it
English Español Deutsch Français Italiano Português (Brasil) Русский 中文 日本語
Invia il post
Vai al Blog
Andrea Vittorini

YouTube: le formule per calcolare quanti commenti, like e view ti servono

41
Wow-Score
Il Wow-Score mostra il livello di interazione del posto di un blog. Si calcola sulla correlazione tra il tempo di lettura attivo degli utenti, la loro velocità di scrolling e la lunghezza dell'articolo.
Andrea Vittorini
YouTube: le formule per calcolare quanti commenti, like e view ti servono

Ratio YouTube: Scopri la combinazione perfetta di view, commenti e like

È fin troppo evidente che in questi anni YouTube è riuscito a catturare l'attenzione di tutti, in particolar modo di giovani, gli YouTuber, che partendo da zero, ma spinti da idee geniali, ne hanno fatto persino un lavoro; questo potrebbe sembrare strano o assurdo per tante persone, ma si tratta di una realtà a tutti gli effetti e tu potrai essere uno di loro, una persona che non ha mai smesso di sognare.

Non commettere però l'errore di pensare che un'attività di questo tipo sia estremamente semplice, perché le difficoltà sono tante, soprattutto i primi tempi, quando ci si troverà a dover gestire un canale tutto nuovo, con un pubblico da scoprire e risultati da saper interpretare al meglio.

Altro parametro da tenere a mente sono gli errori, molti dei quali potrai comprendere tu stesso già solo dando un'occhiata ai canali di altri utenti; puoi notare realtà che caricano anche più di 10 video giornalieri, così come altre che difficilmente superano i 5 video all'anno, insomma, è importante trovare una via di mezzo, un giusto compromesso!

Devi comprendere che caricare troppi video non è certo consigliato e poi, diciamocelo, è davvero faticoso! Inoltre, man mano che crescerai dovrai pensare anche ai tuoi iscritti, di conseguenza troppi contenuti non farebbero altro che intasare la loro bacheca portandoli a disiscriversi gradualmente.

Non esiste un numero preciso e perfetto di video da pubblicare, dipende dalla tipologia del canale e da tanti altri fattori, però io ti consiglio di non superare i 5 video settimanali.

In ogni caso, non focalizzarti solo sul numero, perché potrebbe distoglierti da quella che dovrà essere la caratteristica chiave in ogni tuo video: la qualità, quella in grado di lasciare il visitatore a bocca aperta!

Proprio in relazione a quest'ultimo dettaglio, bisogna ammettere che a volte basta pochissimo per creare contenuti imbattibili, tieni conto che al momento sono già in tanti, soprattutto all'estero, a produrre video in formato 4K, quindi per partire avvantaggiato acquista una cam che ti permetta di farlo, oppure uno smartphone moderno (limitando alla grande la tua spesa iniziale); evita il classico microfono low cost e punta su una soluzione professionale in grado di offrire un risultato finale di qualità, tale da permettere al visitatore di riuscire a godersi al meglio il video che hai pubblicato.

Detto questo, è fondamentale capire cos'è la Ratio YouTube, vale a dire comprendere effettivamente se il numero di commenti, visite e like sia ottimale; in caso positivo potrai dormire almeno per il momento sugli allori, il che vorrà dire che i tuoi video riescono realmente a coinvolgere il pubblico, regalando emozioni. Sei perfettamente in regola per crescere nel tempo.

Engagement ratio YouTube Fonte: onepagezen.com

La tua strategia sembra essere efficace, quindi non demordere e continua così!

Ratio YouTube: hai abbastanza commenti?

Analizzando al meglio questi aspetti, possiamo affermare che i commenti sono fondamentali, ma è pur vero che non basterebbero per consentire al tuo canale di crescere senza limiti, motivo per cui cerchiamo di comprendere con un semplice calcolo la reale efficacia di ogni video.

Ratio YouTube: la formula per sapere se ricevi abbastanza commenti

Questo significa che se un nostro video ha registrato 2000 visualizzazioni, dopo un banale calcolo, la ratio ideale di commenti sarà pari a 10!

Non è nulla di complesso, si tratta di una regola semplice ma efficace che tu stesso potrai applicare per capire se le tue produzioni stanno ottenendo successo o meno; l'obiettivo ovviamente sarà quello di capire se il rapporto tra i commenti e le visite è ottimale.

Una condizione favorevole potrà variare in base a diversi aspetti che andrebbero considerati, a partire ad esempio dalla natura del video stesso, motivo per cui se stiamo parlando di un argomento specifico, le visite potrebbero essere in parte limitate, ma sicuramente ben targettizzate.

Se vuoi sapere come trovare le parole chiave giuste per i tuoi video su YouTube ti consiglio di leggere questo post: Trovare le parole chiave per i video di YouTube in pochi passi

Ratio YouTube: dovresti incentivare i Like?

Anche in questo frangente sarà opportuno effettuare un semplice calcolo, ma a differenza dell'esempio precedente, qui ci si andrà a focalizzare sui like che ogni tuo singolo video riuscirà ad ottenere. Stiamo parlando di un elemento chiave che andrà in qualche modo ad indicare il gradimento del pubblico, così come anche la qualità di ogni tua idea!

