it
English Español Deutsch Français Italiano Português (Brasil) Русский 中文 日本語
Invia il post
Torna ai giochi
Amplia le tue conoscenze:
Brand identity

Archetypal Branding e SEO: capisci il tuo Brand per migliorare il tuo posizionamento

83
Wow-Score
Il Wow-Score mostra il livello di interazione del posto di un blog. Si calcola sulla correlazione tra il tempo di lettura attivo degli utenti, la loro velocità di scrolling e la lunghezza dell'articolo.

Archetypal Branding e SEO: capisci il tuo Brand per migliorare il tuo posizionamento

Gian Luca Partengo
Archetypal Branding e SEO: capisci il tuo Brand per migliorare il tuo posizionamento
Hai un'azienda avviata oppure stai impiegando le tue risorse per lanciare una nuova Startup? Poco importa, in entrambi i casi, in ottica SEO, la prima domanda che devi porti non è quale strategia usare ma quale sia la tua vera identità. Una prematura analisi di mercato e dei tuoi competitor, sarebbe azione deleteria prima ancora di iniziare qualsiasi attività in tal senso.

Archetypal Branding

Per rispondere alla precedente domanda, ti viene in aiuto l'Archetypal Branding ovvero la tecnica del Marketing Tradizionale propedeutica alla costruzione di un Brand. Nata dal lavoro di Carol Pearson nel 1991, è stata poi sintetizzata in dodici profili di personalità differenti che i Brand possono assumere.

Lo sviluppo di un Brand attraverso un archetipo agevola il lavoro di Marketing Brainstorming perché, in ogni momento, è possibile chiedersi se lo stesso Brand possa rispecchiarsi in una certa azione o scelta. Immaginalo e identificalo come fosse una persona, o individuo umano, e parti da lì.

Chi sei?

Analizza te stesso e il tuo Brand e cerca di comprendere quali siano i valori profondi che guidano le tue azioni.

Analizza chi sei e qual è la personalità del tuo brand

Focalizzare l'attenzione su chi sei, può aiutarti a sostenere solide basi spontanee e non fittizie, quindi agevolarti il lavoro. In pratica, sii coerente e soprattutto te stesso.

Cosa offri davvero?

Nel Marketing, l'aspetto oggettivo di un prodotto perde valore perché, come accade per le regole del posizionamento, anche questo assume forme diverse nell'immaginario di un cliente. Quindi cerca di capire quale e cosa sia realmente il tuo prodotto.
Immagina un dentifricio, prodotto ad uso comune per la pulizia dentale. Potrebbe essere interpretato in modi differenti dai singoli acquirenti che potrebbero identificarlo come strumento atto a:
  • Prendersi cura di se stesso;
  • Farsi accettare dalla società;
  • Risparmiare evitando il dentista;
  • Rendersi più affascinanti;
  • Evitare dolore.
Ecco! Quanto basta per farti capire che devi assolutamente comprendere dove si colloca il tuo Brand, al fine di poter ottimizzare al meglio la tua strategia SEO.

Quali sono i valori dei tuoi clienti?

Valori in cui si riconosce il tuo target

Conoscere il mercato è importante ma, se non tieni d'occhio anche la propensione reattiva dei potenziali clienti, diventa effimera considerazione. Pertanto, devi domandarti quale sia l'orientamento dei tuoi interlocutori e in quale delle seguenti aree di mercato si identificano. 
  • Stabilità: vogliono fermezza e coerenza con il passato;
  • Cambiamento: cercano una rottura con lo status quo;
  • Appartenenza: vogliono identificarsi con un gruppo o comunità particolari;
  • Indipendenza: si rispecchiano nell'individualità.

Il punto di unione

Constatata quale sia la personalità della tua azienda o del tuo Brand e definito il mercato, non ti rimane altro che focalizzarti su quello che viene definito punto di unione, ovvero la Convergenza di Marketing che ti permetterà di fare la differenza.

