logo-small
Funzionalità Prezzi
Notizie 0
Ultime notizie Visualizza tutti

Momentaneamente non disponibili. Torna in un secondo momento.

Visualizza tutti
Webinar 0
Prossimi webinar Visualizza tutti
Prossimi webinar

Spiacenti, non abbiamo trovato prossimi webinar previsti.

Vedi webinar registrati
Blog 0
Post recenti Visualizza tutti

Momentaneamente non disponibili. Torna in un secondo momento.

Visualizza tutti
Vincenzo Abate

Blog aziendale: come migliorare subito le performance

Vincenzo Abate
Blog aziendale: come migliorare subito le performance

Consigli pratici per ottenere il massimo dal tuo blog aziendale in WordPress

Spesso può capitare che chi ha intrapreso un percorso professionale sul web e si occupa di blog aziendali non voglia perdere tanto tempo con i servizi da acquistare per strutturare il proprio blog.

"Tanto alla fine saranno i miei contenuti originali a fare la differenza"

Se sei un grande blogger in grado di pubblicare ogni singolo giorno dei contenuti originali, di valore e soprattutto conosci le regole del SEO Copywriting, sicuramente ne trarrai dei grossi vantaggi. Ma attenzione, la tua grande capacità nello scrivere dei contenuti potrebbe non essere sufficiente per assicurare il successo del blog aziendale di cui ti occupi.

Prendiamo in esame quello che è il comportamento di Google, il motore di ricerca che ogni SEO Specialist tenta di conquistare giorno dopo giorno, nel disperato tentativo di scalare le benedette (si fa per dire) SERP in modo tale da portare i propri contenuti sempre più in alto, magari in cima nella tanto agognata prima pagina.

Per quel che riguarda lo sviluppo di un blog, in particolar modo se parliamo di un blog aziendale, il riuscire a posizionare bene le tue parole chiave ed essere ben visibili sul motore di ricerca per le keywords principali che hai selezionato è di vitale importanza per la tua attività. Ma a questo punto, per trovare un sunto definitivo al nostro ragionamento, dobbiamo necessariamente porci questa domanda:

Bastano dei buoni contenuti a far sì che un blog aziendale scali le posizioni nelle SERP di Google?

La risposta è chiara e semplice: NO!

Senza ombra di dubbio, pubblicare degli ottimi contenuti rappresenta un elemento di straordinaria importanza, ma per realizzare un qualcosa di vincente e duraturo nel tempo bisogna sempre partire dalle basi, non trovi? E proprio in questa ricerca di una realizzazione ad hoc delle fondamenta su cui strutturare un'attività business che bisogna ragionare, ancor prima di decidere su che tipo di contenuti puntare e su quali keyword tessere la propria tela.

Visto che stiamo facendo riferimento a un blog aziendale, la cosa migliore da fare è prendere in esame quel sistema di gestione dei contenuti che viene definito come ideale per questo tipo di attività, ovvero WordPress

Come ben sappiamo (o come dovremmo sapere, soprattutto se vogliamo lavorare con un certo costrutto in un ambito web), tra i tanti CMS presenti sul web nessuno viene ritenuto più idoneo di WordPress per quel che riguarda la creazione di un blog aziendale (puoi approfondire su questo articolo: SEO per WordPress: Panoramica sull'ottimizzazione On site).

Il grande successo di questo software risiede soprattutto nella sua eccezionale semplicità di gestione, una caratteristica che lo rende facilmente utilizzabile anche da coloro che magari non possiedono grandi competenze informatiche ma che non per questo debbono rinunciare a priori a lavorare su internet. Altro elemento che rende WordPress la soluzione migliore per la gestione di un blog, è il fatto che il CMS (già di per sé ricco di funzioni utilissime) può essere incrementato da una miriade di plugin aggiuntivi, dei piccoli software (per la maggior parte gratuiti) con cui abbiamo la possibilità di andare a migliorare e a potenziare quelle che sono le possibilità del programma in questione.

Perciò, facciamo un rapido riepilogo di quanto detto finora:

  • WordPress è il miglior software per creare e gestire un blog aziendale.
  • Il CMS in questione può essere ottimizzato (passateci il termine) grazie a una serie di software aggiuntivi e gratuiti che ci permettono di migliorare la gestione del blog stesso.
  • Abbiamo anche messo in evidenza l'importanza di saper costruire dei contenuti da pubblicare sul blog che rispettino le regole SEO, e che ci consentano di salire nelle SERP di Google con le keywords principali su cui abbiamo deciso di lavorare.

