logo-small
Funzionalità Prezzi
Notizie 0
Ultime notizie Visualizza tutti

Momentaneamente non disponibili. Torna in un secondo momento.

Visualizza tutti
Webinar 0
Prossimi webinar Visualizza tutti
Prossimi webinar

Spiacenti, non abbiamo trovato prossimi webinar previsti.

Vedi webinar registrati
Blog 0
Post recenti Visualizza tutti

Momentaneamente non disponibili. Torna in un secondo momento.

Visualizza tutti
Vincenzo Abate

Come scrivere un Pay off vincente per la tua azienda

Vincenzo Abate
Come scrivere un Pay off vincente per la tua azienda

Pay Off: crea uno slogan d’impatto per conquistare il tuo pubblico

Al giorno d'oggi, di grandi specialisti del web ce ne sono molti. Alcuni sono addirittura riusciti a dare una loro impronta al modo di portare avanti l'attività di Web Marketing o anche l'ottimizzazione SEO, fino ad arrivare all'utilizzo dei Social Media per aumentare le interazioni con gli utenti.

Detto che queste attività non possono assolutamente essere messe da parte, quello che voglio consigliare in questo articolo potrebbe essere definito come un di più ma in realtà è molto di più (perdonate il gioco di parole): sto parlando della creazione di un Pay Off d’impatto, un modo per differenziarsi dai diretti competitor e per fare in modo che il distratto navigante del web possa avere con un minimo impatto visivo già alcune idee in merito all'azienda per cui stai lavorando.

Che cos'è un Pay Off?

Non ne hai mai sentito parlare? Beh, se la risposta è no ti consiglio di continuare a leggere quanto segue per avere le idee chiare su questo argomento che, ti assicuro, merita di essere analizzato per bene.

Detto con il massimo della semplicità, il Pay Off non è altro che uno slogan, un messaggio pubblicitario costituito da un breve testo da inserire sotto il logo ufficiale dell'azienda.

"Tutto qui? È questo il grande elemento che dovrebbe fare la differenza?"

Lo so che stai pensando questo, come darti torto... anche io, quando sono venuto a conoscenza di questo fantomatico termine, sulle prime sono rimasto un attimo basito... ma in seguito ne ho capito l'importanza.

Hai una vaga idea del vantaggio di avere un'azienda, un logo, un marchio ben riconosciuto e facilmente identificabile? Tutto sommato, tutta l'idea di marketing gira intorno a questo.

Perché è così importante?

È arrivato il momento di porci una domanda basilare: qual è la più grande difficoltà tra quelle che si possono incontrare nel grande universo del web? In ambito aziendale, senza nessun dubbio, la più grande delle problematiche è quella di riuscire a far emergere la propria azienda rispetto ai concorrenti.

Perché un utente dovrebbe scegliere la mia azienda piuttosto che la tua? La qualità dei servizi/prodotti proposti rappresenta solo l'estrema punta dell'iceberg; in realtà sono ben altre le particolarità che spinge un utente a rivolgersi a una società piuttosto che a un'altra.

Quello che deve emergere maggiormente, cioè che deve essere facilmente riconoscibile dall'utente che naviga ore e ore sul web, è il nostro marchio!

Il marchio dell'azienda deve essere non solo bello dal punto di vista grafico, ma deve essere in grado anche di suggerire alle persone quello che l'azienda vuole comunicare, suggerire i propri propositi, mettere in evidenza la parola chiave principale che lasci intendere l'intero ambito di cui la società si occupa. Ecco a cosa serve il Pay Off! Se riuscirai a crearne uno incisivo la tua azienda (o quella per cui lavori) conquisterà molti nuovi clienti.

Non ci credi?

Permettimi di suggerirti alcuni casi di aziende di un certo spessore che sono diventate ancora più famose con l'inserimento del Pay Off che, in senso assoluto, è diventato parte integrante del logo, l'elemento più riconosciuto, quello slogan rimasto ben fisso nella mente dei consumatori che hanno associato quella frase a un modo di lavorare, a una maniera di porsi, a una serie di prodotti.

Alcuni esempi di Pay off di grande successo

Citiamo per esempio il caso di Amazon e del suo straordinario "And you're done", che ha lasciato intendere agli utenti di tutto il mondo come in maniera semplicissima si potesse raggiungere il proprio scopo, arrivando ad acquistare servizi con un paio di click... e hai fatto! Geniale, se ci pensi bene.