Il punto di unione deve essere spontaneo e non forzato e se non è così rivedi subito la strategia di ricerca del mercato corretto.

La scelta dell'archetipo

A questo punto, cerca di definire la personalità del tuo Brand. Non cercare di identificarla prima delle precedenti analisi, non avresti informazioni sufficienti.

01. Il puro

Un archetipo integro e guidato da un'etica forte. Crede nel valore della bontà e del far bene.

Il puro - archetipi di un brand

Frasi rappresentative: "I bravi ragazzi arrivano primi", "Fai la cosa giusta anche se nessuno ti vede".
Orientamento: indipendenza.
Aspirazione: andare in paradiso.
Strategia: far le cose per bene.
Doti: fede e ottimismo.
Ciò che disprezza: inganno, discordia, contraddizioni, guerra, maleducazione.
Gli opposti: negatività, pregiudizio, male.
Esempi di Brand: Ikea, Disney, Dove, Make-a-wish foundation.

02. Il pioniere

Un archetipo individualista che traccia un suo sentiero a caccia di libertà e avventura e vive la vita in modo intenso. Di solito è tra gli early adopter (primi utilizzatori) delle invenzioni.

Archetypal branding: il pionere

Frasi rappresentative: "Dormirò quando sarò morto", "Il viaggio è più importante della destinazione".
Orientamento: indipendenza.
Aspirazione: la ricerca di se stessi attraverso l'esplorazione.
Strategia: il viaggio alla scoperta di nuovi stimoli.
Doti: grande autonomia.
Ciò che disprezza: limiti, noia, confini, immobilità.
Gli opposti: conformità, essere compiacenti, evitare le sfide.
Esempi di Brand: Groupon, North Face, Jeep, Discovery Channel.

03. Il saggio

Questo archetipo rappresenta quelle figure che diventano fonte di sapere e conoscenza.

Brand archetypes: il saggio

Frasi rappresentative: "La conoscenza è potere", "Dobbiamo a noi stessi la ricerca della verità".
Orientamento: indipendenza.
Aspirazione: trovare la verità.
Strategia: ricercare la conoscenza e capire i processi che governano le cose.
Doti: saggezza, acume.
Ciò che disprezza: incertezza, inganno, falsità.
Gli opposti: irrazionalità, ingenuità, disonestà, ignoranza, impulsività.
Esempi di Brand: Harvard, Il Sole 24 Ore, McKinsey, Quark.

04. Il campione

Personifica la nobiltà e la capacità di far fronte alle avversità. Affronta le sfide a testa alta, è implacabile, resistente e fiducioso.

Archetypal branding: il campione

Frasi rappresentative: "Vincere è tutto", "La vittoria richiede talento, ripetersi richiede carattere".
Orientamento: cambiamento.
Aspirazione: dar prova di sé attraverso gesti coraggiosi.
Strategia: essere sempre forte e preparato.
Doti: competenza, coraggio.
Ciò che disprezza: debolezza, insicurezza, sconfitta, vulnerabilità.
Gli opposti: essere timorosi, deboli, codardi, pessimisti, rinunciatari.
Esempi di Brand: i Marines, Nike, Gatorade.

05. Il ribelle

Perennemente insoddisfatto della situazione in cui vive e rifugge dalle convenzioni.

Archetipi di un brand: il ribelle

Frasi rappresentative: "Le regole sono fatte per essere infrante", "Intraprendi la strada meno trafficata".
Orientamento: cambiamento.
Aspirazione: portare alla rivoluzione.
Strategia: distruggere lo status quo.
Doti: non avere limitazioni.
Ciò che disprezza: impotenza, perdita di identità.
Gli opposti: il "group-think", dipendenza, conformità, passività, timidezza, viltà.
Esempi di Brand: Harley-Davidson, Red Bull, Converse.

06. Il mago

Crea esperienze che trasformano l'ordinario in straordinario. Rappresenta il mistero, il brivido e la novità.

