logo-small
Funzionalità Prezzi
Notizie 0
Ultime notizie Visualizza tutti

Momentaneamente non disponibili. Torna in un secondo momento.

Visualizza tutti
Webinar 0
Prossimi webinar Visualizza tutti
Prossimi webinar

Spiacenti, non abbiamo trovato prossimi webinar previsti.

Vedi webinar registrati
Blog 0
Post recenti Visualizza tutti

Momentaneamente non disponibili. Torna in un secondo momento.

Visualizza tutti
Kate Makulova

Il Diario di SEMrush: Social Media Strategies

Kate Makulova
Il Diario di SEMrush: Social Media Strategies

L’evento Social Media Strategies, che ha avuto luogo a Bologna il 14 e 15 ottobre, ha condensato il must-have del Social Media Marketing in 40 sessioni super-formative, lasciando però anche ampio margine per il networking e il divertimento. Organizzato da gt idea Team, leader in Italia nella formazione sul Web Marketing, l’evento ha riunito i maggiori esperti di Social Network, Video Marketing, Analisi di Social Media e Pubblicità.

Il programma della manifestazione è stato strutturato in tre percorsi paralleli, in modo che ciascun partecipante potesse scegliere, a seconda dei propri interessi, o delle proprie necessità di lavoro, su quale argomento approfondire le conoscenze già in possesso, o informarsi su un settore nuovo.

Il Diario di SEMrush: Social Media Strategies

Una delle sessioni del percorso Social Management and Communication è stata diretta dalla nostra Head of Social MediaOlga Andrienko, ideatrice della Twitter chat di SEMrush. Olga ha presentato #semrushchat come case study, mostrando come il lancio della chat abbia rafforzato la relazione con i marketers online, e fatto crescere la comunitá social di SEMrush di un 450% in soli 6 mesi.

Inoltre, in occasione dell’evento, il team di SEMrush ha anche avuto l’opportunità di far conoscere a tutti i presenti il nuovo Social Media Tool del brand, disegnato per aiutare i professionisti del marketing a tracciare gli aspetti più rilevanti, relativi alla presenza della concorrenza sui social: audience, attività ed engagement degli usuari in Facebook, Twitter e Google+. Abbiamo ricevuto molti feedback interessanti, che saremo lieti di condividere con voi nella nostra sezione Uservoice, grazie ai quali abbiamo capito che, effettivamente, i marketers italiani hanno una gran voglia di approfondimenti sui Social Media.

Social Media Strategies è stato all’altezza del suo nome e ha creato vero fermento nei canali social ad esso dedicati. Nei due giorni della manifestazione, l’hashtag #smstrategies é stato utilizzato 5.2K volte in Twitter (dati di datalytics.it), entrando nel Top 10 regionale dei trends di Twitter. Il team di SEMrush non e’ rimasto in disparte, ma ha partecipato attivamente condividendo i momenti piu’ significativi sui social network. 

I social non sono stati solo un argomento di formazione all'SMStrategies: essendo soprattutto uno spazio di condivisione, in cui c'è posto anche per il divertimento e, appunto, la socializzazione, abbiamo voluto dare l’opportunità a tutti i presenti di farsi fotografare con i loro amici e condividere le foto con i loro followers.

Se anche tu hai partecipato a SMStrategies, puoi trovare il nostro fotoalbum dell’evento sulla pagina Facebook di SEMrush Italia. 

Il Diario di SEMrush: Social Media Strategies

Non dimenticare di taggare i tuoi amici! 

SMStrategies è stato un’ottima occasione per ritrovare i vecchi amici, ma anche per fare nuove conoscenze. Abbiamo scambiato con tutti loro le impressioni sull’evento e discusso degli ultimi trend nel settore Social Media. Condividiamo con voi le opinioni di alcuni speaker e specialisti del settore, sulle strategie social media in relazione agli eventi, così come il ruolo che devono avere i Social Network nel Web Marketing. 

Il Diario di SEMrush: Social Media Strategies

Come e’ andata la tua giornata di #SMStrategies?

Qual è, secondo te, il modo migliore per collegare la propria presenza online e offline ad un evento? 

Salvatore Russo:

Gli eventi sono un elemento fondamentale nella mia strategia di comunicazione. Mi permettono di rafforzare legami e tessere nuovi rapporti! Un lavoro di alta sartoria insomma, con il quale ho realizzato un ottimo tessuto di contatti per poter volare online e planare su una morbida empatia offline.

C'è un solo modo di vivere bene questi eventi: viversi davvero l'evento

Mi spiego: chi partecipa all'evento postando continuamente sui canali social, commette 2 errori: trascura chi è lì, fisicamente, e dimentica che gli utenti online sono già bombardati dagli account ufficiali. Io, personalmente, posto qualcosa ad inizio evento per creare un po' di empatia, fotografo l'impossibile durante l'evento e posto con calma nei giorni/settimane/mesi/anni successivi.

