pratica la teoria alla base dell'apprendimento, per lasciarla davvero penetrare e capire cosa funziona".

Harry Sanders: "Penso che una combinazione di queste due attività sia sempre il modo migliore di procedere, se puoi farlo. Leggere studi, blog e forum consente una comprensione teorica e un maggior approfondimento di molti degli aspetti pratici che faranno parte del tuo lavoro". 

Andy Crestodina: “Riguardo a blog, libri, webinar e account social, cerca contenuti che soddisfino due criteri:

  • Ti mostrano azioni specifiche e dati reali: molti consigli sono troppo generici e non supportati da prove. Saltali. Cerca invece...
  • ...Gli esempi o i set di dati pertinenti per te: cerca consigli dal tuo stesso settore, con esempi da siti Web di dimensioni simili. Se sei una piccola azienda, i suggerimenti di SEO tecnica che hanno funzionato per i grandi siti web non sono rilevanti per te."

Cosa consiglieresti/diresti a chi inizia oggi a fare SEO?

Harry Sanders: “Testa tutto! Ci sono così tante informazioni contrastanti online che non tutte hanno senso o funzionano, molti dei consigli che si possono trovare sono spesso dati da persone che non hanno molta esperienza pratica nella SEO, quindi sperimenta tu stesso".

Gerry White: “Ascolta quante più persone possibili. Gli ultimi anni sono stati un po' strani, ma direi che devi circondarti di persone davvero intelligenti. [...] È anche bello incontrare e ascoltare quante più voci possibili, poiché scoprirai che alcune persone, anche i leader del settore, hanno opinioni molto forti su alcuni argomenti. A me piace andare alle conferenze e ascoltare gli esperti dibattere su tutto, da come avviare un audit tecnico, ai punti di forza e limiti degli strumenti”.

AJ Ghergich: “Fino a quando non riesci a fare queste 3 cose non sei un SEO.

  • Identificare l'intento di ricerca dietro la frase chiave.
  • Mappare l'intento di ricerca in base ai risultati che gli utenti desiderano/devono ottenere.
  • Dimostrare i passaggi uno e due aiutando gli utenti a raggiungere tali risultati o a fare progressi verso di essi”

Aleyda Solis:

  1. “Non dare per scontato che tutto quello che leggi sia un buon consiglio SEO: purtroppo c'è molta disinformazione e consigli obsoleti. Testa sempre in prima persona e sviluppa un pensiero critico basato sui principi della ricerca.
  2. Sii sempre curioso e non smettere mai di imparare. La SEO è in continua evoluzione, quindi dovresti tenerti sempre aggiornato e informato. A questo proposito, ho creato la newsletter SEO settimanale #SEOFOMO con le ultime notizie, gli aggiornamenti e le migliori risorse.
  3. Il miglior strumento SEO è il tuo cervello: prima di provare gli automatismi, devi capire cosa c'è alla base, in modo da utilizzare correttamente i dati nel tuo processo SEO e ottenere informazioni che ti aiutino davvero a raggiungere i tuoi risultati/obiettivi.
  4. Ricorda che la SEO è un mezzo per raggiungere un fine: un ROI aziendale positivo, grazie a un aumento delle conversioni/maggiori vendite/più annunci visualizzati/ecc. e ci sono diversi modi per ottenere questi risultati. Assicurati di comprendere gli obiettivi aziendali del tuo sito Web, in modo da poter stabilire una strategia SEO pertinente per raggiungerli e ricorda che le strategie non sono tattiche".

Qual è il più grande mito su ciò che serve per avere successo nella SEO e/o il più grande mito su come funziona la SEO?

Harry Sanders: “Il più grande mito sul successo SEO è la manipolazione degli algoritmi: è sempre una battaglia persa e anche se li batti ora, non significa che manterrai i risultati che hai ottenuto anche tra 6 o 12 mesi. Concentrati su fornire un'ottima esperienza ad utenti e motori di ricerca, attraverso una buona tecnica, buoni contenuti e una buona credibilità costruita sui backlink".

Aleyda Solis: “Credo che riguardi i fattori di ranking. Da un lato, preferisco pensare ai "fattori di successo" come li chiamava Cyrus Shepard, ovvero quelle aree, configurazioni, ecc. che potrebbero o meno essere prese in considerazione da Google come fattori di ranking al momento, ma che sappiamo influenzeranno l'esperienza di ricerca e il percorso degli utenti e faranno la differenza direttamente o indirettamente sui risultati. 