Archetipi brand: il mago

Frasi rappresentative: "Nulla è impossibile", "I sogni diventano realtà".
Orientamento: cambiamento.
Aspirazione: comprendere le leggi che governano l'universo.
Strategia: sviluppare una propria visione e viverla appieno.
Doti: trovare soluzioni win-win.
Ciò che disprezza: ordinario, fallimento, status quo, inefficienza.
Gli opposti: noia, monotonia, pessimismo, essere amorfo, negatività.
Esempi di Brand: Pixar, Cirque du Soleil, Disney World, Apple.

07. L'uomo comune

Disdegna tutto ciò che è pretenzioso e costruito. Dice le cose pane al pane e crede nelle verità delle sue idee.

Personalità di un brand: archetipo dell'uomo comune

Frasi rappresentative: "Io sono quel che sono", "Sii sincero con te stesso".
Orientamento: appartenenza.
Aspirazione: far parte della comunità, relazionarsi con gli altri.
Strategia: stare con i piedi per terra.
Doti: realismo, empatia, poche pretese.
Ciò che disprezza: finzione, inganno, illusione.
Gli opposti: essere pretenziosi, superficiali, arroganti.
Esempi di Brand: Levi's, Wrangler Jeans.

08. Il seduttore

Desidera romanticismo, intimità e piacere sessuale. Non è spaventato dall'essere indulgente e apprezza i prodotti che hanno sex appeal.

Archetypal brand: il seduttore

Frasi rappresentative: "L'amore vince ogni cosa", "All you need is love".
Orientamento: appartenenza.
Aspirazione: creare intimità.
Strategia: diventare sempre più attraenti.
Doti: essere passionali e coinvolti.
Ciò che disprezza: solitudine, bruttezza, banalità.
Gli opposti: odio, forza bruta, purezza.
Esempi di Brand: Victoria's Secret, Godiva, Alfa Romeo, gelati Magnum.

09. L'intrattenitore

Questo archetipo è il tipico clown, uno spirito allegro e libero che vuole solamente divertirsi.

Archetypal brand: l'intrattenitore (o clown)

Frasi rappresentative: "La risata è la medicina migliore", "Senza almeno una risata, la giornata è persa".
Orientamento: appartenenza.
Aspirazione: vivere ogni istante divertendosi.
Strategia: giocare ed essere divertenti, sviluppare una propria visione e viverla appieno.
Doti: gioiosità.
Ciò che disprezza: seriosità, drammaticità, tragedia, tristezza, malinconia, noia.
Gli opposti: stoicismo, puritanesimo, mancanza di umorismo, tristezza.
Esempi di Brand: Bubble Gum, Looney Tunes, M&M's.

10. L'aiutante

I suoi valori sono la compassione e la generosità.

Archetypal branding: l'aiutante

Frasi rappresentative: "Prenditi cura di te", "Fatti guidare dalla compassione".
Orientamento: stabilità.
Aspirazione: proteggere e prendersi cura degli altri.
Strategia: agire per gli altri.
Doti: grande generosità.
Ciò che disprezza: indifferenza, falsità, insensibilità, sfiducia, pessimismo.
Gli opposti: egoismo, disinteresse.
Esempi di Brand: Volvo, Johnson&Johnson, P&G, Barilla.

11. Il creativo

Un artista, innovatore e un sognatore. Unisce arte e immaginazione per esprimere se stesso e la sua visione del mondo.

Archetypal branding: l'artista

Frasi rappresentative: "Immagina, puoi".
Orientamento: stabilità.
Aspirazione: creare cose di gran valore.
Strategia: sviluppare abilità e creatività artistiche.
Doti: immaginazione.
Ciò che disprezza: ordine precostituito, confini, noia, uniformità, direttive.
Gli opposti: tradizionalismo, seguire gli altri, fondamentalismo.
Esempi di Brand: Lego, YouTube, Nikon, 3M.

