Diciamocelo chiaramente: nessun operatore di mercato può trascurare l'importanza della SEO (Search Engine Optimization) nella propria strategia di marketing. In questo articolo proverò a dare dei suggerimenti su come gestire l’aspetto SEO per chi utilizza Magento – già mi sbilancio nel dire che, secondo me, stiamo parlando della migliore piattaforma CMS per e-commerce.

Partiamo dal presupposto che la SEO è il fattore decisivo del successo di un e-commerce.

Quanto meglio fai SEO sul tuo sito web, tanto più i clienti potranno trovare i tuoi prodotti / servizi, portando ad una maggiore possibilità di crescita di revenue per il tuo Brand.

Ovviamente la SEO non è un lavoro semplice ed è ancora più complicato quando si fa SEO per un sito di e-commerce che contiene un gran numero di liste di prodotti, come vi ho detto più volte in questi ultimi mesi nei miei vari articoli e webinar dedicati all’e-commerce.

Uno dei motivi per cui Magento è diventato la piattaforma di e-commerce per eccellenza è la sua funzionalità SEO-friendly come la riscrittura delle URL, l'ottimizzazione delle immagini o la facilità nel generare una sitemap. Basta controllare una qualsiasi guida dedicata alla SEO per Magento per renderti conto di quante possono essere le funzionalità a disposizione.

Io oggi ti parlerò in particolar modo di come servirsi di un'estensione, Magento 2 SEO Extension, come soluzione completa per tutte le questioni legate alla SEO per un e-commerce. Inoltre, ti darò consigli SEO di base che dovresti già conoscere per migliorare il posizionamento e il traffico sul tuo sito grazie a Magento.

[ebooks-promo slug="11-strategie-di-crescita-per-il-tuo-business-e-commerce"]

Come fare SEO con Magento 2: i consigli da seguire

Come configurare magento 2 per e-commerce in ottica seo

1. Aggiorna l'ultima versione della piattaforma Magento

Il suggerimento numero uno è quello di aggiornare sempre il tuo Magento alla versione più recente. Le nuove versioni avranno le migliori funzionalità di supporto SEO aggiornate. Considerala una sorta di conditio sine qua non per ottenere le migliori performance lato SEO.

Oltre a quanto affermato, l'aggiornamento alla versione più recente contiene molti miglioramenti, tra cui ottimizzazioni delle prestazioni, correzione dei bug e, soprattutto, il rafforzamento della sicurezza.

Magento stesso consiglia sempre a tutti i suoi utenti di aggiornare la versione più recente il prima possibile.

2. Ottimizza le URL

È sempre meglio che le URL del tuo sito e-commerce non abbiano codici. Con Magento 2 puoi seguire questi passaggi per ripulire le URL:

Store > Configurazione > Generale > Web > Opzioni URL, quindi imposta 'Aggiungi codice negozio su URL' su "No"

Dopo aver salvato questa configurazione, i codici prodotto / categoria non verranno aggiunti automaticamente alle tue URL, il che renderà il tuo negozio online più SEO-friendly.

Configurazione seo friendly per un ecommerce con Magento 2

Per ripulire radicalmente le URL, nel menu Ottimizzazione dei motori di ricerca, imposta 'Riscrivi URL server' su "Sì".

La frase "index.php" sarà rimossa anche dalle tue URL.

Ricordati che lato SEO le URL giocano in generale un importante ruolo in termini di ranking, quindi presta molta attenzione a come le tratti e soprattutto ottimizzale.

Il punto di forza  dell'ottimizzazione delle URL è il miglioramento dell'esperienza utente. Nessuno vuole vedere un link di una URL pieno di numeri e lettere senza senso.

La funzione di URL friendly consente a utenti e robot di avere una visione più chiara di ciò che riguarderà la pagina. Insomma rendi le tue URL parlanti.

3. Usa parole chiave appropriate

Magento 2 ha una sua modalità predefinita per il title e la description del prodotto, ma non è standard per la  SEO. Devi modificarli andando su:

Content > Design > Configuration

L'interfaccia utente mostrerà una tabella di configurazione del progetto, ad esempio una vista del negozio che desideri modificare.

Other Setting > HTML Head

Meta titolo e descrizione dovrebbero essere ricchi di parole chiave. In ottica SEO, una regola consiste nel mettere le parole chiave importanti all'inizio del titolo il più possibile per consentire ai motori di ricerca di capirle più facilmente. Nella descrizione, anche la parola chiave deve apparire. Un'altra cosa  importante è quella di eliminare stop words come "il", "e" dal titolo. Fai un'azione simile per il titolo della categoria e la descrizione, avrai un sito più SEO-friendly.