Dall'altro, l'importanza delle aree o della configurazione dipenderà anche in gran parte dal contesto del tuo sito Web: stato di ottimizzazione attuale, posizionamenti per query pertinenti rispetto ai concorrenti, obiettivi previsti, vincoli, funzionalità dei risultati di ricerca, ecc."

Kevin Gibbons: “Probabilmente è il tuo background. Il mio background è quello dello sviluppo web, che mi è stato molto utile, e che combino con l'esperienza nel mondo degli affari (anche questa molto utile). Ma non esiste un'unica risposta giusta, ci sono molti percorsi che possono portarti ad avere successo nella SEO, quindi non pensare di non poterlo fare perché non hai un background adeguato".

Eli Schwartz: "Penso che nel complesso ci siano due grandi miti nella SEO. 1) Tutto riguarda i posizionamenti 2) La SEO è ottenere link. Questo non potrebbe essere più lontano dalla verità. Quando sono questi i barometri del successo, le abilità SEO vengono giudicate sotto una luce sbagliata. Puoi essere bravo nella SEO e pessimo nell'ottenere posizionamenti specifici e non avere idea di come ottenere un link".

Bill Slawski: “Ci sono persone che affermano di essere esperti SEO che fanno clickbait su argomenti come RankBrain e Hummingbird e fattori di ranking, che dovrebbero avere esperienza nel copywriting e pubblicano informazioni fuorvianti. Usa il pensiero critico ogni volta che leggi di SEO e sii scettico.

Quando qualcuno ti dice che ha un "presentimento" su come Google sta usando, ad esempio, l'apprendimento automatico, ti consiglio di ignorarlo, indipendentemente da quanto sia istruito o di successo, e in particolar modo se ti chiede soldi per imparare i suoi segreti".

Quali sono le abilità chiave per lavorare nella SEO?

Kevin Gibbons: “La curiosità. Siamo in un settore in cui l'unica costante è il cambiamento. Devi lottare per l'eccellenza, essere preparato al fallimento e cercare sempre di innovare. Penso che spesso grazie alla curiosità puoi imparare e migliorare”.

Eli Schwartz: “Non esiste un manuale di istruzioni per la SEO. Secondo me, è tutta una questione di sperimentazione e apprendimento continuo. Penso che le abilità più preziose nella SEO siano la creatività e la curiosità. Se ti limiti a seguire le regole che pensi di dover seguire, avrai difficoltà ad avere successo nell'ambiguo mondo della ricerca".

Harry Sanders: “Direi che le abilità più importanti che puoi avere lavorando in un ambiente come quello SEO sono le tue soft skills. Essere quindi in grado di comunicare ciò che stai facendo agli stakeholder, agli ingegneri e persino ai tuoi compagni di squadra.”

AJ Ghergich: 

  • Abilità nel trovare dati: dedica tempo alla ricerca e alla sperimentazione.
  • Curiosità: non essere mai del tutto soddisfatto di come un problema è stato risolto.
  • Empatia: cerca di comprendere un problema dal punto di vista di un utente.

“Pensa ai migliori SEO che conosci o segui. Ti garantisco che la maggior parte di loro avrà tutte e 3 queste abilità".

Gerry White: “Servono molte abilità per diventare un ottimo SEO. La cosa più importante è capire ciò che l'azienda ha bisogno di raggiungere e ciò che è necessario per ottenere più traffico rilevante che converta. Per sviluppare una strategia efficace è quindi necessaria una conoscenza approfondita in molte aree, ma troppi SEO, al momento, non si prendono il tempo di controllare i posizionamenti attuali, non valutano tutte le opportunità o non ascoltano quando l'azienda dice loro i KPI a cui è interessata.”

Qual è la parte più difficile della SEO oggi?

Bill Slawski: “La parte più difficile della SEO al giorno d'oggi ha a che vedere con la quantità di informazioni disponibili e con la diffusa disinformazione sulla SEO, proveniente da diverse fonti. Impara a raccogliere informazioni utili, a ignorare quelle inutili e a ragionare in modo critico su ciò che stai imparando".