12. Il Re

Questo è l'archetipo del boss, del capo, del Re. Emana potere ed esercita leadership e dominanza su tutto. Preferisce brand che stanno "sopra" tutto il resto.

Archetypal branding: il re

Frasi rappresentative: "Innalzati dalla folla", "Essere il numero 1 è il tuo obiettivo".
Orientamento: stabilità.
Aspirazione: controllo.
Strategia: esercitare il proprio potere.
Doti: il grande senso di responsabilità.
Ciò che disprezza: caos, atteggiamenti perdenti, vittimismo, povertà, solitudine.
Gli opposti: seguire gli altri, pigrizia, mancanza di potere, debolezza, essere remissivo o passivo.
Esempi di Brand: Porsche, American Express, Cartier, Chanel, Rolex, Tiffany, Mercedes.

A questo punto, hai tutte le carte in tavola e puoi iniziare a pensare alle tue azioni di marketing per far rendere al massimo il tuo Brand nelle strategie SEO e SMM.

In base alle analisi sopra citate, puoi ora comprendere meglio chi sei e quale è il tuo prodotto, come circoscrivere dettagliatamente il mercato di appartenenza e, quindi, scegliere con cura i tuoi clienti partendo dai giusti competitor. Solo così avrai la certezza e la sicurezza che ogni tua azione sarà spontanea e commisurata alla tua filosofia aziendale.

Chi sono i tuoi competitor?

Scoprilo nel dettaglio con Analisi dominio

Please specify a valid domain, e.g., www.example.com

Come scegliere le tue strategie SEO?

Supponiamo adesso che i tuoi clienti appartengano al gruppo della Stabilità, quindi prediligano fermezza e coerenza con il passato. Diventa chiaro che l'identificativo del tuo Brand sarà un archetipo fra l'Aiutante, il Creativo e il Re. Entrando ancor più nel dettaglio, hai scoperto di essere creativo o meglio la prerogativa della tua azienda e del tuo Brand è affine a quell'archetipo. Punta quindi su un messaggio geniale e realizza un sito web che sia in linea con lo sviluppare immaginazione, stuzzicare i sensi del cliente e offrire Arte.

Strategie SEO

Struttura il tuo sito web in modo dinamico e definisci tutti i passaggi necessari per una SEO perfetta ricordandoti le tre fasi da cui questa dipende:

  1. SEO ON-SITE 
  2. SEO ON-PAGE
  3. SEO OFF-SITE

Maggiori info La SEO non è magia. Ecco le regole delle 4 Parche! Post Gian Luca Partengo

Non ti parlerò qui di come agire sulla SEO ON-SITE o su quella OFF-SITE perché sono altra storia ma, di certo, ci focalizzeremo su quella ON-PAGE strategicamente ad hoc.

Per non commettere errori, regole base di una SEO ON-PAGE a parte, quello che ti serve è sostanzialmente capire a fondo come agire sulle pagine inserendo le giuste keywords e i corretti contenuti.

Per fortuna ti viene in aiuto SEMrush attraverso il quale puoi analizzare, correggere eventuali errori e soprattutto, affinare le strategie necessarie per posizionare meglio il tuo sito.

Accedi al pannello di controllo, crea un nuovo progetto e inizia l'analisi del tuo Brand.

Site Audit

Per prima cosa, effettua un controllo sulla salute del tuo sito web attraverso lo strumento Site Audit. Qui puoi renderti conto di cosa c'è che non va e dove puoi rimediare. Lo strumento, potentissimo, segnala discrepanze di tre tipologie differenti:
  • Errori (gravità massima),
  • Avvertimenti (gravità media), 
  • Avvisi (gravità bassa).
Se qui vengono evidenziate occorrenze sicuramente c'è qualche cosa che non funziona sul tuo sito e, dunque, corri tempestivamente a correggere i problemi.

