La checklist definitiva per la keyword research

Chiara Clemente

Dec 16, 202112 min read
Keyword Research

Come trovi le keyword giuste per SEO, PPC o content marketing?

La checklist definitiva per la keyword research di Semrush ti guiderà passo passo attraverso il processo con cui creare l'elenco di parole chiave definitivo per le tue campagne SEO, PPC e di content marketing.

Inizieremo con la tua ricerca di keyword iniziale e finiremo mappando la tua strategia di contenuti, ottimizzata per le parole chiave giuste in base all'intento di ricerca.

Semrush analizza oltre 20 miliardi di keyword nei suoi database globali e per questo è il luogo perfetto per iniziare la tua keyword research.

Chiedi a questi 137 esperti perché amano Semrush.

La checklist che abbiamo creato offre un processo semplice che chiunque può utilizzare per iniziare a creare elenchi principali di keyword target in qualsiasi mercato o nicchia.

Tutto ciò che serve è:

  • Un account Semrush
  • Microsoft Excel o un altro programma simile

In questo post entrerò nei dettagli su come funziona ogni passaggio. Per salvare la checklist e tenerla come riferimento, scarica la versione PDF che trovi qui sotto.

img-semblog

Con un po' di pratica, userai le funzionalità del nostro strumento di keyword research e genererai elenchi di parole chiave in meno di trenta minuti.

1. Cerca la tua keyword principale nella barra di ricerca

Cominciamo dall'inizio. Pensa alla singola parola o frase che potrebbe portare gli utenti a visitare la tua home page dopo una ricerca su Google.

Forse è un prodotto che vende il tuo sito, un problema comune che i tuoi clienti devono affrontare o una domanda a cui il tuo sito Web risponde. Decidi qual è la keyword che meglio rappresenta il vantaggio di andare sul tuo sito e usala per iniziare questo processo. Una frase di 1-2 parole funzionerà meglio.

Tieni presente che la keyword research dovrebbe essere flessibile e creativa, quindi puoi sempre ricominciare il processo con una parola chiave diversa.

Quando inserisci la tua keyword nella barra di ricerca di Semrush, l'interfaccia ti mostra un report di Panoramica keyword.

Ad esempio, supponiamo di gestire un sito Web che offre consigli e prodotti per il giardinaggio. Passerò attraverso il processo di ricerca iniziando con la keyword "pianta di pomodoro".

img-semblog

Da questa dashboard puoi individuare tutti i dati che Semrush ha sulla parola chiave "pianta di pomodoro". In alto sono mostrati:

  • il volume di ricerca mensile
  • il numero di risultati
  • il costo per clic
  • l'intento di ricerca
  • il livello di competizione
  • le tendenze stagionali

Le varianti delle parole chiave, le domande e le parole chiave correlate sono visualizzate in anteprima di seguito e ti forniranno elenchi estesi di idee per le tue keyword. Se clicchi su uno dei widget di anteprima, aprirai Keyword Magic Tool, che è il passaggio successivo.

2. Usa il Keyword Magic Tool per trovare parole chiave a coda lunga

I professionisti della SEO e del PPC classificano le keyword in tre categorie principali in base alla loro popolarità e specificità: la "testa", il "corpo" e la " coda lunga" del grafico sottostante, che misura il volume di ricerca e il tasso di conversione delle parole chiave.

I termini di testa, indicati anche come "coda corta", sono spesso frasi di ricerca di una o due parole che non hanno un intento chiaro.

Le frasi del corpo sono leggermente più specifiche e di solito contengono più parole. Con più parole nella query di ricerca, puoi iniziare a farti un'idea più chiara dell'intento del ricercatore.

Le parole chiave a coda lunga, o long-tail keywords, generalmente contengono tre o più parole, hanno un volume di ricerca inferiore e illustrano una situazione o un intento di ricerca specifico.

Il modo più semplice per pensare a queste keyword è attraverso il seguente grafico.

img-semblog

In questo esempio:

Frase di testa: "pianta pomodoro" è una query di alto livello con un volume di ricerca elevato.