Eli Schwartz: “Poiché non esiste un libro di regole per la SEO, non esiste un percorso lineare verso il successo. Quando ho iniziato a lavorare nella SEO, era molto più facile seguire alcuni principi di base e ottenere buoni risultati. Ora puoi fare tutto bene e non raggiungere mai il successo. Devi essere molto più creativo e non arrenderti mai".

Harry Sanders: “Per me la parte più difficile della SEO oggi è l'ampiezza delle aree di intervento: anche con un team di oltre 30 specialisti SEO, c'è molto lavoro da svolgere. Esaminare e migliorare la velocità della pagina, controllare i tag title, ottimizzare l'esperienza utente, ristrutturare l'architettura delle informazioni, produrre contenuti, fare PR digitali e acquisire backlink: nella SEO ci sono così tante sezioni e sottosezioni da far impazzire chi non ne sia appassionato".

Andy Crestodina: “Definire le priorità. I SEO ricevono molti consigli da molte fonti. Riceviamo avvisi da strumenti e audit da esperti. Alcuni suggerimenti sono utili. La maggior parte è irrilevante.

La chiave è sapere cosa ignorare e poi concentrarsi su ciò che conta davvero. Filtra tutti gli input e intraprendi le azioni con maggiori probabilità di successo.

Dovremmo aggiornare i vecchi post? O scriverne di nuovi? In questo report, quali di questi avvertimenti sono irrilevanti?

È meglio investire 10 ore a eliminare i vecchi contenuti? Oppure 10 ore a creare link interni? Quale ti aiuta di più? [...] 

Le tue priorità dipendono dalla situazione. Le best practice generiche potrebbero non essere applicabili. Il 90% del lavoro di un SEO consiste nel sapere dove concentrare tempo, energia e budget.

Ci sono 100 cose che puoi fare domani. Ma probabilmente solo 3-5 di loro faranno una grande differenza”.

Qual è il futuro della SEO?

Aleyda Solis: “Per ottimizzare e massimizzare la visibilità delle aziende nella ricerca, in modo che i loro utenti/clienti possano trovarle facilmente, che raggiungano i loro obiettivi e aumentino i loro profitti - qualunque sia l'algoritmo di ricerca, il formato dei risultati e i cambiamenti di paradigma - dovremo evolverci di pari passo con la capacità dei motori di ricerca di comprendere il significato del contenuto e di abbinarlo all'intento degli utenti, andando incontro alla crescente dipendenza dalla ricerca visiva come input o output, e all'emergere di funzionalità di ricerca predittiva senza query".

Eli Schwartz: “Secondo me, il futuro della SEO non è mai stato così brillante. Con così tanti siti Web che richiedono a gran voce una parte dell'attenzione degli utenti, la SEO è più necessaria che mai. Anche con tutta l'intelligenza artificiale avanzata di Google per posizionare i siti Web, hai ancora bisogno di qualcuno che traduca le migliori pratiche in azioni e che si occupi del canale SEO di un'azienda. Presumere che i motori di ricerca abbiano a cuore i tuoi interessi può essere un errore fatale".

Harry Sanders: “Penso che il futuro della SEO continuerà a seguire le tendenze che stiamo già vedendo, vale a dire buone basi tecniche con contenuti scritti per gli utenti finali, nonché campagne di PR digitali accattivanti e creative, il tutto basato su un buon prodotto pensato per soddisfare le esigenze del mercato”.

Gerry White: “I dati sono sempre più la spina dorsale della SEO intelligente. Questo, combinato con l'automazione e insights di valore, sarà uno dei principali pilastri dell'equazione SEO. Sarà poi necessaria una conoscenza tecnica di come funzionano i motori di ricerca e aggiungere creatività e fantasia per ottenere un risultato vincente. La prossima generazione di SEO non sarà cresciuta con i dieci link blu di Google, ma con una pagina di risultati fatta di video, immagini e grafici di conoscenza, ed è questo che dovrà ottimizzare su qualsiasi dispositivo che il suo pubblico vorrà utilizzare."

Quali ruoli e competenze SEO diventeranno più importanti/emergeranno nei prossimi anni?

Kevin Gibbons: "Percepisco spesso una carenza nell'area delle competenze commerciali. Nell'evoluzione della SEO, penso che ci sia spazio per colmare il divario tra marketing e prodotto, tra strategia e tattica, e poter comunicare e ottenere che la SEO sia nell'agenda del consiglio direttivo della tua azienda”.

