logo-small
Funzionalità Prezzi
Notizie 0
Ultime notizie Visualizza tutti

Momentaneamente non disponibili. Torna in un secondo momento.

Visualizza tutti
Webinar 0
Prossimi webinar Visualizza tutti
Prossimi webinar

Spiacenti, non abbiamo trovato prossimi webinar previsti.

Vedi webinar registrati
Blog 0
Post recenti Visualizza tutti

Momentaneamente non disponibili. Torna in un secondo momento.

Visualizza tutti
Francesca Savoca

Social media strategy: le sei chiavi del successo

Francesca Savoca
Social media strategy: le sei chiavi del successo

Guida alla pianificazione della strategia social di un’azienda o brand

Una buona social media strategy si basa su alcuni elementi chiave. In questo articolo ti propongo sei elementi che possono rendere la tua strategia un successo.

Prima di elencarti questi punti magari ti stai chiedendo “A cosa mi serve una social media strategy? Perché dovrei usarla?”.

Variegato, mutevole, veloce e dinamico: queste sono alcune delle peculiarità che delineano il contesto sociale in cui viviamo. Questo nuovo mondo è caratterizzato da utenti multitasking e always connected, dove molto spesso la vita offline si trasferisce online, sui social network sites.

I social media, oggi, hanno assunto e continuano ad assumere sempre più importanza. Tutti abbiamo un profilo sul nostro social network site preferito e ci rivolgiamo a lui per cercare notizie, informazioni sia di carattere generale sia sui prodotti che siamo intenzionati ad acquistare. I brand lo hanno capito e anche loro si sono integrati nel nuovo contesto, cercando di essere " presenti" anche sui social. Questa integrazione nel mondo on line non è facile, ma va pianificata con cura ed attenzione: occorre quella che si definisce una Social Media Strategy.

L’online cambia le regole del gioco!

Dati alla mano, in tutto il mondo sono 3.42 miliardi le persone che usano internet e 2.31 miliardi gli utenti che usano i social media. Questo trasmigrare di anime, da offline ad online, impone un cambio di strategia anche ai brand presenti sul mercato, che si trovano costretti a fidelizzare il vecchio pubblico ed intercettarne di nuovo.

La necessità di una social media strategy per gestire la propria presenza online nasce dal fatto che giornalmente miliardi di persone si riversano sui social per scambiarsi opinioni, cercare pareri sui prodotti che vorrebbero acquistare, consultando sia canali aziendali sia i famosi opinion leader della propria community

Questo ci fa capire che le vecchie tecniche di marketing come i messaggi veicolati dalla tv e la cartellonistica hanno sempre meno presa sul pubblico, ed è quindi necessario introdurre nuove tecniche più adatte al nuovo contesto sociale che si è formato. Gli utenti sono sempre più influenzati dalle dinamiche che si sviluppano sui social media, poiché sono diventati lo strumento maggiore attraverso il quale vengono veicolate le informazioni.

Chi di noi prima di acquistare il prodotto tanto desiderato non consulta un blog o intercetta pareri sulle community? Chi meglio degli utenti che già utilizzano quel prodotto può descriverci le caratteristiche, eventuali problemi o dinamiche d’uso.

Ma cosa cercano effettivamente gli utenti sui social media? Cercano opinioni, informazioni, pareri, recensioni sui prodotti e, soprattutto, le emozioni che gli altri acquirenti hanno provato dopo essere entrati in possesso di quel determinato prodotto. Letta in questo modo la risposta può sembrare molto banale, ma non è così.

Quello che ricercano gli utenti sui social media non va assolutamente considerato banale, al contrario: un brand deve avere bene in mente queste dinamiche, poiché influenzano i futuri sviluppi di un marchio aziendale. Il brand, che si direzioni anche nel mercato online, deve curare il proprio bagaglio di marketing tradizionale e ampliarlo con nuove tecniche che si adattino alle dinamiche dei social media.