La Keyword Research è più facile

Con Keyword Magic tool di SEMrush

ADS illustration

4. Ottimizza le immagini dei prodotti

Sembra banale, ma troppi e-commerce dimenticano l’importanza di ottimizzare le immagini.

Prima di tutto, il nome del file immagine dovrebbe descrivere in modo accurato e chiaro di cosa tratta l'immagine invece che scrivere una serie di parole e numeri senza senso. Ad esempio, invece di IMG00231, dovresti usare un nome descrittivo del prodotto, come scarpe-rosse-adidas.

Il nome del file diventa parte dell'URL dell'immagine, quindi nominare il tuo file in italiano renderà i tuoi URL più facili da navigare e capire per il motore di ricerca.

Il testo alternativo di un'immagine (alt) viene mostrato quando gli utenti passano il mouse sopra l'immagine o i siti Web non possono renderizzare l'immagine per svariati motivi. Quando il motore di ricerca esegue la scansione del tuo sito web non può vedere cosa c'è scritto nella tua immagine, l'unica cosa che il motore di ricerca può leggere è il testo. Il testo alternativo descrive l'immagine ai motori di ricerca in modo che possano capirla. Puoi aggiungere la tua parola chiave nel testo alternativo, ma ricorda di farlo in maniera ragionevole.

La dimensione dell'immagine influisce sulla velocità di caricamento. Normalmente, quasi la metà dei potenziali clienti di un e-commerce non aspetterà più di 3 secondi per il caricamento di una pagina. Le immagini PNG sono molto utilizzate, ma in termini di dimensioni e qualità ridotte, i JPEG sono scelte migliori rispetto ai file PNG.

Immagini per ecommerce: in ottica seo è meglio un JPEG

5. Evita contenuti duplicati

Avere contenuti unici è uno dei fattori chiave nella SEO. I crawler dei motori di ricerca odiano trovare su un sito contenuti duplicati (più URL puntano allo stesso contenuto o simili).

Per risolvere questo problema, devi dire esplicitamente a Google quale URL è autorevole (canonica) per quella pagina. Se non lo fai esplicitamente, Google farà questa scelta per te o potrebbe considerare di uguale peso 2 URL, il che potrebbe portare a esiti indesiderati. Questo è anche il vantaggio dei tag canonical.

Nell'impostazione predefinita di Magento 2, è possibile utilizzare il tag Canonical per prodotto e categoria. Per abilitare l'opzione Tag canonical:

Vai a Store > Configuration > Catalog > Search Engine Optimization. Imposta 'Usa metatag di Canonical Link per categorie' su Sì, 'Usa meta tag di collegamento canonico per prodotti' su Sì.

Configurazione SEO di Magento 2 di tag canonical

6. Rendi il tuo sito più veloce

La velocità di caricamento può influenzare il ranking del sito.

Come affermato da Google, i siti lenti verranno presi meno in considerazione. Un semplice secondo può letteralmente farti perdere tutto quanto di ben fatto fino a quel momento.

Magento SEO 2 suggerisce come intervenire per velocizzare il tuo sito, qui sotto ci sono alcune semplici ma fondamentali modalità di intervento:

Abilita tutte le funzionalità di memorizzazione nella cache:

Store > Configuration > Advanced > System > Full Page Cache. Imposta 'Caching Application' su Varnish Cache e configura alcune opzioni di Varnish come Access list, Backend port e Backend port.

Queste impostazioni possono rendere più veloci i successivi caricamenti della pagina senza molto carico del server.

Abilita categorie di catalogo piatti e prodotti a catalogo piatti: 

Store > Configurazione > Catalogo > Catalogo > Storefront

Un Flat Catalog viene aggiornato automaticamente, contiene tutti i dati necessari su un prodotto o una categoria in un'unica tabella. in modo che l'indicizzazione di un Flat Catalog possa velocizzare significativamente l'elaborazione delle regole dei prezzi di catalogo e carrello.

Unisci file CSS e JS:

Store > Configuration > Advanced > Developer > impostazione JavaScript / impostazione CSS

Unire i file JS / CSS CSS separati in 1 file semplicemente abilitando le opzioni Unisci CSS / JavaScript aiuta a ridurre il tempo di caricamento della pagina per la tua pagina.

Riduci il numero di file esterni che possono essere scaricati dal tuo server:

Come abilitare il flat catalog dell'ecommerce con Mageo 2 SEO extension

7. Genera la Sitemap

Le Sitemap sono essenziali nella SEO. I crawler seguono i collegamenti nella sitemap a tutte le pagine di un sito Web e quindi eseguono la ricerca per il motore di ricerca. In Magento 1 puoi generare sia la sitemap XML che HTML. Sfortunatamente, Magento 2 ha solo l'impostazione della sitemap XML. Se si desidera generare una sitemap HTML è necessario personalizzare o utilizzare l'estensione come Sitemap HTML dinamico per Magento 2 per crearne una.

