Come inviare un URL o un sito web a motori di ricerca come Google, Yahoo o Bing

Daryana Solntseva

Jan 27, 202113 min read
Come inviare un URL o un sito web a motori di ricerca come Google, Yahoo o Bing

Se hai appena messo online un nuovo sito web o un nuovo dominio, non li vedrai immediatamente su Google. Fino a quando Google e gli altri motori di ricerca non sapranno che il tuo sito esiste, non lo vedrai neanche indicizzato. 

Per quelli di voi che stanno leggendo questa guida perché hanno appena pubblicato un nuovo sito web e non hanno idea del perché non riescano a trovarlo, spieghiamo al volo come funzionano i motori di ricerca.

In questo ci viene in aiuto la guida di Google su "come funziona la ricerca":

Anche prima che tu esegua una ricerca, Google organizza le informazioni sulle pagine web nel nostro indice di Ricerca. L'indice è come una biblioteca, ma contiene più informazioni di tutte le biblioteche del mondo messe insieme.

Se il tuo sito non è indicizzato su Google, non potrà essere trovato quando un utente fa una ricerca. Google ha bisogno di sapere che il tuo sito esiste per poter fare il crawling e includerlo nel suo indice.

Con questa guida imparerai come inviare il tuo sito a Google e ad altri motori di ricerca, e capirai gli altri modi in cui possono scoprirlo.

Ecco le varie risorse che ti offriamo in questa guida:

Devo aggiungere manualmente un nuovo URL o il mio sito web a Google?

La buona notizia è che inviare il tuo sito web non è un requisito specifico per vederlo indicizzato su Google ma, per un sito nuovo, spesso è il modo più veloce.

Google ha semplicemente bisogno di sapere che il tuo sito web esiste. Fatto questo potrà eseguire il crawling e indicizzare le pagine. 

I crawler di Google trovano i nuovi URL (e i nuovi siti web) seguendo i link provenienti da altre pagine e siti. Fin quando il tuo sito è collegato a qualcosa in rete, Google prima o poi lo troverà e lo indicizzerà, ma puoi accelerare il processo inviando il nuovo sito manualmente. 

Quando si parla di un nuovo URL (pagina o post) che è stato pubblicato su un sito esistente, di certo non dovrai passare attraverso l'invio manuale; tuttavia ci sono dei passaggi che puoi intraprendere per accelerare l'indicizzazione della pagina da parte di Google.

Non devi inviare manualmente il tuo sito o la tua pagina a Google fintanto che sono collegati a qualcos'altro sul web, ma farlo può accelerare l'individuazione dei tuoi contenuti da parte dei motori di ricerca.

Quanto tempo impiega Google a indicizzare il mio sito web o il mio URL?

Non c'è un intervallo di tempo predefinito per l'indicizzazione del tuo sito web o del tuo URL da parte di Google. Detto questo, quello che è certo è che il processo ora è molto più veloce di quanto non fosse in passato. 

Uno studio di HubSpot ha scoperto che, senza inviare un nuovo URL a Google tramite una sitemap, è necessaria una media di 1.375 minuti per eseguire il crawling della pagina (ossia 23 ore). Tuttavia, quando si invia una sitemap aggiornata alla Google Search Console, il tempo si è ridotto a 14 minuti. 

Lasciare a Google il compito di trovare da solo i nuovi contenuti può portare a ritardi se la tua pagina non è indicizzata, ma sono necessari pochi minuti se lo informi manualmente. 

D'altro canto, il tempo necessario a eseguire il crawling e a indicizzare un nuovo dominio può variare in maniera significativa, in base alla presenza o meno di link esterni e da quanto spesso vengano analizzati.

Come minimo devi assicurarti di inviare il nuovo sito a Google, e facendolo per una nuova pagina ne accelererai l'indicizzazione. 

