logo-small
Funzionalità Prezzi
Notizie 0
Ultime notizie Visualizza tutti

Momentaneamente non disponibili. Torna in un secondo momento.

Visualizza tutti
Webinar 0
Prossimi webinar Visualizza tutti
Prossimi webinar

Spiacenti, non abbiamo trovato prossimi webinar previsti.

Vedi webinar registrati
Blog 0
Post recenti Visualizza tutti

Momentaneamente non disponibili. Torna in un secondo momento.

Visualizza tutti
Daria Morrone

Immagini per il web: indicazioni per nome, peso, Alt e Title

Daria Morrone
Immagini per il web: indicazioni per nome, peso, Alt e Title

Immagini ottimizzate: Perché sono così importanti?

Oggi è diventato essenziale l’utilizzo di immagini sul web, sia negli articoli dei blog, sia sui Social Network, sia negli e-commerce e soprattutto all’interno dei siti web. I motivi sono diversi: i contenuti visuali aiutano a capire meglio il testo scritto, descrivono un prodotto, producono emozioni, aiutano a rendere più fruibile la lettura di un articolo lungo.

È evidente l'importanza di utilizzare sempre delle immagini accattivanti, che aiutino a veicolare al meglio il concetto espresso dal contenuto che le accompagna. Un’immagine piacevole verrà sicuramente apprezzata e soprattutto condivisa sui Social Network, e questo ci permetterà di ottenere traffico sul nostro sito o blog.

Ma una bella immagine è sufficiente a farci guadagnare un buon posizionamento nei risultati di ricerca?

La risposta è no: per raggiungere quest'obiettivo dobbiamo focalizzarci su alcuni aspetti più tecnici, che hanno a che vedere con la SEO on-page. Probabilmente ti sarà già capitato di chiederti: Quanto deve pesare un'immagine? Che dimensioni deve avere? Come scegliere il nome?

In questo post voglio fornirti tutte le indicazioni per pubblicare immagini correttamente ottimizzate. Vedrai che si tratta di piccoli accorgimenti, che però potranno farti guadagnare molte posizioni e, di conseguenza, molti lettori.

Quali Vantaggi ottieni pubblicando immagini ottimizzate?

Esistono una serie di siti che permettono di scaricare immagini gratuite da poter utilizzare liberamente sul web ma non è sufficiente scaricare un’immagine, salvarla sul proprio Pc e inserirla all’interno di un articolo o di un sito web: è necessario ottimizzare le immagini sul web in modo da produrre dei benefici sia per l’utente sia per il motore di ricerca:

  • Benefici per l’utente: velocità superiore di caricamento dell’immagine o della pagina che la contiene. La user experience sarà migliore e l'utente ben disposto alla sua condivisione.
  • Benefici per il motore di ricerca: un'immagine ottimizzata agevola l'entrata del bot del motore di ricerca, che potrà leggere le sue caratteristiche e indicizzarla. Google la mostrerà quindi fra i risultati di ricerca e ciò si trasformerà in traffico verso il nostro sito web, e-commerce, ect.

Ottimizzare ogni contenuto che si pubblica è uno degli aspetti fondamentali della SEO on-page e chi lavora sul web dovrebbe prestare maggiore attenzione ad ottimizzare correttamente anche le immagini

Per controllare se le tue immagini sono ottimizzare puoi utilizzare PageSpeed Insights: è un tool gratuito che analizza la velocità di caricamento delle pagine web e segnala se ci sono delle immagini che andrebbero ottimizzate.

Tool gratuito per ottimizzare immagini sul web: PageSpeed Insight

A questo punto vediamo come si può procedere per singoli step...

Come ottimizzare le immagini sul web: gli elementi base

È possibile servirsi delle immagini per migliorare il posizionamento dei nostri contenuti e farci trovare dagli utenti che effettuano ricerche specifiche. Per farlo, occorre effettuare una serie di attività prima della pubblicazione. Vediamo nel dettaglio quali elementi è necessario curare quando si dispone di una fotografia, uno screenshot e, in generale, di qualsiasi elemento visuale per accompagnare il nostro contenuto.

1. Scelta del Nome del file

Google e gli altri motori di ricerca, non riescono a leggere l’immagine come tipologia di file, quindi va inserito un nome che la descriva in modo chiaro. È consigliabile usare la keyword principale, ossia la parola chiave attraverso la quale l'utente ricercherà il contenuto che stai pubblicando e, nel caso in cui tu voglia inserire più parole, potrai utilizzare i trattini “-“. In questo modo il motore di ricerca comprenderà il significato dell’immagine e la sua pertinenza alla ricerca dell'utente.

Facciamo un esempio: come posso nominare le immagini che pubblicherò in questo blog post?