Eli Schwartz: “Penso che i ruoli SEO saranno più incentrati sul prodotto e maggiormente integrati nel nucleo di un'azienda, piuttosto che continuare a svolgere solo uno specifico ruolo all'interno di un team di marketing. (Ne parlerò nel dettaglio nel mio libro!) La SEO diventa sempre più complessa e diventa necessario che sia coinvolta in modo trasversale nelle attività dell'azienda. I giorni in cui semplicemente si "faceva SEO" dopo il lancio sono passati".

Bill Slawski: "Comprendere il funzionamento della SEO e dei motori di ricerca, e come sviluppare strategie SEO efficaci per i siti, sono competenze utili che continueranno ad essere apprezzate".

Aleyda Solis: “Con la maturità del settore mi aspetto ruoli più specializzati e la necessità di competenze più sviluppate: 

  • Ruoli che richiedono pensiero strategico e comprensione della SEO in linea con la crescita del marketing/del prodotto, insieme a una maggiore capacità di comunicare/influenzare e guidare 
  • Ruoli che richiedono competenze/capacità tecniche non solo per analizzare ma anche per automatizzare attività complesse e che richiedono tempo
  • Ruoli che richiedono comprensione ed esperienza su contenuti/creatività/promozione per differenziarsi e costruire, piuttosto che solo "riparare" errori di tecnologia/contenuto.”

Andy Crestodina:

“Uno dei ruoli SEO che sarà richiesto nei prossimi anni è il content strategist. La SEO è una componente del content marketing, quindi il content strategist svolge un ruolo fondamentale.

Il content strategist sa quali contenuti hanno un'opportunità SEO e quali no. Non prende di mira frasi fuori portata e si rivolge ad altri canali (social ed email) quando la ricerca non è un'opzione viabile.

Il content strategist sa dove un contenuto avrà la massima portata e, se si tratta di un altro sito Web, è pronto a contattarlo. Da professionista delle PR, conosce il valore del link.

Il content strategist sa quali contenuti hanno la maggiore visibilità nella ricerca e anche quali post hanno le migliori opportunità di diventare molto più visibili. Sa quando dare priorità agli aggiornamenti e riscrivere contenuti.

Il content strategist sa come i titoli influiscono sulla percentuale di clic e come adattarli per i tag title. Sa quali influencer hanno maggiori probabilità di linkarlo dopo una collaborazione.

E, soprattutto, conosce il pubblico. Sa che la qualità batte la quantità. Non si tratta di posizionamenti, ma di guadagni. Non distoglie mai lo sguardo dal vero premio: un flusso costante di lead qualificati".

I lavori SEO

Se sei alla ricerca di un lavoro nella SEO, puoi scegliere di specializzarti in un particolare tipo di SEO (come SEO tecnica o link building) oppure di proporti come un professionista SEO generale con competenze e conoscenze di tutti e 4 i tipi di ottimizzazione. 

Indipendentemente da ciò, dovresti avere una vasta conoscenza della SEO on-page, off-page, tecnica e locale. Potrebbe aiutare la tua carriera anche una comprensione delle pratiche di marketing digitale e di come la SEO si inserisce in una strategia complessiva. 

Esistono molti corsi online e gratuiti di marketing digitale che puoi seguire per ottenere qualifiche specifiche o migliorare le tue abilità generali. 

La maggior parte dei lavori disponibili sul mercato rientrerà in almeno uno dei tre tipi di lavoro SEO:

  • Seo in-house
  • Agenzia SEO
  • Freelance SEO

La tua scelta dipenderà dalle tue competenze, dalle tue specialità e dal modo in cui lavori meglio. Se vuoi fare carriera nella SEO, cerca guide, poni domande e unisciti alle community SEO online per iniziare a fare rete. 

Ruoli SEO comuni

Se decidi di intraprendere una carriera nella SEO, ci sono diversi ruoli che puoi ricoprire. I ruoli SEO in genere hanno a che vedere con il lavoro presso un'agenzia o in-house, ma possono applicarsi anche al lavoro freelance.

In quanto principiante nella SEO, probabilmente ti ritroverai in un ruolo junior. Man mano che acquisirai esperienza e perfezionerai le tue abilità, potrai salire nella scala professionale verso ruoli senior. 