Frasi del corpo: "quando piantare i pomodori" / "pianta di pomodoro in vaso" mostrano un intento specifico con volumi di ricerca medi inferiori.

Long tail: "quando le foglie delle piante di pomodoro diventano gialle" è una query molto specifica con un volume di ricerca ancora più basso.

Queste sono chiamate "parole chiave a coda lunga" perché si trovano nella "coda" lunga che si estende a destra nel grafico, poiché il volume di ricerca è generalmente piuttosto basso ma il potenziale tasso di conversione è elevato, in quanto la query mostra un intento molto specifico.

In generale, man mano che il volume di ricerca diminuisce, si visualizzano più parole chiave a coda lunga e il tasso di conversione aumenta.

I marketer possono ottimizzare i loro contenuti abbinando keyword a coda lunga, per conversioni potenziali più elevate, a keyword di testa, che hanno un volume superiore ma concorrenza SEO e a pagamento molto più elevate.

Come trovi queste parole chiave ad alto potenziale? Il modo migliore per trovare keyword a coda lunga su Semrush è usando il Keyword Magic Tool. Questo strumento genera un elenco di frasi di ricerca estese in base alla parola chiave inserita.

Ad esempio, esaminiamo un report di Keyword Magic Tool per la parola chiave "pianta pomodoro". Se hai un account Semrush, clicca qui per visualizzare questo report.

img-semblog

Da qui possiamo vedere un lungo elenco di parole chiave basate sulla frase "pianta pomodoro", classificate in ordine di volume di ricerca.

Ciò significa che scorrendo il report puoi trovare le keyword meno popolari e più specifiche.

Puoi anche filtrare il tuo report con:

  • il filtro domande
  • il filtro del tipo di corrispondenza
  • i sottogruppi a sinistra
  • i filtri per metriche come Keyword Difficulty (KD%), CPC, intento + altro.
img-semblog

La frase a coda lunga, "quando le foglie delle piante di pomodoro diventano gialle", ha meno volume (10) rispetto alle frasi del corpo "quando piantare i pomodori" (1,9k) e "pianta di pomodoro in vaso" (480) o anche della frase di testa, "pianta pomodoro" (2,9k).

img-semblog

Sebbene la frase a coda lunga abbia il volume minimo, sarà una keyword più facile da prendere di mira grazie alla specificità della query.

Per convertire i visitatori, li informeremo che una possibile ragione per cui le piante ingialliscono è un basso livello di azoto nel terreno. Quindi, oltre alle informazioni che rispondono alla domanda degli utenti, potremmo offrire loro una soluzione, come un kit di prova per controllare i livelli di azoto del terreno.

Vedi come funziona?

Più chiara è l'intenzione dell'utente, più facile sarà per te scegliere una parola chiave target e più facile sarà offrire una soluzione pertinente al problema dell'utente.

Spiegheremo come l'intento dell'utente si inserisce nel tuo funnel di marketing nel passaggio 9 di questa checklist.

3. Applica i filtri per la Keyword difficulty (SEO) o la Densità competitiva (PPC)

Forse hai problemi a scorrere questo lungo elenco di keyword per trovare gli obiettivi più realistici. Fortunatamente, Semrush fornisce dei filtri che ti consentono di eliminare le parole chiave altamente competitive su cui non vale la pena investire il tuo tempo.

In ogni report di parole chiave, ci sono due utili metriche che misurano la concorrenza:

  1. Keyword Difficulty per la SEO: misurata da 0-100
  2. Densità competitiva per il PPC: misurata da 0-1,00

Un punteggio di Keyword Difficulty alto significa che ci sono domini autorevoli che si classificano nella prima pagina dei risultati di Google e che quindi sarà difficile superare i siti già presenti nei risultati organici.

Un punteggio di Densità competitiva elevato indica che c'è un numero elevato di domini che fanno offerte per la keyword.