Per configurare la Mappa del sito, ad esempio la frequenza con cui viene aggiornata la mappa o ciò che è incluso:

Store > Configurazione > Catalogo > XML Sitemap

come configurare sitemap ecommerce con magento2 seo extension

Per generare una Sitemap XML:

Marketing > Sitemap. Quindi aggiungi Sitemap e aggiungi nome e percorso per la nuova Sitemap. Quindi seleziona Salva e genera.

8. Modifica il file Robots.txt

Perché dovresti dare un'occhiata al file robots.txt? Se crei un sito senza prodotti reali, Magento aggiunge un file robots.txt al tuo sito in modo che i motori di ricerca non lo indicizzino. Il tuo sito è reale, giusto? Quindi non lasciare che il file robots.txt impedisca al motore di ricerca di trovare il tuo sito.

Per impostazione predefinita di Magento 2, l'impostazione Robot è "INDEX, FOLLOW". Se vuoi cambiarla, vai su:

Content > Design > Configuration, quindi scegli lo Store view dove vuoi modificare l'impostazione di Robot.txt. Scorri verso il basso fino a Search Engine Robot e scegli la configurazione che ti interessa.

9. Linking interno

Per ottenere risultati SEO ottimali, creare collegamenti interni è un must. Seguendo i link interni, i crawler dei motori di ricerca possono definire la relazione tra pagine, post e altri contenuti sul tuo sito web. Il prossimo suggerimento SEO di Magento 2 è quindi la creazione di una grande rete di collegamenti interni, utilizzando semplicemente la funzione di prodotto correlata predefinita.

La funzione prodotti correlata per fare internal linking su un ecommerce con Magento 2

È possibile collegare facilmente un prodotto ai relativi articoli seguendo questa configurazione:

Catalogo > Prodotti. Scegli un prodotto da modificare. Vai a Prodotti correlati, Up-Sells e Cross-Sells > Prodotti correlati > Aggiungi prodotti correlati

Questi sono alcuni consigli fondamentali con cui sfruttare il plugin Magento 2 per ottimizzare per i motori di ricerca un e-commerce su Magento. Ovviamente esistono molte altre tipologie di interventi, a cui magari dedicheremo un altro post più avanti.

E tu quali interventi consideri imprescindibili per garantire un buon posizionamento organico a un e-commerce?

Aspetto come sempre i tuoi commenti per discutere delle migliori pratiche SEO che si possono implementare.

Verifica la salute del tuo e-commerce

con Site Audit di SEMrush

ADS illustration
Author Photo
Gaetano RomeoGrowth Manager, Start up mentor e Advisor di diverse aziende, Gaetano è nato a Palermo nel 1979, laureato in Lingue e letterature Euro-Americane, muove i primi passi nel digitale nel 2003 lavorando per piccole realtà locali. Fondamentale la sua esperienza tedesca, che lo stesso Gaetano ritiene di importanza capitale per la sua formazione non solo tecnica, ma anche umana. A Berlino, Gaetano lavora per multinazionali quali StudiVZ nel 2006, una sorta di Facebook tedesco, diventando Country manager per l’Italia, Zalando e Groupon in qualità di consulente, nel 2008 lavora a Monaco in qualità di Head of SEO per MYDAYS Italia, dal 2010 ha gestito a Milano SEO Romeo, successivamente divenuta Digital Laboratory, una delle realtà digitali più importanti in Italia. Adesso si occupa di far crescere le start up più interessanti, business advisor di notizie.it e top brand influencer di Semrush. Direttore editoriale collana digital generation per il gruppo Maggioli e direttore della Pambianco Academy, Advisor e socio di Notizie.it Autore dei libri Trova lavoro con il web, SEO & Inbound marketing e SEO per e-commerce.
Subscribe to learn more about Ecommerce
By clicking “Subscribe” you agree to Semrush Privacy Policy and consent to Semrush using your contact data for newsletter purposes
More about Ecommerce
Tendenze del Marketing Digitale nell'Ecommerce 2020La pandemia di COVID-19 ha avuto un effetto significativo sul marketing digitale di quest‘anno. Abbiamo analizzato gli ultimi trend del web marketing nel settore ecommerce per aiutare le aziende a orientarsi nei loro nuovi scenari.
11 min read
Studio di fattibilità per un progetto EcommerceOggi voglio spiegare un processo che considero essenziale all‘avvio di un Ecommerce e che in realtà non tutti fanno: si tratta dello studio della fattibilità economica che precede il piano di lancio di un negozio online.
9 min read