Come inviare un URL a Google

L'opinione generale è che sì, dovresti inviare il tuo URL o il tuo nuovo sito a Google, se non altro per accelerarne l'indicizzazione.

image.png

Ci sono vari modi per farlo, in base alla situazione, e noi ti guideremo tra le opzioni sottostanti. 

Come verificare se un URL è indicizzato

Prima di andare avanti e inviare il tuo URL a Google, è opportuno fare una rapida verifica per stabilire se non sia già indicizzato.

Puoi farlo tramite lo Strumento Controllo URL della Google Search Console.

(Se non hai impostato la Google Search Console per il tuo sito, puoi imparare come farlo qui.)

Usa il campo di ricerca "Controlla un URL" nella parte alta della dashboard e inserisci l'URL di cui vuoi verificare lo stato di indicizzazione.

Una volta volta che i dati sono stati individuati nell'indice, vedrai una conferma o che la pagina è su Google:

O che la pagina non è su Google:

Sarai anche in grado di vedere chiaramente i problemi di copertura legati a quello specifico URL nella parte sottostante.

C'è anche un modo rapido e veloce di verificarlo, senza usare la Search Console: utilizzare il modificatore "site:" nella ricerca di Google in questo modo: site:example.com/url-of-the-page. Farlo ti mostrerà la pagina e qualunque pagina figlio. Parleremo più nel dettaglio di questo nella sezione "Come verificare se un sito web è indicizzato" di questo articolo.

Verifica i problemi di indicizzazione

con Site Audit di Semrush

ADS illustration

Le tue opzioni per inviare un URL a Google

Quando si parla di inviare un URL a Google, hai varie opzioni tra cui scegliere. Innanzitutto però, è importante capire che non tutte consistono effettivamente nell'inviare il tuo sito al motore di ricerca. 

Piuttosto devi pensare a questi metodi semplicemente come modi di informare Google che la tua pagina (o sito) esiste. Andiamo a scoprire queste opzioni per ricevere l'indicizzazione del tuo URL (analizzeremo l'invio di un nuovo sito web separatamente). 

Richiedi l'indicizzazione con lo strumento Controlla un URL nella Search Console

Ci sono buone possibilità che tu abbia appena usato lo strumento Controlla un URL per verificare se il tuo URL sia indicizzato su Google o no. Forse il modo più veloce di inserire il tuo URL nell'indice di Google è farlo attraverso questo strumento.

A prescindere che l'URL sia o meno nell'indice di Google, vedrai un link con su scritto "RICHIEDI INDICIZZAZIONE" nella parte inferiore del riquadro.

Cliccalo e la tua pagina verrà aggiunta a una queue per l'indicizzazione. 

Se ci sono dei problemi, ti verranno comunicati.

Potrai verificare lo stato dell'indicizzazione della pagina utilizzando lo stesso strumento, come ti abbiamo fatto vedere prima.

Probabilmente sapevi usare lo strumento "Visualizza come Google", ma non è stato più supportato nella nuova versione di Search Console e non è più esistente. 

Invia una sitemap aggiornata alla Google Search Console

Quando invii una sitemap aggiornata alla Search Console e includi nuovi URL, stai informando Google che c'è stata una variazione e che queste pagine dovrebbero essere sottoposte a crawling. 

Teniamo a mente che stiamo parlando di una sitemap in XML, non in HTML.

Se stai facendo l'invio per un sito esistente e vuoi che i nuovi URL vengano indicizzati prima possibile, probabilmente hai già inviato una sitemap prima.

Una volta aggiunta una sitemap, sarai sorpreso che in verità non puoi "reinviarla", nella nuova Search Console.

Come dice il supporto di Google Search Console:

Google non controlla una Sitemap ogni volta che viene eseguita la scansione di un sito; una Sitemap viene controllata solo la prima volta che Google la nota e, successivamente, solo quando invii un ping per comunicare che è cambiata. Devi informare Google di una Sitemap solo quando è nuova o è aggiornata; non inviare più volte Sitemap non modificate e non inviare più volte ping relativi a tali Sitemap.

