Invia il post
Torna ai giochi

Come creare un logo aziendale in 10 step

41
Wow-Score
Il Wow-Score mostra il livello di interazione del posto di un blog. Si calcola sulla correlazione tra il tempo di lettura attivo degli utenti, la loro velocità di scrolling e la lunghezza dell'articolo.

Come creare un logo aziendale in 10 step

Vincenzo Abate
Come creare un logo aziendale in 10 step

Guida al processo di creazione del logo perfetto per la tua azienda 

Se un'azienda vuole conquistare il web attraverso delle strategie di marketing efficaci deve ottimizzare ogni singolo elemento del proprio sito, così come i canali che utilizza per comunicare e anche (soprattutto) il tono con cui si propone al mondo esterno per conquistare quella determinata sfera di pubblico che rientra nei parametri di un target studiato ad hoc.

Il logo aziendale ha un ruolo fondamentale in questo processo.

Tutto questo per poter dire che al netto di tutte le strategie messe in campo e dalle discipline che si vogliono sfruttare, dallo Storytelling al più classico Content Marketing, la cosa importante è non lasciare niente al caso e proporre dei contenuti di un certo spessore.

Attenzione però a come si lavora online! Non c'è niente di più delicato della Brand Reputation, un parametro che un'azienda deve impegnarsi a mantenere il più possibile positivo per non rischiare di avere un crollo delle vendite.

Se gli utenti hanno una buona considerazione della tua azienda, allora il livello di fiducia nei tuoi confronti sarà molto alto. Questo porterà a un volume maggiore di affari e, ovviamente, a guadagni sempre maggiori.

Perché è importante un logo aziendale

Prima ho sottolineato che ogni elemento del sito deve essere ottimizzato al meglio per ottenere dei buoni risultati. Visto che si parla di immagine e di reputazione online, vuoi mettere l'importanza che ha il logo aziendale per il tuo lavoro?

Se magari può sembrarti una cosa di poco conto, un elemento su cui non investire gran parte del tuo tempo, sappi che stai commettendo un clamoroso errore! 

Il logo è fondamentale perché definisce la tua identità, racchiude in sé quei concetti e quei valori che la tua azienda vuole comunicare agli utenti, ti aiuta a catturare l'attenzione e a conquistare un ruolo di primo piano all'interno del tuo settore di mercato

Uno sbaglio enorme che puoi commettere è quindi non dare molta importanza al tuo logo aziendale, dando il lavoro in mano a qualcuno che magari creerà il tuo logo in maniera gratuita e con scarsi risultati in termini di qualità.

Cerca quindi di evitare di commettere questo errore.

Nei prossimi paragrafi cercherò di fornirti qualche idea per sviluppare un logo che possa essere accattivante e che ti aiuti realmente a conquistare l'attenzione (e la stima) dei tuoi potenziali clienti.

In 10 step come creare il logo aziendale giusto per la tua azienda

Cominciamo a fare sul serio e a vedere cosa fare per creare un logo aziendale che sia efficace per quelle che sono le esigenze di mercato della tua attività.

Ho deciso di suddividere il processo in 10 semplici passaggi che ti indicheranno un percorso da seguire per individuare alcuni elementi chiave che caratterizzeranno non solo il tuo logo ma anche tutta la strategia di comunicazione della tua azienda. Si tratta di definire il messaggio che vuoi comunicare al mondo esterno. Una volta che avrai ben chiari i valori e la filosofia che il tuo brand vuole trasmettere, dovrai trasformarli in elementi visivi. Ma andiamo per ordine:

Step 1. Definire una filosofia aziendale

Prima cosa da fare e considerazione base da cui partire: conoscere il proprio lavoro, i servizi e la natura dei prodotti che si vendono. Quando sarai in possesso di tutte queste informazioni, potrai definire la filosofia della tua azienda.