Per tentare di classificare un annuncio PPC per una parola chiave con un costo per clic elevato e un'elevata Densità competitiva, devi effettuare un'offerta costosa e impostare una landing page perfettamente ottimizzata. Sarebbe meglio se, per iniziare, ti concentrassi su parole chiave con una bassa Densità competitiva.

Per la SEO, dovresti concentrarti su parole chiave con una bassa Keyword Difficulty. Spesso, esiste una correlazione tra keyword più lunghe e Keyword Difficulty e concorrenza minori.

Guarda il confronto tra i livelli di competizione e di difficoltà nel nostro esempio:

img-semblog

Man mano che le frasi diventano più specifiche, la Keyword Difficulty e la Densità competitiva diminuiscono.

È interessante notare che "pianta di pomodoro in vaso" ha un punteggio di difficoltà organica inferiore rispetto a "quando piantare i pomodori" nonostante abbia una densità competitiva più alta.

In questo caso, sarebbe probabilmente più facile prendere di mira "pianta di pomodoro in vaso" con la SEO, piuttosto che con la pubblicità.

Per analizzare solo le keyword più fattibili, applica i filtri per eliminare le parole chiave con punteggi di Keyword difficulty e Densità competitiva elevati.

Puoi applicare contemporaneamente i filtri per entrambe le metriche a un report. Nell'esempio di seguito puoi vedere dove trovare le opzioni di filtro.

img-semblog

4. Applica i filtri per l'intento di ricerca

Il nuovo filtro per l'intento di Semrush è un filtro esclusivo che permette di analizzare e concentrarsi su keyword mirate in base all'intento di ricerca.

I quattro tipi di intenti di ricerca possono indicarti lo scopo alla base della ricerca di un utente.

L'intento informativo indica un interesse a raccogliere informazioni, mentre l'intento transazionale e quello commerciale indicano un interesse ad agire o a realizzare un acquisto in futuro. L'intento di navigazione, invece, indica che un utente sta semplicemente utilizzando il motore di ricerca per raggiungere una pagina o un sito Web specifico su Internet.

Pertanto, a seconda degli obiettivi della tua campagna, dovresti cercare tipi di intenti di ricerca diversi.

Vuoi aumentare la tua brand awareness e costruire autorità? Aggiungi un filtro per l'intento informativo e trova le keyword a cui puoi puntare con contenuti educativi utili.

img-semblog

Hai bisogno di più traffico ad alto intento che porti conversioni? Filtra per l'intento transazionale per ispezionare le parole chiave di questo tipo.

img-semblog

Anche in questo caso, questi filtri possono essere combinati con i filtri sopra menzionati. Ad esempio, la combinazione di un filtro per keyword commerciali + Keyword difficulty Semplice potrebbe farti scoprire opportunità per attirare traffico prezioso.

img-semblog

5. Invia l'elenco filtrato a Keyword Manager

Questo passaggio è abbastanza semplice, ma necessario. Ogni volta che generi un elenco filtrato di termini, assicurati di inviarlo al Keyword Manager.

Ciò ti consente di combinare tutte le tue ricerche in un file principale contenente fino a 1.000 keyword. Quando esporti le parole chiave da Keyword Magic Tool, puoi scegliere di selezionare tutte le parole chiave, le prime 100, le prime 500 o keyword singole, utilizzando le caselle di controllo nella colonna all'estrema sinistra.

img-semblog

6. Fai riferimento al filtro delle keyword correlate per trovare più argomenti

Dopo aver trovato le corrispondenze a frase in base alla tua parola chiave originale, puoi identificare le ricerche più strettamente correlate. Mantenendo la keyword principale nella barra di ricerca, cambia il filtro Corrispondenza a frase con quello di Keyword correlate.

Le parole chiave in questo elenco si basano sulla loro pertinenza con la parola chiave richiesta o su quanto i risultati della ricerca di queste parole chiave sono simili ai risultati della ricerca della parola chiave richiesta.