Successo e visibilità

Una volta che un brand entra nel panorama online, la prima cosa a cui punta è ottenere visibilità, ma non è cosa semplice poiché deve fare i conti con numerosi competitors. Per riuscire ad essere visibile agli occhi dei potenziali clienti è necessario che venga pianificata una strategia social di successo.

La social media strategy è una pianificazione di tutte le attività che il brand vuole sviluppare attraverso i suoi canali social per farsi conoscere e per curare la propria reputazione. Non solo la strategia fa capire all’azienda quanto budget deve stanziare e dove andare ad investire risorse, sia economiche che umane, ma anche quali possono essere i risultati che si otterranno

Attenzione: non basta soltanto pianificare le attività per le diverse piattaforme, ma è opportuno, o meglio dovremmo dire è fondamentale, che la social media strategy sviluppata sia “Integrata”.

Cosa vuol dire Integrata? In questo contesto assume un duplice valore:  

  • Online: una volta pianificata la strategia e individuati i diversi canali social da utilizzare è buona norma che quest’ultimi non siano lasciati a sé stessi. È necessaria un’integrazione tra le varie piattaforma, per raggiungere un pubblico più ampio.

  • Offline: dopo che la strategia online è stata lanciata, questa deve essere supportata, o integrata per l’appunto, con operazioni di marketing tradizionale come eventi e pubblicità.

Prima di andare oltre è meglio mettere in chiaro un punto di estrema importanza: per sviluppare un’ottima strategia social non si deve usare solo Facebook, perché è il social che tutti conoscono, ma non si devono neanche aprire altri mille account su diverse piattaforme poiché, se non alimentati con contenuti originali e non curati a dovere, risulterebbero improduttivi e contro producenti.

Se pensi di aprire una pagina su Facebook, un profilo Twitter ed uno LinkedIn perché sono i social più utilizzati e li hanno tutti allora la tua social media strategy parte male in partenza.

La scelta di quale social è meglio utilizzare è un passaggio fondamentale che va ponderato e studiato con molto anticipo. Ricorda: è meglio avere poche presenze ma ben curate che tanti account abbandonati a sé stessi.

È fondamentale capire questo passaggio perché quello che decreterà il successo della tua strategia non sarà il numero di like, ma l’engagement dei tuoi follower, così come scrive in un suo articolo Peter Friedman.

Le parole di Friedman ci ricordano che avere successo sui social media significa trasformare l’interazione che si stabilisce con gli utenti in risultati misurabili, e questo come può avvenire? Per prima cosa ascoltando ciò che gli utenti vogliono o hanno da dire, rispondere alle loro richieste, ai loro dubbi ed alle loro perplessità. In secondo luogo bisogna osservare il mercato per creare delle opportunità di business concrete e solide, individuando gli influencer, ovvero coloro che faranno conoscere il tuo brand alla collettività presente online.

Social network: Sei chiavi per il successo

Come pianificare la strategia social di un'azienda o brand

Fino ad ora abbiamo cercato di spiegare che cos’è una Social media strategy, perché è importante ed il motivo per cui ogni brand che vuole farsi conoscere sui social deve metterla in pratica. Come abbiamo accennato all’inizio, una buona strategia social si basa su alcuni elementi chiave. Di seguito, alcuni consigli da seguire per impostare correttamente la presenza online della tua azienda o del tuo brand sui social media.