SEMrush Site AuditSEMrush Site Audit

Verifica la salute

del tuo sito con Site Audit

Please specify a valid domain, e.g., www.example.com
 

Position Tracking

A questo punto, se il tuo sito web non è nuovo, ti consiglio, prima di compiere qualsiasi altra azione, di verificarne l'indicizzazione e il posizionamento sulla SERP di Google. Vai, quindi, allo strumento Position Tracking, inserisci le parole chiave che hai usato fino a questo momento e aggiungi i competitor che hai ritenuto tali prima di questo articolo. Dal report dei risultati, potrai vedere la tua situazione per quelle date parole chiave, in riferimento ai tuoi concorrenti.

SEMrush Position TrackingSEMrush Position Tracking

Segnati le keywords su cui lavorare, magari quelle dove la tua posizione è debole e quelle per le quali credevi di avere una posizione migliore.

Supponiamo, ad esempio, che il tuo core business sia relativo alla produzione di gioielli d'artigianato. Poc'anzi hai scoperto che il tuo archetipo è quello creativo e che i tuoi clienti risiedono in un gruppo che ama le decisioni risolute senza scostarsi troppo dalle idee del precedente passato.
Inoltre, l'analisi che hai appena fatto ha rilevato che le keywords usate per la tua attuale SEO sono scadenti, non competitive e suonano forti come "cabochon", "choker", "charms" etc..
Diventa lapalissiano l'errore di fondo: stai usando concetti forti, laddove il tuo pubblico ne richiede altri e, al contempo, non hai mai ottenuto un ottimo posizionamento.

Devi cambiare strategia!

Affinché tu riesca in questo, per prima cosa dovrai trovare la parole chiave corrette e, in seguito, rivedere la struttura dei contenuti del tuo sito. Pensa a come potresti migliorare, ad esempio, utilizzando keywords attinenti alla tua vocazione creativa ma più vicine all'esigenza classica dei tuoi clienti, come "gemma", "girocollo", "ciondolo" etc.

Crea un nuovo Progetto

su Position Tracking

Please specify a valid domain, e.g., www.example.com

Topic Research

Lo strumento Topic Research di SEMrush può senza dubbio aiutarti a districare il problematico nodo che hai creato. Come? Semplicemente effettuando una ricerca per quelle parole corrette ed analizzandone i suggerimenti semantici; magari usando anche parole chiave a coda lunga come ad esempio "collana girocollo argento", "ciondolo classico uomo" etc.

SEMrush Topic ResearchSEMrush Topic Research

Trovate queste, dovrai necessariamente effettuare di nuovo un'analisi sui competitor e, quindi, rivedere la struttura interna delle tue pagine per una corretta strategia SEO ON-PAGE.

In cerca di ispirazione?

Trova nuove idee con Topic Research

Please specify a valid domain, e.g., www.example.com

Conclusioni

Per quanto riguarda la SEO, come avrai capito, non esistono formule matematiche o magiche ma solo costanza e perseveranza da applicare costantemente. Tuttavia, soprattutto in ambito Marketing, nulla è lasciato al caso, piuttosto strategicamente studiato, pensato e realizzato in funzione di un risultato ottimale. Non ti rimane che rimboccarti le maniche, fare autocritica e iniziare la tua nuova strategia SEO vincente.

A proposito... quale archetipo ti rappresenta?

Aspetto la tua risposta qui sotto!

Gian Luca Partengo
Pro

Fa ottime domande e dà risposte brillanti.

Professionista del Web e del Marketing dal 1995. Ho lavorato per importanti Agenzie e Aziende italiane e ho creato e seguito passo a passo il Brand di numerosi Clienti. Oggi sviluppo Siti Web altamente professionali e fornisco consulenza SEO per privati e aziende. Blog e Sito su gianlucapartengo.it
Amplia le tue conoscenze:
Brand identity
Condividi il post
o

Commenti

2000

Invia un feedback

Your feedback must contain at least 3 words (10 characters).

Useremo questa email solo per rispondere al tuo feedback. Informativa sulla privacy

Thank you for your feedback!