Il tuo logo deve essere in grado di comunicare questa filosofia e la "base teorica" che sta dietro il tuo lavoro. Sia le immagini che i contenuti testuali devono rispecchiare al meglio la filosofia della tua azienda, i tuoi obiettivi, il tuo modo di comunicare ecc.

Step 2. Conoscere il tuo pubblico

Conosci te stesso e il tuo lavoro, ma se ti fermi a questo punto non vai da nessuna parte. Devi essere a conoscenza di quello che è il tuo target di riferimento, il tuo pubblico, le persone a cui desideri rivolgerti.

Di cosa hanno bisogno queste persone? In che modo preferiscono recepire le informazioni? Avendo a disposizione questi parametri sarai in grado di stabilire l'aspetto grafico del tuo logo, così da poter andare incontro ai gusti degli utenti che vuoi conquistare.

Step 3. La scelta dei colori

Se parliamo di come sviluppare un logo grafico, ovviamente dovremo ragionare sulla scelta dei colori che andrai a utilizzare per creare il tuo logo aziendale.

Il mio consiglio è quello di non scegliere più di due colori per realizzare il tuo logo (va bene essere creativi, ma cerca di non creare una paccottiglia di colori senza senso). In più, questi due colori devono legare bene tra di loro, quindi scegli una combinazione adeguata.

Ultimo consiglio: il colore di sfondo del tuo logo non deve andare in contrasto con quelli che sono i colori che hai scelto, in modo tale che il logo sia ben visibile su uno sfondo scuro o chiaro (dipende dalla tua scelta).

Step 4. Puntare su uno stile minimal e poco invasivo

Che tipo di stile dare al tuo logo aziendale? Su questo punto posso "concederti" la massima libertà e un pieno sfogo della tua creatività, ma allo stesso tempo devo mettere anche qui dei paletti. O meglio, uno in particolare:

Devi assolutamente evitare di eccedere!

L'aspetto del tuo logo aziendale deve rispecchiare il tuo sito web e su entrambi ti consiglio di utilizzare uno stile minimal. In ottica professionale, meglio puntare su un aspetto sobrio e non eccessivamente caotico, sia per quel che riguarda l'aspetto che (come detto in precedenza) per la scelta dei colori.

Vediamo un esempio:

Per dare conferma a quanto detto in questo paragrafo in particolare, posso mettere in evidenza il lavoro svolto sul nuovo logo della Juventus. Si tratta di un'operazione molto chiacchierata, che apre le porte a nuovi scenari per quel che riguarda le società di calcio. In questa ottica, la squadra bianconera ha dato un grande esempio di capacità di anticipare i tempi e di trasformare radicalmente il concetto stesso di logo aziendale per quel che riguarda una realtà sportiva. 

Come creare un logo aziendale efficace: il caso della Juventus

Il nuovo logo (che verrà utilizzato a partire da luglio) ha attirato tante critiche, che però sono arrivate da chi non ha ben compreso l'importanza di questa trasformazione concettuale. Lo stile è prettamente minimal, la filosofia aziendale viene rispecchiata in toto mettendo in evidenza quelle che sono le prerogative della società bianconera, incentrata sempre sulla ricerca dello stile e dell'eleganza.

Step 5. Distinguersi dalla concorrenza

Iniziamo qui un discorso molto particolare e delicato: lo studio dei competitor. Parliamoci chiaro, dare un'occhiata ai tuoi diretti concorrenti non è un delitto, ovviamente se ti fermi all'osservare e al prendere spunto senza rubare.

Devi mettere in campo uno studio molto approfondito sulla concorrenza e cercare quelli che, secondo te, sono i punti deboli di queste aziende su cui tu puoi lavorare per proporre una versione migliore.

[Se non sai chi sono i tuoi competitor puoi leggere questo approfondimento: Come fare analisi della concorrenza online con SEMrush.]