Ciò ti consente di trovare più frasi di ricerca correlate al tuo argomento, che potrebbero non contenere nemmeno la tua keyword target principale nella query.

img-semblog

Anche in questo caso, il report può essere filtrato per Keyword Difficulty e Densità competitiva. Scegli le parole chiave correlate dell'elenco che ti colpiscono e inviale al tuo elenco di Keyword Manager.

7. Ripeti i passaggi 2-6 per eventuali keyword aggiuntive

Ripeti il processo che hai seguito con la tua keyword originale ma con argomenti aggiuntivi che ritieni che il tuo sito dovrebbe prendere di mira.

Inserisci il tuo primo nuovo argomento nella barra di ricerca e consulta un altro report con Corrispondenza a frase con i filtri desiderati.

Dopo aver raccolto un altro elenco di parole chiave target, esporta l'elenco e ripeti per ogni argomento correlato che ti interessa. Invia tutte le tue esportazioni all'elenco di Keyword Manager.

8. Aggiorna le metriche del tuo elenco principale nel Keyword Manager

Il passaggio successivo consiste nell'esportare l'elenco principale da Keyword Manager. La cosa grandiosa di questo strumento è che puoi aggiornare le metriche prima di esportare il tuo elenco per essere sicuro che il file esportato abbia le metriche più recenti.

Basta premere il pulsante "Aggiorna metriche" sopra l'elenco per ottenere i dati Semrush più recenti su livello di concorrenza, KD%, funzionalità SERP, potenziale di clic e principali concorrenti.

img-semblog

Una volta aggiornato l'elenco, le righe saranno verdi e vedrai il potenziale di clic e le altre metriche aggiornate.

img-semblog

Quindi, esporta il tuo elenco in un foglio di calcolo.

Questo foglio di calcolo sarà un prezioso documento di riferimento durante la tua campagna SEO o PPC.

Ci sarà una colonna per la keyword, una per il volume di ricerca, una per l'indice di keyword difficulty, una per il CPC, una per il livello di concorrenza, una colonna per il numero di risultati e infine una per la tendenza. Il numero di risultati e la tendenza non contano molto in questo processo, quindi puoi ignorare queste colonne o eliminarle dal foglio di calcolo.

Un semplice trucco per organizzare il foglio di calcolo consiste nell'aggiungere la formattazione condizionale per colorare le colonne delle metriche.

Innanzitutto, aggiungi i filtri al tuo documento ed evidenzia la colonna che desideri formattare.

Quindi, assicurati di essere nella scheda "Home" e seleziona Formattazione condizionale per aggiungere una scala di colori a ciascuna colonna che misura valori (volume, KW difficulty, CPC e densità competitiva).

img-semblog
Usa la formattazione condizionale per aggiungere i colori al tuo foglio di calcolo

Volume — verde per alto, rosso per basso

KW Difficulty — verde per basso, rosso per alto

CPC — verde per basso, rosso per alto

Densità competitiva — verde per basso, rosso per alto

Aggiungere un colore a queste metriche ti aiuterà a visualizzare e scegliere le keyword più realistiche e gratificanti. Ora puoi cercare le parole chiave più "verdi", ovvero quelle con il maggior volume e la minore concorrenza. Il passaggio successivo sarà più noioso se hai un'enorme quantità di parole chiave, ma si rivelerà fruttuoso nel tempo.

9. Raggruppa il tuo elenco principale in base all'intento delle keyword e pianifica la tua strategia per intento

Quest'ultimo passaggio ha bisogno di un po' di pensiero critico, ma sarà essenziale per massimizzare l'uso della tua ricerca.

Oltre a sapere cosa cerca il tuo pubblico (keyword), ti consigliamo di concentrarti anche sul perché effettua queste ricerche (intento).

Ci sono centinaia di articoli scritti da esperti SEO su come classificare l'intento e separare le keyword con basso e alto intento.

L'intento di ricerca è essenzialmente l'obiettivo della persona che effettua la ricerca su Google. Forse l'utente cerca informazioni generali, una ricerca sul prodotto o un sito Web per realizzare un acquisto.