Bene, allora cos'è che manca per concludere il nostro discorso su come migliorare le performance del tuo blog aziendale e, in generale, di qualsiasi progetto web? Ecco che a questo punto dobbiamo prendere in considerazione il servizio hosting e sottolinearne l’ importanza per la riuscita del tuo progetto web, nella fattispecie il tuo blog aziendale.

Caratteristiche di un hosting Wordpress per un blog aziendale

Per quel che riguarda l'aspetto SEO del blog di cui ti stai occupando, magari per conto di un'azienda che punta fortemente sulle tue capacità e che ti ha mollato questa "patata bollente", non basta quindi solo la tua grande capacità di scrivere contenuti adeguati. Ciò che conta e su cui devi puntare inizialmente è l'acquisto di un servizio web hosting affidabile, uno spazio web ottimizzato in cui allocare il tuo blog in modo tale da migliorarne le prestazioni e farlo letteralmente volare sul web!

A questo punto del nostro discorso entra in gioco dunque il concetto di velocità: sempre in merito all'ottimizzazione SEO del blog di cui ci stiamo occupando, bisogna sottolineare come Google sia sempre intento a premiare quei blog con tempi di caricamento minimi. Chissà quante volte ti sarà capitato di collegarti a un sito web e di abbandonarlo immediatamente (con l'intento di non ritornarci mai più) solo perché il sito era lento nel caricarsi... magari su quel sito erano presenti dei contenuti eccezionali dal punto di vista qualitativo, ma che importanza ha questo se l'eccessiva lentezza ha portato ti ha portato ad abbandonare senza indugio il sito stesso?

Per evitare che questo capiti anche con il tuo blog aziendale e i tuoi potenziali clienti, occorre, quindi, decidere su quale risorsa dedicata puntare. In molti, soprattutto coloro che sono alle prime armi e vogliono partire in maniera graduale, decidono di non mettere mano al portafogli e affidarsi alle soluzioni gratuite che si trovano facilmente in giro per il web.

"Perché dovrei spendere dei soldi per un servizio hosting ottimizzato per WordPress quando sono disponibili tanti servizi hosting gratuiti?"

Una domanda legittima che in molti si saranno posti, ma che in maniera altrettanto legittima voglio smontare per non farti commettere un clamoroso errore. Puoi approfondire questo punto leggendo questo articolo in cui viene spiegato perché non puntare mai su un hosting gratuito.

Non credi sia meglio spendere una piccola somma ma sapere di poter usufruire di un servizio ottimo che ti garantisce sicurezza e perfomance di livello, piuttosto che puntare su una soluzione gratuita che non ti garantisce nulla, se non futuri problemi per il tuo blog aziendale, che sarà come invisibile su Google? Bene, allora cerca di attingere ai tuoi risparmi o cerca di convincere il tuo principale sulla bontà dell'investimento da effettuare. Un hosting veloce ti permette di migliorare infatti quelle che sono le prestazioni del blog, renderlo più veloce e reattivo, in modo tale che gli utenti non incontrino difficoltà nella visualizzazione delle pagine, cosa che li invoglierà a tornare nuovamente sul blog (ma qui conta pure la tua capacità nello scrivere contenuti adeguati al tuo target di riferimento).

Tieni sempre presente che Google tiene molto ai suoi utenti, e proprio per questo tende a premiare i siti web che rispondono meglio ad alcune caratteristiche, tra cui la funzionalità, proprio per rispondere con i migliori risultati possibili a quelle che sono le query inserite dagli utenti.

Capisci ora perché è di fondamentale importanza scegliere un servizio hosting ottimizzato che ti permetta di non svalutare tutto il tuo lavoro di scrittura? Magari hai la capacità di scrivere degli articoli sensazionali, ma il blog aziendale di cui ti occupi non viene preso in considerazione da Google perché la sua lentezza farebbe perdere la pazienza anche ad un santo...

Perciò, è arrivato il momento di puntare con decisione sul servizio hosting adatto alle esigenze web della tua azienda, al fine di porre quelle fondamenta solide necessarie per il tuo lavoro online. Dopo aver fatto questo puoi mettere in campo tutte le tecniche di SEO copywriting più opportune, magari con l'utilizzo di strumenti esterni che possono darti una grande mano: a tal proposito, puoi leggere questo articolo di Riccardo Esposito su come aumentare le visite del tuo blog.

Che cosa ne pensi di questi consigli per migliorare i risultati di un blog aziendale?

Quali altri accorgimenti dovrebbe seguire un’azienda per ottenere dei risultati soddisfacenti sul web?

Vincenzo è un blogger freelance, copywriter e social media strategist. Gestisce il blog del Provider KeliwebSRL, azienda che si occupa della vendita di servizi hosting.

2000 simboli rimanenti
Have a Suggestion?