Social Media Strategies, ha confermato il nuovo trend in casa GT Idea, eventi su più giorni con settordici relatori. Una scelta forte, generosa e vincente. Unico neo: la location, bellissima, ma non più adatta a eventi di questo tipo.

Michaela Matichecchia:

La mia giornata di #smstrategies sui social è andata molto bene. Il mio intervento sull'Influencer marketing è stato il primo della seconda giornata e mi ha consentito di rimanere in testa alla classifica degli "speaker più citati" fino a fine giornata. 

Ad un convegno o un evento live, mi affido alla spontaneità e mi faccio guidare dal real time, ma con programmazione

Decido gli account da coinvolgere e i ruoli, le piattaforme da presidiare e le azioni da compiere. Uso Twitter e Periscope per raccontare l'evento, ma partecipo alle conversazioni lanciate dagli altri sugli altri social, come Facebook e Google+. L'importante è divertirsi online come ci si diverte offline, comportarsi nello stesso modo in rete come nella vita reale. Sentirmi dire "ti ho visto al #smstrategies" da chi ha solo seguito l'hashtag su twitter mi rende felice, perché mi da la sensazione di aver annullato il gap che c'è tra online e offline.

"Be digital, be real", non a caso, è il mio mantra.

Dario Ciraci:

Ogni evento a cui partecipiamo è sempre un concentrato pure di emozioni! Anche questa volta possiamo ritenerci soddisfatti della giornata trascorsa al #smstrategies perché ci ha permesso di dialogare e confrontarci con colleghi del nostro settore, oltre che rivederli fisicamente, ma anche di conoscere tanta nuova e bella gente!

Il senso di collegare la propria presenza online a quella offline è essenzialmente presenziare, cioè esser presenti agli eventi poter raccontare quanto si sta “ricercando”, con l'obiettivo di stimolare le menti e la curiosità degli ascoltatori

Valentina Vellucci:

Più che una giornata è stata una maratona! Uno sprint di idee, networking ed emozioni positive. Assolutamente da ripetere!

Il mondo online e quello offline bisogna concepirli come due dimensioni che si compensano e che non sono l'una l'opposto dell'altra

L'online non è altro che una proiezione dell'off line e viceversa. Entrambi contribuiscono a costruire un ricordo del nostro presente. Se quel ricordo è costruito attraverso meccanismi empaticicome la voglia di ascoltare, far divertire, scambiarsi opinioni ed esperienze, sarà immesso volontariamente offline e online per condividerlo davanti a una birra e davanti a uno schermo. E con gli occhialoni fluo SEMrush ce ne ha dato di materiale da ricordare!

Claudio Gagliardini:

Gli eventi organizzati da gt idea sono sempre di ottimo livello ed è sempre un piacere, prendervi parte.

Credo che il mezzo migliore, per fare da tramite tra il me sul palco di un evento e quello in rete sia sempre e ancora Twitter, che consente di interagire in tempo reale su un hashtag come nessun altro social network riesce a fare

Per il resto c'è la mia presenza in rete, su molti canali e con abbondanza di dati, informazioni e recapiti. Chi vuole parlare di me e con me in rete ha solo l'imbarazzo della scelta, cosa che non accade spesso, tra noi che andiamo in giro a parlare negli eventi. Credo che la reperibilità su tutti i canali e in tempo reale sia assolutamente un must, per chi lavora in rete.

Alessandro Mazzù:

L’evento è andato alla grande, non solo per i feedback ricevuti dopo il mio speech ma anche perchè è stato bello rivedere tanti amici e conoscere finalmente persone con le quali interagisco molto sui Social Network.

Di sicuro, per collegare la propria presenza online ed offline ad un evento, lo strumento principale è lo smartphone, con il quale si ha accesso ai social network e quindi si resta connessi con il mondo intero

I social sono parte integrante della nostra vita ed anche agli eventi sono fondamentali.

Andrea Saletti:

Sono soddisfatto del mio intervento e, dai riscontri che ho avuto, credo lo sia stato anche chi vi ha assistito.

Smstrategies è stato come tutti gli eventi GT un grande momento formativo e di relazione umana, la dimostrazione che si può imparare e contemporaneamente divertirsi

Ho messo piede in una realtà lievemente distante dai miei normali canali di competenza, ma credo che il Neuromarketing non abbia limiti di applicazione e di aver dato spunti di valore interessanti, su cui i professionisti del settore social potranno lavorare e documentarsi ulteriormente. SEMrush ci ha offerto un esempio di come collegare offline e online grazie allo stand con fotografie umoristiche, che in automatico generava interazione e passaparola del brand online sui social.