Semrush raggruppa le parole chiave in quattro categorie di intenti:

  • Informazionale: Ricerche di informazioni generali o risposte a domande frequenti specifiche. Keyword con le parole chi, cosa, dove, perché e come indicano in modo chiaro questo intento. Keyword di una sola parola come "pomodori" o "giardinaggio" rientrano in questa categoria.
  • Navigazionale: Ricerche su una posizione fisica specifica o una pagina Internet. "Tomato pie cafe harrissburg" rientra in questa categoria perché l'utente vuole navigare verso un negozio specifico.
  • Commerciale: Ricerche su prodotti, servizi o brand. "Migliori", "uomo", "donna" o altri modificatori del prodotto indicano comunemente intenti commerciali. "Miglior fertilizzante per pomodori" è un esempio di ricerca con questo intento.
  • Transazionale: Ricerche con un alto intento di realizzare un acquisto o un'azione (come scaricare file o iscriversi a una newsletter) nel futuro più immediato. Le keyword che contengono una richiesta di informazioni su prezzo, coupon, costi di spedizione e il processo di acquisto rientrano in questa categoria. "Comprare pomodori economici", per esempio.

Più l'intento di ricerca è specifico per una parola chiave, più è facile fornire agli utenti ciò che stanno cercando.

Per fare un ulteriore passo avanti, l'intento del ricercatore può effettivamente essere allineato con il tuo funnel di marketing.

Il modo più semplice per farlo è mappare le quattro categorie di intenti sul modello AIDA (Consapevolezza, Interesse, Desiderio, Azione). Come le categorie degli intenti di ricerca, AIDA ha quattro fasi.

img-semblog

La Consapevolezza (conoscenza generale delle informazioni) è il primo passo del funnel, che porta all'Interesse (curiosità sull'argomento), quindi al Desiderio (volere qualcosa per risolvere un problema) e infine all'Azione (acquistare un prodotto, sottoscrivere un abbonamento, eccetera).

Una volta identificato il search intent di una parola chiave, puoi classificare dove si trova nel funnel di conversione. Ogni keyword nella tua strategia ha anche un posto nel tuo funnel di marketing.

img-semblog

Torna al tuo elenco di keyword e ordinalo per intento. Quello che puoi fare da qui è pianificare il tuo sito web/la tua strategia di marketing allineando i tuoi messaggi con l'intento di ogni ricerca.

Le quattro diverse fasi della conversione dovrebbero essere prese di mira con aree diverse del tuo sito e, identificando le parole chiave che si adattano a ogni fase del funnel di conversione, puoi condurre una campagna di marketing ottimizzata.

Ad esempio, puoi puntare a tutte le query informative con contenuti educativi di alto livello che rispondono alle domande delle persone.

Per le keyword navigazionali, dovresti assicurarti che il tuo sito sia facile da trovare per ogni ricerca. In caso contrario, scopri come ottimizzare il tuo brand/la tua visibilità complessiva, soprattutto se ci sono problemi tecnici sul tuo sito.

Infine, le ricerche commerciali e transazionali potrebbero essere prese di mira in modo più aggressivo con annunci a pagamento e landing page che facilitino l'acquisto agli utenti con un'alta intenzione di acquistare.

Conclusioni

Speriamo che questa checklist possa aiutarti a creare il tuo primo elenco di keyword principali e a capire meglio il tuo mercato di ricerca specifico. Cerca le migliori keyword nel tuo mercato e crea un elenco principale per pianificare la tua strategia SEO e PPC.

Un elenco completo di keyword target è una risorsa inestimabile per qualsiasi strategia SEO, PPC o di contenuti. Se riesci a padroneggiare questo processo, svilupperai una grande abilità che ti aiuterà in tutte le aree del marketing digitale.

Share
Author Photo
A digital marketer with a real passion for videos. I found my dimension in Semrush by creating engaging video content that helps digital marketers all over the world develop their online visibility with actionable advice.