Parlando della creazione di un logo aziendale, tu cerca di prendere spunto e di valutare quelle che sono le caratteristiche base dei loghi degli altri. Cerca di distinguerti, essere originale, fare in modo che gli utenti che navigano sul web siano in grado di notarti immediatamente. Il tuo logo dovrà ficcarsi nelle teste delle persone per non uscirne mai più!

Step 6. Prendi ispirazione dai più grandi

Seguendo lo step precedente, continuiamo a parlare di spunti di riflessione e di fonti da cui attingere. Se decidi di prendere ispirazione da qualcuno, perché non guardare ai più grandi?

Prendi spunto dalle migliori società che operano nel tuo settore professionale, cerca di studiare e di farti influenzare dalla tipologia di lavoro svolto da coloro che hanno conquistato l'attenzione della maggior parte del loro pubblico.

Il tuo compito è il medesimo, conquistare quanto più spazio possibile nel mercato e intercettare il tuo target. Un logo accattivante sarà una straordinaria arma in più per il tuo successo.

Vediamo un esempio: 

Tra i loghi che sono riusciti a centrare l'obiettivo, diventando immediatamente riconoscibili e identificabili, come non prendere come esempio quello della società partorita dal genio di Steve Jobs? Quello di Apple rispecchia in pieno l'idea di un logo aziendale in grado di imporsi come un marchio a se stante, capace negli anni di diventare il simbolo stesso di una rivoluzione nel campo informatico.

I loghi creati per le aziende: come ispirarsi al logotipo di Apple

Accattivante dal punto di vista estetico e con un Pay Off geniale (tema che approfondiremo tra poco) e in grado di rispecchiare alla perfezione sia l'identità che la missione dell'azienda, Apple è una delle realtà più interessanti da cui prendere spunto per la realizzazione di un logo efficace.

Step 7. Dai un'occhiata alle tendenze del momento

Visto che stai dando un'occhiata alle altre aziende ti accorgerai, senza dubbio, che esiste una determinata tendenza nel momento in cui stai facendo le tue valutazioni.

Cosa va di moda in questo periodo? Quale stile viene più utilizzato ed è ritenuto più adatto per la creazione di un logo? Bene, prendi carta e penna e appuntati tutte le cose che riesci a individuare sull'aspetto grafico che viene usato.

Individua quelle che sono le tendenze del momento e cavalca l'onda, segui i trend del tuo settore, in modo da apparire (almeno tra gli addetti ai lavori) al passo coi tempi e pronto anche a cambiare te stesso per non restare ancorato al passato.

Step 8. Non rubare idee da siti stock

Un errore che non devi commettere per nessun motivo al mondo, anche se la cosa dovesse poi portarti a spendere qualche euro: non rubare mai qualche idea ed elementi dai siti web che vendono grafiche per loghi preconfezionati.

Alla larga quindi dai siti stock, al massimo acquista il logo su questi siti ma non tentare di fare il furbetto come quelli che si divertono a rubare contenuti. Se proprio hai visto un elemento che ti interessa in un determinato logo, allora decidi di fare un piccolo investimento ma che non ti venga in mente di rubacchiare. Se ti giochi così la tua reputazione è finita.

Step 9. Ottimizza il logo per tutti i supporti

Tieni presente una cosa: gran parte della navigazione web avviene ormai tramite dispositivi mobili, vista la diffusione incredibile di smartphone e tablet.

In tal senso, devi fare in modo che il tuo logo aziendale sia perfettamente visibile sia nella versione desktop che sui dispositivi di cui sopra. Ecco perché è importantissimo puntare tutto sulla semplicità, in modo da non avere problemi con l'immagine passando da desktop a mobile.

Fai in modo che il tuo intero sito web sia perfettamente funzionante e utilizzabile per la navigazione mobile, altrimenti perderai una mole di affari difficilmente quantificabile.

Step 10. Prevedere l'inserimento di un Pay Off

Ok, siamo arrivati alla conclusione di questa sorta di "procedura guidata" per la realizzazione di un logo efficace e accattivante. A questo punto devo darti solo un ultimo suggerimento.