Come integri i social network nel Marketing Mix? Come i canali social contribuiscono all'incremento del ROI nel marketing online?

Michaela Matichecchia:

Dipende molto dalla finalità della strategia di comunicazione. Ma in qualunque modo i social media contribuiscono sempre al ROI derivante dal marketing online.

I social media sono un valido supporto ad una strategia SEO, io li considero fondamentali per il link earning

Sono anche un ottimo canale di advertising. Ma soprattutto contribuiscono in modo indiretto al raggiungimento dei goal predefiniti, anche solo se vengono usati per generare Awarness nei confronti del Brand.

Dario Ciraci:

I social network sono essenziali per dar voce e popolarità al proprio operato

Nelle nostre strategie sono sempre e comunque il punto focale dal quale partire per promuovere i contenuti realizzati in un piano di content marketing. Dunque hanno un forte impatto nelle nostre scelte strategiche. 

Per quanto riguarda il ROI possiamo dire che, anche se la regola dei social non vuole che si parli di ROI, quest'ultimo lo possiamo sempre misurare sulla base dei risultati che provengono dal costante monitoraggio sui siti o sulle landing page. Se si realizzano campagne mirate dai social verso il nostro sito, possiamo esser certi di ottenere dei dati sul ritorno della bontà della strategia social stessa.

Valentina Vellucci:

Dopo uno studio dell'audience del brand e dei competitors passo all'integrazione strategica dei social all'interno della cosiddetta ricetta del marketing mix. A priori, non consiglio mai a un cliente un presidio social, onde evitare una non-ottimizzazione del budget.

I social media  possono contribuire in maniera diretta e indiretta all'incremento del ROI, a seconda del ruolo di leva di marketing che rivestono in una strategia e al relativo budget assegnato. Possono essere canali di awareness, di microconversione e/o di conversione indiretta o diretta: ciò che so è che non sono mai "il canale del miracolo".

Nel marketing non esistono magie  per incrementare il roi, ma solo strategia, test e tanta testa!

Claudio Gagliardini:

I media sociali sono gli strumenti più efficaci per instaurare, consolidare e mantenere relazioni. Ad oggi, per chi usa la rete, non credo che si possa limitare il loro ruolo a quello di "contributori" rispetto al business, intendo ne caso di chi sa utilizzarli davvero, perché, proprio come avviene offline, le relazioni sono il fulcro di qualsiasi attività e iniziativa. Questo non significa che il 100% del mio business viene dai social media, ma che una fetta molto importante ci transita, avendo a che fare con me, in prima persona, o con le aziende e le pagine che a me sono connesse. 

Io non integro i social nel marketing mix, è quest'ultimo che si integra, convintamente e senza alternative, nelle dinamiche sociali che si consumano sui canali della rete, rendendoli uno strumento indispensabile e insostituibile

Alessandro Mazzù:

I canali social sono oggi fondamentali in qualunque strategia di marketing digitale. Calcolare il ROI, che è una metrica correlata ad un obiettivo di business, in relazione all’utilizzo dei Social non è semplice. Secondo me, il modo più utile per provare a calcolare un ritorno, è quello di individuare uno dei tanti indicatori specifici (KPI) utili a comprendere l’andamento dell’attività in un determinato progetto.

Non è detto che per progetti diversi si possano utilizzare gli stessi indici di risultato. Se si pensa solo al ROI si sta considerando tutto in modo troppo tradizionale e si sta erroneamente credendo che i Social Network siano un ambiente chiuso, controllabile e prevedibile. 

Andrea Saletti:

Io mi occupo principalmente di e-commerce e i social network da questo punto di vista sono importantissimi, sia dal punto della promozione che del coinvolgimento.

Spesso vendere un prodotto non è questione di prezzo, ma di costruzione della percezione di valore nella testa del possibile acquirente

I social network, se utilizzati con la giusta strategia, sono in grado di generare un importante ritorno degli investimenti (a lungo termine) perché sono uno dei pochi canali dove con annunci o post possiamo veicolare contenuti contemporaneamente informativi ed emozionali ai nostri potenziali clienti, ottenendo spesso comportamenti di fidelizzazione e identificazione.

Se avete trovato interessante e utile ripercorrere l’evento SMStrategies insieme a noi, restate collegati per non perdere i prossimi importanti eventi di Web Marketing, a cui il team di SEMrush prenderà parte.

Anche tu hai partecipato a SMStrategies? Raccontaci la tua esperenza.

Credits (analytic social media): Shutterstock

Kate è l’Head of event marketing. E’ la responsabile della pianificazione, sviluppo e implementazione delle strategie di event marketing qui a SEMrush. Viaggiatrice ed esploratrice, ama costruire connessioni e accettare sfide sempre nuove. Puoi contattarla su LinkedIn.

2000 simboli rimanenti
Have a Suggestion?