IMG_7846.jpg è il tipico nome che le fotocamere assegnano alle fotografie. Questo nome aiuta il motore di ricerca a determinare il contenuto di questo file? No, perché non fornisce alcuna informazione, quindi ha poco senso in un’ottica SEO. È molto meglio utilizzare un nome del tipo “come-ottimizzare-immagini-web.jpg.

Nome file: perché è importante ottimizzarlo

2. Ottimizzazione delle Dimensioni e del Peso

Come abbiamo già anticipato, per un sito web, un e-commerce e un blog, è fondamentale la velocità di caricamento della pagina: un utente di fronte ad una pagina che si carica velocemente, sarà maggiormente invogliato alla lettura del contenuto o all’acquisto di un prodotto. Al contrario, di fronte ad una pagina che si carica lentamente, è probabile che l’utente chiuda la pagina e passi a cercare altro.

Cosa si può fare per evitare di perdere un lettore e forse un potenziale cliente?

È possibile ottimizzare le dimensioni e il peso delle immagini prima di inserirle sul web in modo da velocizzare la risposta del server. Vediamo come procedere.

  • Per ottimizzare le dimensioni delle immagini: dopo aver salvato un’immagine da un sito, è necessario ridurne le dimensioni utilizzando software come Photoshop, Gimp, Microsoft Office Picture Image oppure dei Tool online gratuiti come Riot. Per gli articoli di un blog è consigliabile adottare immagini con dimensioni di 800x600px.
  • Per ottimizzare il peso delle immagini: dopo aver ridotto le dimensioni, è necessario ridurre il peso di una immagine utilizzando Photoshop, Microsoft Office Picture Image oppure dei Tool online gratuiti come TinyPNG. È consigliabile non superare gli 80Kb per immagine.

TyniPNG: tool gratuito per ottimizzare le immagini sul web

3. La scelta dell'attributo ALT

Ogni immagine caricata sul web deve essere accompagnata dall’attributo ALT. Cos’è l’ALT? È il testo che viene mostrato quando un’immagine non viene visualizzata correttamente in un sito web: quindi serve a descriverla. È un elemento molto importante dal punto di vista SEO perché, inserendo la keyword di riferimento (meglio se contenuta in una frase di 4-5 parole), riusciamo ad indicizzare l’immagine (abbiamo visto in precedenza perché questo è di vitale importanza per il posizionamento di un contenuto nelle SERP dei motori di ricerca).

4. La scelta del Title giusto

Tutte le immagini caricate sul web hanno bisogno di avere un Title. Ottimizzare al meglio il Title, diversamente dall’attributo ALT, non è fondamentale dal punto di vista SEO  ma è importante per l’esperienza dell’utente in quanto appare soltanto al passaggio del mouse sull’immagine.

È consigliabile inserire un Title breve che descriva al meglio l’immagine, in modo che in pochi secondi l’utente sia in grado di leggerlo.

5. L'inserimento della Didascalia.

Altro elemento utile per ottimizzare un’immagine sul web è l’inserimento della didascalia a supporto dell’immagine: serve a spiegare cosa rappresenta l’immagine e quindi risulta essere un ottimo strumento SEO per fornire informazioni sul contenuto della pagina. È consigliato inserire sempre una didascalia, non troppo lunga, che contenga la keyword principale.

6. Attenzione alla Sitemap!

Google permette di creare una Sitemap esclusivamente per le immagini, utilizzando una sintassi diversa rispetto ai contenuti presenti su un sito. Quindi occorre inviare periodicamente la Sitemap a Google all’interno di Search Console e controllare l’andamento dell’indicizzazione.

Tips per ottimizzare immagini: l'invio di una Sitemap

Ricapitolando: gli Errori più comuni quando si pubblica un'immagine sul web

  • Pubblicare in una pagina web una foto, una infografica, uno screenshot non ottimizzati e impostare delle dimensioni inferiori attraverso gli attributi “height” e “width” del tag IMG sulle pagine html.
  • Nominare le immagini in modo generico, sprecando l'opportunità di fornire dettagli sul contenuto al quale fanno riferimento. “IMG_7846.jpg” è un nome che non aiuta il motore di ricerca a indicizzare la tua immagine.
  • Inserire troppe immagini o non inserire immagini: trova un giusto equilibrio contenuto/immagini!

Hai capito perché non devi dare per scontato gli attributi delle immagini che pubblichi?

Se qualche punto non ti è chiaro e vorresti approfondirlo, scrivilo nei commenti e ne parleremo insieme.

Daria Morrone è una Digital & Social Media Manager. Le sue due grandi passioni sono la scrittura e il web: un connubio perfetto per guidare le piccole e medie imprese a sviluppare la loro attività sul web attraverso i Social Network, il Content Marketing e la SEO. Collabora da anni con E-commerce del settore arredamento e tessuti, salute e benessere, articoli sportivi. Il suo sito web è http://www.socialdadaweb.com/

2000 simboli rimanenti
Have a Suggestion?