Sai che cos'è un Pay Off? Non è detto che esso debba essere presente per forza nel tuo logo, ma visto che parliamo di un ambito professionale un pensierino dovresti farcelo. Grazie a questo ulteriore elemento il tuo logo sarà davvero completo e avrà un tocco ancora più serio e affidabile.

A tal proposito, ti consiglio di dare un'occhiata a un altro articolo che ho scritto: Come creare un Pay Off vincente.

Vediamo un esempio:

Già in precedenza abbiamo visto come il Pay Off, nel caso di Apple, contribuisca a rendere più incisivo il logo ufficiale. Allo stesso modo, posso citare il caso di Keliweb, azienda italiana che di recente ha messo in campo un profondo lavoro di restyling. 

Come creare un logo per un'azienda: l'esempio di Keliweb

Il nuovo logo del provider hosting italiano comprende anche un Pay Off semplice ma adatto per quelle che sono le esigenze della società, decisa a mettere in evidenza l'importanza del cliente e il fatto che i servizi proposti siano realizzati per rispondere al meglio a quelle che sono le esigenze degli utenti.

In conclusione

Siamo giunti così al termine di questo articolo. Mi piacerebbe poterti dire "segui i miei consigli e creerai il miglior logo mai visto sulla faccia della terra" ma non posso farlo con certezza, lo sai bene. Posso però dire che, seguendo questi 10 step, potrai sviluppare qualcosa di davvero interessante.

Qual è la tua opinione in merito?

Hai qualche altro suggerimento che possiamo aggiungere come ulteriori step?

Scrivimi nei commenti, non vedo l'ora di poter collaborare insieme a te.

Vincenzo Abate
Superstar

Sa tutto... o quasi.

Vincenzo è un blogger freelance, copywriter e social media strategist. Gestisce il blog del Provider KeliwebSRL, azienda che si occupa della vendita di servizi hosting.
Condividi il post
o

Commenti

2000
Luca Carchesio
Esperto

Offre preziosi consigli e dà profondità alla conversazione.

Ciao Vincenzo, trovo che il punto Pay Off sia assolutamente imprescindibile per un logotipo di oggi... è fondamentale comunicare già nel logo aiutando l'utente finale ad individuare e riconoscere il Brand nel mercato e a capire di cosa si occupa nell'immediato... grazie per il tuo contributo...
Vincenzo Abate
Superstar

Sa tutto... o quasi.

Luca Carchesio
Grazie a te Luca :-)
Ho pensato fosse il caso di mettere in risalto l'importanza di questo "elemento", proprio per la sua importanza per la reputazione dell'azienda e per il suo "posizionamento" all'interno di un settore di mercato.

Invia un feedback

Your feedback must contain at least 3 words (10 characters).

Useremo questa email solo per rispondere al tuo feedback. Informativa sulla privacy

Thank you for your feedback!

Sistema di ranking nella community

Il punteggio della Community SEMrush riflette il livello di riconoscimento professionale nella nostra community. Apprezziamo i contributi di qualità: i membri con il punteggio più alto riceveranno preziosi incentivi. Partecipa alle discussioni, scrivi post e parla nei webinar, adotta un tono amichevole, cerca di essere sempre d'aiuto, e arriverai al vertice delle classifiche.

  • Nuovo arrivato
    Si è appena iscritto o è troppo timido per dire qualcosa.
  • Entusiasta
    Ogni tanto prende parte alle conversazioni.
  • Aiutante
    Un membro esperto, sempre lieto di dare una mano.
  • Maestro
    Un veterano della community.
  • Pro
    Fa ottime domande e dà risposte brillanti.
  • Esperto
    Offre preziosi consigli e dà profondità alla conversazione.
  • Guru
    Un grande saggio del marketing digitale.
  • Superstar
    Sa tutto... o quasi.
  • Leggenda
    Arrivare fin qui non è affatto semplice.