— Supporto di Google Search Console

La buona notizia è che se stai usando una piattaforma come WordPress con un plugin per la SEO, la tua sitemap verrà aggiornata automaticamente e invierà un ping a Google ogni volta che pubblicherai una nuova pagina o un nuovo post. 

Se non stai usando WordPress, o un altro CMS dove la sitemap invia automaticamente il ping a Google quando viene aggiornata, puoi sempre usare la funzionalità "ping" per richiedere che venga fatto.

Invia una richiesta HTTP GET così:

http://www.google.com/ping?sitemap=https://example.com/sitemap.xml

Come nota a margine, la tua sitemap in XML dovrebbe essere nei riferimenti del file robots.txt del tuo sito.

Come abbiamo detto prima, Google non ha bisogno che tu invii l'URL per indicizzarlo, deve solo essere informato che esista. Questo è il momento giusto per sottolineare che uno dei modi principali con cui Google trova nuove pagine è attraverso i link.

Se aggiungi un link interno su un'altra pagina del tuo sito che Google ha già indicizzato, sarà d'aiuto per fare in modo che il nuovo URL venga scoperto. 

Ovviamente devi aggiungere solo link che abbiano senso in pagine pertinenti per argomento, ma puoi saperne di più sulle buone pratiche per la creazione di link interni con questa guida.

Proprio come Google trova nuovi contenuti analizzando i link interni, lo stesso avviene per i link in entrata provenienti da fonti esterne.

Ovviamente, ottenere link da un sito di terze parti non è facile o veloce come aggiungere dei link interni, aggiornare la tua sitemap o verificare l'URL con la Search Console ma, dato che i link sono uno dei fattori principali del ranking, ti consigliamo di considerare le varie strategie di creazione link che puoi usare per fare in modo che le persone inseriscano link alla tua nuova pagina. 

Come inviare un sito web a Google

Se stai lanciando un sito del tutto nuovo per la prima volta, di sicuro ti starai chiedendo come fare in modo che venga indicizzato prima possibile da Google. Analizziamo le tue opzioni. 

Come verificare se un sito web è indicizzato

Puoi verificare rapidamente se un sito web è indicizzato da Google direttamente nel motore di ricerca usando  l'operatore di ricerca "site:".

Fai una ricerca scrivendo: site:[Il tuo dominio]

es. site:yourdomain.com

Se il tuo sito è indicizzato, ti appariranno dei risultati usando questo operatore di ricerca.

Per esempio:

image.png

Hai notato sia il numero di risultati trovati sia gli URL indicizzati visualizzati? Nel caso in cui non ci siano URL indicizzati per il dominio, vedrai:

image.png

Quando devi inviare un sito web

Più comunemente, devi inviare il tuo sito web a Google solo quando lanci un sito per la prima volta (perché Google non sa che esiste) o quando sposti il tuo sito su un nuovo dominio.

Se stai lavorando su un sito esistente, non devi inviare l'intero sito se è già stato indicizzato.

Ci sono, tuttavia, delle circostanze dove potresti aver bisogno di farlo a seguito di un errore, mettiamo il caso che uno sviluppatore abbia aggiunto per errore un tag rel="noindex" nel sito e che quindi il sito esca dall'indicizzazione.

Come inviare un sito web a Google

Il modo più rapido ed efficace di inviare un sito web a Google è aggiungere una sitemap in XML sulla Google Search Console. 

Puoi farlo entrando nella scheda Sitemap della Search Console.

Vedrai il riquadro "Aggiungi una nuova sitemap". Prosegui e inserisci l'estensione della sitemap in XML del tuo sito.

image.png

Fatto questo vedrai un elenco di sitemap inviate e il numero di URL scoperti:

image.png

Come inviare un sito web o un URL ad altri motori di ricerca

È importante ricordare che Google non è l'unico motore di ricerca esistente, ce che quindi vorrai eseguire l'invio anche ad altri popolari motori di ricerca come Bing, Yahoo, Yandex, Baido e DuckDuckGo.