In quanto ai progressi, le prestazioni parlano da sole. Dovrai portare i dati per dimostrare le tue abilità nel migliorare il posizionamento e il traffico di un sito web. 

Posizioni lavorative nella SEO

  • Head Of SEO: Un ruolo SEO manageriale, responsabile della supervisione delle prestazioni e della struttura del dipartimento SEO. L'Head of SEO assicura che la visione del cliente o del brand e gli sforzi SEO siano uniti e incanalati verso gli stessi obiettivi di business.
  • SEO Manager: Questo ruolo SEO supervisiona le campagne e la strategia SEO, ed è di solito interno. Un SEO Manager supporta il resto del team SEO ottimizzando e migliorando il posizionamento dei siti Web mentre assiste o conduce attività di marketing digitale. 
  • SEO Account Manager: In un'agenzia, il SEO Account Manager è responsabile della comunicazione e del reporting con i clienti. Il SEO Account Manager è il collegamento tra i team interni e gli stakeholder esterni.
  • SEO Strategist: Questo ruolo è responsabile dell'auditing e dello sviluppo di una strategia che funzioni all'interno della più ampia strategia di marketing digitale del brand o del cliente. Un SEO strategist di solito lavora con un team SEO Junior, che implementa la strategia.
  • SEO Analyst: Questo ruolo prevede l'analisi dei dati provenienti da una serie di fonti diverse. Un SEO monitora e interpreta i dati di ranking, le metriche sul sito, il CTR e altro su più clienti o siti web. Il suo lavoro supporta il SEO strategist e i team di SEO junior. 
  • SEO Junior/SEO esecutivi: I membri del team SEO Junior sono generalmente responsabili dell'implementazione delle modifiche basate su una strategia SEO. Un SEO Junior o SEO esecutivo è di solito un ruolo meno esperto che collabora in tutti gli aspetti, tra cui la ricerca di parole chiave, la SEO on-page e off-page e le ottimizzazioni tecniche. 
  • Content Writer: I content writer lavorano con i team SEO per produrre contenuti che supportino sia la SEO che la strategia di marketing generale. Un content writer dovrebbe lavorare con la ricerca di parole chiave e comprendere come produrre contenuti ottimizzati per la SEO. 

Se sei un professionista SEO freelance o stai cercando di assumere un professionista SEO, di solito interagirai con:

  • SEO Specialist: sono responsabili della pianificazione e dell'esecuzione della tua strategia SEO. Un SEO specialist di solito conduce un audit sul tuo sito e suggerisce miglioramenti. 
  • Consulenti SEO: ti supportano e ti guidano nella crescita delle tue prestazioni organiche. Un consulente SEO di solito conduce un audit sul tuo sito e ti fornisce un elenco di azioni da implementare. Sono a tua disposizione per guidarti, consigliarti e supportarti.

Come imparare la SEO

Tutti i ruoli SEO richiedono competenze che si sviluppano con il tempo. È probabile che anche un professionista SEO senior stia ancora imparando e perfezionando le proprie competenze, perché la SEO è in continua evoluzione e sviluppo.

In effetti, i SEO di maggior successo sono quelli che continuano ad imparare e si aggiornano costantemente. Fanno rete, leggono blog SEO, si impegnano nella comunità e partecipano a conferenze. 

Quanto tempo ci vuole per imparare la SEO?

La SEO non è un'abilità che si può imparare completamente. Tuttavia, l'apprendimento delle basi della SEO può richiedere da pochi mesi ad alcuni anni, a seconda dei metodi e delle risorse di apprendimento. 

Modi per imparare la SEO

Ci sono diversi modi per imparare a fare SEO. Non c'è un approccio universale. 

Diplomi accademici: puoi ottenere qualifiche SEO ufficiali in alcune università. Le università spesso offrono un modulo o un corso sulla SEO, all'interno di un piano di laurea in marketing. Tra le università che ti permettono di laurearti nella SEO ci sono:

Corsi online: se l'istruzione formale non fa per te o non puoi permettertela, ci sono molti corsi online gratuiti e a basso costo sulla SEO. La maggior parte sono approfonditi, scritti da esperti e offrono una qualche forma di riconoscimento o certificazione alla fine del percorso. 