Così come eccezionale è stato il Pay Off di Apple di cui tutti siamo a conoscenza e che è diventata frase simbolo dell'intera filosofia su cui si è sempre mossa la casa di Cupertino. "Think different" è lo slogan che la mela morsicata ha sempre posto per sottolineare con orgoglio la propria tendenza ad andare oltre ciò che veniva proposto dai propri concorrenti, un nuovo modo di intendere la tecnologia che ha fatto breccia nel cuore degli appassionati.

Come scrivere un Pay Off efficace

Quali caratteristiche deve avere il nostro slogan per essere vincente e funzionale, rispettando quelle che sono le esigenze di un'azienda?

Rispondere a questa domanda non è semplice, visto che molto dipende innanzitutto dalla natura stessa dell'azienda e dal tipo di messaggio che essa vuole dare agli utenti del web, ma poi vi è un elemento fondamentale che male si lega con il concetto di regola: si tratta della fantasia, della creatività di chi è adibito a partorire il Pay Off.

Se pensi che l'ordine e le regole siano specchio di una visione apollinea del lavoro online (sempre che tu sia disposto ad accettare questo accomunamento tra filosofia e informatica), il Pay Off fa parte decisamente di una sfera dionisiaca. Qui entra in campo il tuo genio, la tua capacità di racchiudere in pochi termini quello che l'azienda vuole comunicare, quello slogan che resterà impresso nella mente degli utenti proprio come gli esempi dei colossi che ti ho accennato in precedenza.

Ma non temere, per fortuna posso darti qualche consiglio base per guidarti nel processo creativo, perché anche in ciò che è figlio della fantasia è necessario un minimo di logica e di ordine, altrimenti sarebbe il caos assoluto, un vorticoso disfacimento che mal si lega con le esigenze di un’azienda impegnata a farsi strada sul mercato.

Vediamo quindi quali sono i punti fermi da cui partire e su cui basare in seguito tutto il tuo genio per buttare giù un Pay Off degno di tal nome:

  • Deve essere estremamente sintetico: Poche parole, un termine e/o una keyword di base, una frase composta da quattro-cinque parole che racchiuda tutto quello di cui abbiamo parlato finora. Semplice? Non tanto, ma vale la pena sforzarsi.

  • Coinvolgi emotivamente il tuo target: Questo è, a parer mio, il punto più importante dell'intero discorso che sto facendo: il Pay Off non deve solo comunicare un significato, deve andare a toccare il lato emotivo dell'utente che si trova a leggere per caso la scritta sotto il logo dell'azienda. Solo così diventerà virale. Deve essere quindi un qualcosa che sia semplice da ricordare e che, possibilmente, riassuma la filosofia dell'azienda. Al giorno d'oggi capita che le aziende puntino a creare contenuti ma a dare scarsa considerazione al fatto che i clienti sono esseri umani, sensibili, attratti da ciò che tocca i loro sentimenti. Una buona tecnica per ottenere questo è l'utilizzo dello Storytelling aziendale.

  • Dinamicità: non è detto che il Pay Off debba essere fisso e costante nel corso del tempo, si può anche pensare infatti di adattare di volta in volta lo slogan, magari per lanciare una determinata promozione, una nuova offerta. Se riesci a realizzare uno slogan efficace per ogni nuova proposta commerciale della tua azienda, hai la vaga idea della potenza comunicativa che raggiungerai, con buona pace della concorrenza?!

Questi sono solo alcuni suggerimenti da cui partire per strutturare un Pay Off come si deve, che sarà l'arma vincente per la tua Brand Identity! Da qui in poi ciò che conta è la tua fantasia e la tua capacità di realizzare uno slogan efficace. Tutto questo per portare il nome della tua azienda sempre più lontano, alla conquista del mercato.

I Pay Off di alcuni grandi brand sono diventati pietre miliari della comunicazione pubblicitaria moderna.

Quali ti sono rimasti impressi e secondo te perché?

Aspetto i tuoi commenti!

Vincenzo è un blogger freelance, copywriter e social media strategist. Gestisce il blog del Provider KeliwebSRL, azienda che si occupa della vendita di servizi hosting.

2000 simboli rimanenti
Have a Suggestion?