  1. Stato dell'arte: questa è la fase della pianificazione, è in questo passaggio che imposterai l’architettura della tua social media strategy. Vanno stabiliti gli obiettivi che si vogliono raggiungere e si deve dare una risposta alle domande che un’azienda si pone, come ad esempio: Che tipo di pubblico voglio intercettare? in quale settore di mercato mi devo inserire? Quali sono gli elementi che ho a disposizione per la mia strategia? Durante i vari brainstorming che dovrai effettuare in questa fase bisogna mettere nero su bianco il budget da destinare ai social, studiare bene il proprio sito e i suoi contenuti, per creare un’ottima sinergia tra sito e social.
  2. Analisi: finita la pianificazione, il passo successivo è l’analisi del mercato. In questa fase devi studiare i tuoi competitors, il loro prodotti, la loro strategia, l’uso che fanno dei social. Nello studiare la concorrenza devi individuare i loro punti di debolezza e sfruttarli al meglio. Il modo migliore per farlo è usare la Swot Analysis. La SWOT è una tecnica che viene usata per individuare i punti di forza, le debolezze, le opportunità e le minacce di un prodotto o di un’azienda ed è un supporto per la definizione delle strategie aziendali.
  3. Scelta dei social: durante questo step della tua social media strategy devi scegliere i canali che più si adattano al tuo brand o alla tua azienda. Sembra il punto più semplice da portare a termine, in realtà è quello più difficile, poiché basta un attimo per farsi prendere la mano. Per prima cosa devi capire quale canale social si adatta meglio alla tua strategia e creare una sinergia tra questo e il tuo sito. Esistono diversi canali social ed ognuno ha le sue caratteristiche, ad esempio se devi promuovere il tuo e-commerce, Pinterest è sicuramente quello più congeniale alla tua causa, se invece punti sul costume service ti consiglio Twitter. Come ti ho già detto, per il successo di una social media strategy l’importante non è aprire tanti profili, ma pochi e ben curati.
  4. I contenuti: la quarta chiave per il successo della vostra strategia sono i contenuti. I contenuti devono essere ben studiati e coinvolgenti e bisogna avere ben chiaro a quale pubblico ci rivolgiamo. Se il tuo brand si rivolge ad un pubblico giovanile puoi usare un linguaggio colloquiale, se ti rivolgi ad un pubblico di esperti, invece, dovrai usare un linguaggio professionale e servirti di termini specifici. Per dare un ordine ai contenuti che scrivi, stila un piano editoriale che ti aiuti a stabilire i giorni in cui postare, prevedendo una diversificazione dei contenuti.
  5. Ascolto: dopo definito la tua social media strategy e iniziato ad usare i canali social, non dimenticare di monitorarli. Un passaggio importante è ascoltare il buzz online che si forma intorno al tuo brand o al tuo prodotto, in questo modo avrai ben chiare le opinioni e i pensieri che i clienti hanno della tua azienda e, sulla base di queste informazioni, potrai modificare, se necessario, la strategia social. In questa fase occorre rispondere anche alle domande che i clienti ti rivolgono.
  6. Il Brand: sui social per farsi riconoscere bisogna creare il proprio stile, sia di scrittura che grafico. Anche l’occhio vuole la sua parte e per riuscire in questo bisogna che i contenuti che vengono pubblicati sui canali social siano in linea con quelli del sito aziendale: incorpora quindi il logo ed usa gli stessi colori del sito.

E la tua social media strategy tiene conto di questi sei passaggi?

Quali di questi hanno a tuo giudizio hanno una importanza decisiva?

Aspetto i tuoi commenti.

Francesca è co-founder di Maiscom, spinoff di comunicazione e marketing della holding Information Sharing Company specializzata in Big Data e Business Intelligence. Appassionata di vignette, disegno creativo e visual storytelling ha unito passioni e competenze occupandosi di strategia, comunicazione e marketing digitale.

2000 simboli rimanenti
Luigina la Rizza
Luigina la Rizza
Ciao Francesca,
mi trovo in questa situazione: ho un blog attivo da ieri con 5 post e ho già attivi i canali social senza aver pubblicato finora nulla. Come mi regolo per la pubblicazione? Mi spiego meglio: so che la frequenza di pubblicazione va dalle 2-3 volte al giorno, avendo solo 5 post anche pubblicando un solo post al giorno in 5 giorni finirei. Spero che tu mi possa dare una mano.
Grazie
Have a Suggestion?