Adesso vedremo come inviare il tuo URL o il tuo sito web a ciascuno di loro.

Come inviare un URL o un sito web a Bing

Per inviare il tuo sito o il tuo URL a Bing, devi accedere a Strumenti per webmaster di Bing.

Una volta effettuato l'accesso devi aggiungere il tuo sito, se non l'hai già fatto. La buona notizia è che puoi saltare la verificare ed effettuare l'importazione direttamente dalla Google Search Console.

Per inviare un intero sito, puoi aggiungere la sitemap in XML, proprio come hai fatto con Google.

Vai nella scheda delle sitemap:

image.png

Vedrai il pulsante "Invia sitemap" nella parte superiore destra dello schermo, e cliccandolo si aprirà un pop-up. Inserisci qui l'URL della tua sitemap:

image.png

A differenza di Google, puoi cliccare su una sitemap già inviata; vedrai un pulsante per eseguire il reinvio nell'angolo superiore destro della pagina.

image.png

Se vuoi semplicemente inviare un URL puoi farlo tramite lo strumento di invio URL di Bing che trovi nel menù a sinistra.

image.png

Devi semplicemente inserire l'URL completo e cliccare su invia. 

Come inviare un URL o un sito web a Yahoo

Se hai già seguito i passaggi per inviare il tuo sito web a Bing, hai già fatto tutto quello che ti serve per inviarlo a Yahoo. Dal 2010, Bing fornisce i risultati di ricerca di Yahoo e il metodo di invio al motore di ricerca consiste semplicemente nell'inviarlo a Bing. 

Non ci sono altre cose da fare.

Come inviare un URL o un sito web a Yandex

Yandex è il principale motore di ricerca in Russia con una quota di mercato superiore al 60%.

Non tutti hanno bisogno di inviare il loro sito a Yandex ma, se hai dei clienti in Russia, ha senso che tu lo faccia.

Ecco i passaggi per inviare il tuo URL o il tuo sito web a Yandex:

  • Accedi agli Strumenti per i webmaster di Yandex.

  • Se non hai aggiunto e verificato il tuo sito, devi innanzitutto seguire i passaggi per farlo.

  • Per inviare il tuo sito, vedrai il link "File sitemap" nel menù a sinistra. Cliccalo; nella pagina successiva potrai aggiungere la tua sitemap allo stesso modo degli altri motori di ricerca.

image.png

Se vuoi che un nuovo URL venga indicizzato, accedi alla scheda "Reindicizza pagine" nel menù a sinistra.

Qui potrai inviare fino a 20 URL al giorno che avranno la priorità di indicizzazione più alta:

image.png

Come inviare un URL o un sito web a DuckDuckGo

Secondo i dati di maggio 2020, DuckDuckGo ha una quota di mercato stimata pari all'1,35% negli Stati Uniti.

Siamo molto lontani dal 6,5% di Bing il 3,6% di Yahoo e l'88% di Google, ma un numero sempre più grande di persone sta iniziando a usare questo motore di ricerca focalizzato sulla privacy. 

La buona notizia è che non devi inviare il tuo URL o il tuo sito web a DuckDuckGo. Il motore di ricerca usa più di 400 fonti per i suoi risultati, inclusi i risultati di ricerca di Bing, il che significa che se hai già fatto l'invio lì, non dovrai fare altro. 

Come evitare di essere de-indicizzati

Abbiamo già parlato di come fare in modo che il tuo sito venga indicizzato su Google e su altri motori di ricerca, ma è importante capire anche perché il tuo sito web potrebbe essere de-indicizzato (ossia eri sul motore di ricerca e non ci sei più).

Innanzitutto, sappi che è raro che un sito venga de-indicizzato. Di certo non è una cosa che vedrai succedere di frequente.

Quando però succede, la causa di solito è una di quelle indicate sotto.