Come calcolare la relazione tra like e visualizzazioni su YouTube

Il numerino in questione rappresenta il rapporto perfetto tra questi due parametri, motivo per cui, se volessimo analizzare il solito video con 2000 visualizzazioni, capiremo che dovranno essere presenti almeno 80 like.

Devi entrare nell'ottica che ogni singolo visitatore, dal momento in cui compirà tali azioni, avrà in qualche modo espresso un suo parere sul video, ritenendolo estremamente valido da un punto di vista qualitativo. Stiamo parlando di un feedback a tutti gli effetti!

Se il tuo video non dovesse raggiungere quel numero di like, però, non devi certo arrenderti, questo non significa affatto che la tua attività non sarà apprezzata dal pubblico, al contrario, il tuo obiettivo deve necessariamente essere quello di cambiare approccio, studiare una strategia nuova che ti consenta di rompere determinate barriere e conquistare cuore e testa di ogni singolo utente che per la prima volta si troverà a visionare un tuo video su YouTube.

Ricorda che con la costanza e tanta forza di volontà riuscirai sicuramente ad ottenere buoni risultati, ma è opportuno anche essere creativi, studiando soluzioni nuove e realizzabili, senza strafare, ma tenendo pur sempre i piedi per terra.

Se sei in cerca di spunti puoi leggere l'articolo Come creare un video virale su YouTube: guida in 5 passi.

Diamo un'occhiata alla ratio relativa agli Iscritti al tuo canale

Anche gli iscritti sono da tenere sotto controllo, rappresentano un fattore molto importante, ma non sempre uno YouTuber sa come interpretarli al meglio. Per intenderci, il loro numero ha un significato che anche tu dovresti conoscere e potrai ottenerlo con una semplice formula:

Sono abbastanza gli iscritti al tuo canale YouTube? Calcolalo così

Stiamo parlando di una percentuale molto importante, rappresenta in un certo senso la chiave di tutto, di conseguenza, prendendo come esempio un canale da 5000 iscritti, ed effettuando un rapido controllo, potremo dedurre che per una situazione ottimale ogni video dovrebbe vantare almeno 700 visualizzazioni.

Ricorda: le formule servono solo a darti un'idea, un suggerimento, una strada seguire, motivo per cui prendile con le molle, perché i risultati varieranno da canale a canale, e le motivazioni sono:

  1. Tutto può variare in base alla tipologia di canale.

  2. Ha un certo peso anche la tipologia di video proposto.

  3. Il caricamento di ogni video e la distanza temporale possono fare la differenza.

  4. La qualità di ogni produzione gioca un ruolo chiave.

  5. Le modalità utilizzate dallo YouTuber per farsi conoscere!

Sino ad ora ti ho parlato di rapporti, di come questi possano variare in base a differenti circostanze, motivo per cui, se il tuo obiettivo è crescere nel mondo di YouTube, ti invito a tenere in considerazione ogni singolo aspetto, perché inglobandoli in una strategia ad hoc, anche tu riuscirai ad ottenere risultati degni di nota.

Molti pensano che basta esserci su YouTube, così come su tanti altri social network del momento, ma in pochi hanno ben compreso le potenzialità di questa piattaforma, arrivando persino a pensare che possa in qualche modo portare al successo, come già accaduto a tantissime persone, che grazie alla loro creatività e a idee chiare sono riuscite a creare dei format perfetti.

Commenti, like e visualizzazioni ti faranno crescere su YouTube: con semplici calcoli potrai scoprire la ratio perfetta, così da migliorare la tua attuale strategia e raggiungere i risultati che aspetti da tempo!

E, come ti anticipavo all'inizio, non dimenticare di dare sempre un'occhiata ai tuoi competitor: è il modo migliore per sapere quali sono i numeri a cui devi fare riferimento. Il Social Media tool di SEMrush ti permette di analizzare le principali metriche di un canale YouTube: engagement totale, view, like, dislike, commenti, e visualizzare i post della concorrenza che stanno funzionando, per capire la chiave del successo nella tua nicchia.

Sei uno YouTuber o vorresti diventarlo?

Raccontami la tua esperienza e quali risultati hai ottenuto applicando queste formule al tuo canale. Sono quelli che ti aspettavi?

Andrea Vittorini
Aiutante

Un membro esperto, sempre lieto di dare una mano.

In dettaglio mi occupo della creazione di siti web statici e dinamici, blog, forum, newsletter, SEO (ottimizzazione per i motori di ricerca), SEM (motori di ricerca), brochure, cartoline, volantini, loghi, copertine cd, servizio foto , Campagne pubblicitarie non convenzionali e molto altro ancora.
Oggi mi rendo disponibile la mia esperienza come insegnante individuale e di classe (ad esempio Adv. Agency "Tracce" - Modena), anche per persone che non hanno ancora raggiunto un rapporto amichevole con la tecnologia.
Il software e le piattaforme per lo sviluppo grafico e web che utilizzo sono: Photoshop, Bryce, Swift3D, Flash, Dreamweaver, HTML, CSS, PHP, MySQL.
Invia feedback
Il tuo feedback deve contenere almeno 3 parole (10 caratteri).

Utilizzeremo questa e-mail solamente per rispondere al tuo feedback. Informativa sulla privacy

Grazie per il tuo feedback!