Scopri di più sui corsi SEO online.

Risorse online: la community SEO è grande e produce diversi contenuti online. Una parte importante della SEO riguarda la produzione di contenuti di qualità, quindi non sorprende che molti esperti SEO abbiano i propri blog e canali. 

  1. Search Engine Journal
  2. Aleyda Solis
  3. Search Engine Land
  4. Search Engine Roundtable

Ci sono anche comunità online a cui puoi unirti per imparare la SEO. Oltre ai gruppi su Facebook, Slack e Clubhouse, ci sono community online a cui puoi partecipare gratuitamente, tra cui:

Sul lavoro: ovviamente imparerai a conoscere la SEO soprattutto lavorandoci. Non ci sono requisiti di conoscenza obbligatori per i ruoli SEO. I criteri principali per un lavoro SEO junior sono: una conoscenza di base della SEO e la volontà di imparare. 

Un ruolo SEO senior richiede esperienza comprovata e dati sulle prestazioni.

Come gli esperti SEO hanno imparato la SEO

A dimostrazione che non esiste un metodo unico per imparare la SEO, ecco alcuni modi in cui gli esperti SEO leader del settore hanno iniziato la loro carriera SEO:

Natalie Arney, consulente SEO e relatrice – “Ho iniziato a lavorare nella SEO dopo 7 anni come insegnante! Insegnavo Business Studies e ICT e cercavo qualcosa in cui trasferire le mie competenze e conoscenze.”

Rand Fishkin, imprenditore e proprietario di Spark Toro – “Il mio processo di apprendimento è iniziato nei forum sulla SEO, dove raccoglievo suggerimenti da persone come Donna, EGOL, Webby e li applicavo ai nostri siti nella speranza di raggiungere buoni posizionamenti."

Rebecca Todd, relatrice e proprietaria di Honeypot Marketing UK – “Un aggiornamento dell'algoritmo cambiò la mia vita. Letteralmente. Ero solo un junior brand exec, ma il mio lavoro divenne quello di recuperare visibilità organica. Così imparai velocemente, attraverso blog, conferenze e networking”.

Brian Dean, imprenditore e proprietario di Backlinko – “Ricordo quando per la prima volta ho provato a imparare la SEO da solo... È stato DAVVERO frustrante. Informazioni contrastanti. Termini confusi. E tecniche che non funzionavano".

Amy Leach, SEO Manager, MAGO – “Dovevo lavorare in TV e cinema. Ma entrando in un'agenzia di marketing come dirigente di ricerca, imparai un po' di SEO come parte di un apprendistato. Non mi sono mai più guardata indietro"

Scopri di più sulla SEO

La SEO è un viaggio: non smettere mai di imparare e provare nuove idee o tecniche. Per un po' di ispirazione, formazione e motivazione, ecco alcune delle migliori risorse online: 

I 5 migliori podcast

  1. Webcology: Questo podcast di Jim Hedger e Dave Davies esplora le ultime novità e gli sviluppi nel mondo della SEO. Hanno anche ospiti illustri che condividono opinioni e suggerimenti. 
  2. SEO 101: Il podcast di Ross Dunn e John Carcutt è incentrato sul mondo della ricerca. Iniziano con le informazioni per i principianti e danno suggerimenti SEO davvero utili da provare.
  3. Voice Of Search: Il podcast di Benjamin Shapiro offre approfondimenti strategici e suggerimenti pratici. Parla anche di come ottenere e utilizzare i dati SEO.
  4. Marketing O’Clock: Il podcast di Greg Finn, Jessica Budde, Christine "Shep" Zirnheld e Mark Saltarelli sul marketing digitale. Le loro divertenti discussioni sulle novità e le più importanti tendenze di marketing sono incentrate su SEO, PPC, e-mail marketing e altro ancora.
  5. Edge of the Web: Il podcast di Erin Spark è incentrato sul lato serio della SEO. Tra gli ospiti passati troviamo John Mueller e Will Critchlow di Google.