Il tuo sito è stato bloccato con un "NoIndex"

La causa probabilmente più comune di de-indicizzazione dei siti è che uno sviluppatore si dimentichi per caso una direttiva "noindex" durante il caricamento del codice.

Di solito questo avviene sotto forma di meta tag noindex o di header "noindex" nella richiesta HTTP. Puoi scoprire di più su questo argomento qui

Se il tuo sito è stato de-indicizzato perché sono state aggiunte per errore delle direttive noindex, devi rimuoverle e reinviare il tuo sito. 

Sei stato colpito da un'azione manuale

Conosciuta anche come penalizzazione manuale, occasionalmente potresti scoprire che il tuo sito è stato de-indicizzato perché un membro del team webspam ha deciso di rimuovere il tuo sito dai risultati di ricerca a seguito di violazioni delle linee guida di Google per i webmaster.

Puoi scoprire se il tuo sito è stato colpito da un'azione manuale o meno all'interno della Google Search Console, e saperne di più sui vari tipi qui.

Ripetiamo: è raro che questo accada, a meno che il sito non abbia specificamente violato le linee guida per i webmaster. Non è qualcosa di cui preoccuparsi se segui le regole. 

Glossario dei termini

  • Strumenti per i webmaster di Bing: Un servizio gratuito fornito da Bing che permette ai webmaster di aggiungere i propri siti sul motore di ricerca e visualizzarne le prestazioni.

  • De-indicizzato: Quando un sito che era nell'indice di un motore di ricerca ne viene rimosso, sia accidentalmente o a seguito di azioni specifiche a riguardo.

  • Google Search Console: Un tempo conosciuto come Strumenti per i webmaster di Google, questo strumento gratuito permette ai webmaster di vedere e gestire le prestazioni dei loro siti sul motore di ricerca.

  • Indice di Google: Immagina che l'indice di Google sia simile all'indice di una biblioteca ma che, al posto dei libri, elenchi le pagine web disponibili su Google. 

  • Link in entrata: Link presenti su altri siti, che puntano al tuo.

  • Link interni: Link tra due pagine del tuo stesso sito. 

  • Azione manuale: Un'azione (o penalizzazione) che un membro di Google applica al tuo sito per influenzarne negativamente le prestazioni quando si ritiene che il sito violi le linee guida per i webmaster.

  • Noindex: Una direttiva aggiunta per richiedere che un sito o una pagina web vengano de-indicizzate.

  • Re-indicizza pagine: Uno strumento presente su Yandex per richiedere l'indicizzazione prioritaria di una pagina.

  • Site: operatore di ricerca: Un modo semplice di tirare fuori un elenco di URL disponibili su Google per un particolare dominio. 

  • Strumento Controllo URL: Uno strumento disponibile sulla Google Search Console che puoi usare per verificare lo stato di indicizzazione di un'URL. 

  • Strumento di invio URL: Lo strumento di Bing che ti permette di inviare i nuovi URL per l'indicizzazione.

  • Sitemap in XML: La sitemap in XML che viene inviata a un motore di ricerca indica le pagine principali che devono essere indicizzate.

  • Strumenti per i webmaster di Yandex: Un'alternativa alla Google Search Console e agli Strumenti per i webmaster di Bing, ma per il motore di ricerca russo Yandex.


Inviare il tuo sito e le tue pagine a Google e agli altri motori di ricerca non deve essere per forza complesso o richiedere molto tempo; fintanto che seguirai pochi semplici passaggi, vedrai i tuoi URL indicizzati in men che non si dica.

Verifica i problemi di indicizzazione

con Site Audit di Semrush

ADS illustration
Author Photo
Daryana SolntsevaDaryana is a PR manager at Semrush, she is responsible for product studies launch and coverage. Being an expert in public and international relations she takes inspiration from all possible cases to improve her work. She loves her profession because here you need to study and update your knowledge literally every day.
Subscribe to learn more about SEO per Principianti
By clicking “Subscribe” you agree to Semrush Privacy Policy and consent to Semrush using your contact data for newsletter purposes