I 10 migliori esperti SEO da seguire

  1. John Mueller: John Mueller è il Webmaster Trends Analyst di Google. Su Twitter fornisce suggerimenti e approfondimenti pratici e interagisce regolarmente con la comunità SEO. 
  2. Barry Schwartz: Barry è un patito della ricerca e un esperto SEO. È anche l'editore esecutivo di Search Engine Roundtable e twitta le notizie del settore.
  3. Aleyda Solis: Aleyda Solis è una specialista SEO internazionale pluripremiata. Scrive per molti grandi blog SEO, tra cui Search Engine Land, e fornisce molti consigli e risorse gratuiti nei suoi tweet.
  4. Orit Mutznik: Orit è al centro della community SEO. Lavora come Head of SEO presso Silk Fred e twitta regolarmente studi utili, notizie, strumenti e consiglia esperti da seguire.
  5. Danny Sullivan: Danny è il collegamento per la ricerca pubblica di Google, ascolta la community SEO e aiuta le persone a comprendere la ricerca. Twitta regolarmente aggiornamenti di Google di cui dovresti essere a conoscenza.
  6. Areej AbuAli: Areej è la fondatrice di Women In Tech SEO ed è un'esperta SEO a pieno titolo. Parla regolarmente in tutto il mondo e twitta su risorse, suggerimenti ed eventi. 
  7. Suganthan Mohanadasan: Suganthan è co-fondatore di Snippet Digital. Twitta su SEO tecnica, dati strutturati e talvolta strumenti SEO gratuiti!
  8. Mordy Oberstein: Mordy Oberstein lavora presso Wix come SEO Liaison. Interagisce con la community SEO e twitta informazioni utili sulla strategia e l'implementazione SEO.
  9. March Reutelingsperger: March Reutelingsperger è un consulente di marketing presso Mobe Digital. Parla a grandi eventi SEO e twitta suggerimenti, trucchi e idee sulla strategia SEO. 
  10. Ruth Everett: Ruth Everett è la SEO tecnica di Deepcrawl e istruttrice di Code First Girls. È una sostenitrice delle donne in ruoli più tecnici e ha creato la guida SEO per principianti SEO guide told by dogs

I 5 migliori blog SEO

  1. Search Engine Journal: Essendo uno dei blog SEO più popolari, Search Engine Journal (SEJ) ti offre le ultime notizie sulla ricerca, guide, webinar e istruzioni in materia di SEO. 
  2. Aleyda Solis: Evita la FOMO con il blog SEO di Aleyda e la sua popolare newsletter. Aleyda Solis condivide discussioni approfondite e casi di studio su tecniche SEO sia complesse che di base. Le sue email settimanali sono anche un ottimo modo per tenere il passo con il settore della SEO e sapere cosa sta succedendo nella comunità. 
  3. Search Engine Land: Search Engine Land fornisce anche guide pratiche su SEO, PPC e SEM. Le loro newsletter sono anche utili istantanee degli ultimi sviluppi del settore.
  4. Search Engine Roundtable: Pubblicando notizie e informazioni per tutti i SEM, Search Engine Roundtable è uno dei migliori blog SEO. Scrivono degli ultimi aggiornamenti degli algoritmi, della tecnologia e degli sviluppi del settore.
  5. Semrush: Il blog di Semrush ti tiene aggiornato sulle ultime notizie, gli sviluppi del settore e i trucchi strategici per SEO, PPC e SEM. Seguici per ulteriori informazioni sugli strumenti di Semrush e su come incorporarli nella tua strategia SEO.
Author Photo
Erika VaragouliI create local and global content marketing strategies here at Semrush. I started my career as a journalist, but gradually the world of SEO and content marketing won me over. I am obsessed with creating content people love, Nick Cave, and Italian films. Fueled by caffeine.
Subscribe to learn more about SEO
By clicking “Subscribe” you agree to Semrush Privacy Policy and consent to Semrush using your contact data for newsletter purposes
More about SEO
​Una guida SEO a Yoast per WordPressYoast SEO per WordPress è un potente strumento di ottimizzazione. In questa guida esploreremo come funziona e come integrarlo al meglio con gli strumenti per le parole chiave di Semrush.
11 min read
Che cos'è LCP? Spiegazione del Largest Contentful PaintAbbiamo affrontato i tre Segnali Web essenziali nel nostro precedente articolo sull‘ottimizzazione per l‘aggiornamento Core Web Vitals di Google. Tuttavia, non possiamo parlare di Core Web Vitals senza approfondire un fattore chiave: LCP, noto anche come Largest Contentful Paint.
7 min read