Vuoi essere in grado di vedere come si comporta il tuo sito nella ricerca Google?

Google Search Console ti consente di vedere la presenza del tuo sito nei risultati di ricerca di Google. Puoi analizzare il tuo posizionamento insieme ad altri dati di Analytics collegando il tuo account Google Analytics con Google Search Console.

Suggerimento: aggiungi un plug-in per i dati di Search Console

Cerchi un modo ancora più semplice per visualizzare i dati di Search Console mentre lavori sul tuo sito? Aggiungi un plug-in come MonsterInsights. Offre l'integrazione di Search Console direttamente nel pannello dei report se si opta per il livello Plus.

Panoramica di Google Search Console

Se il nome "Google Webmaster Tools" ti suona, potresti già sapere cos'è Google Search Console. Google ha cambiato il nome di Google Webmaster Tools (GWT) perché ormai non erano più solo i webmaster ad usarlo: diversi tipi di persone - professionisti del marketing, SEO, sviluppatori di app, proprietari di aziende e designer, per citarne alcuni - lo considerano uno strumento utile per gestire la visibilità di un sito Web.

Se non hai sentito parlare di GWT o di Google Search Console, cominciamo dall'inizio.

Google Search Console è un "servizio gratuito" che ti consente di apprendere una grande quantità di informazioni sul tuo sito Web e sul pubblico che lo visita. Puoi usarlo per scoprire quante persone visitano il tuo sito, come lo trovano, quanti visitatori navigano da un dispositivo mobile e quanti da computer desktop e quali pagine del tuo sito sono le più visitate. Può anche aiutarti a trovare e correggere gli errori del tuo sito Web, inviare una sitemap e creare e controllare il file robots.txt.

Panoramica di Google Analytics

Sei confuso, persino intimidito, quando si parla di Google Analytics?

La buona notizia è che non sei solo. Google Analytics è estremamente complicato.

Google Analytics ti offre una visuale molto approfondita sulle prestazioni del tuo sito Web e/o della tua app. Si collega a tutti i prodotti di marketing di Google (inclusi Google Ads, Data Studio e Search Console), quindi è una scelta vincente per chiunque utilizzi più strumenti di Google.Se desideri molte informazioni e hai il tempo e le competenze per analizzarle e utilizzarle, Google Analytics è una buona soluzione. GA senza dubbio richiede impegno. Comprenderne le funzioni, gestire le campagne e utilizzare i suoi dati richiede tempo ed esperienza. Leggi anche questa guida a Google Analytics per principianti.

Come collegare Google Search Console a Google Analytics

Può sembrare che Google Analytics e Google Search Console forniscano le stesse informazioni. In realtà, ci sono alcune differenze fondamentali tra questi due servizi di Google.

Google Analytics ti fornisce maggiori informazioni su chi sta visitando il tuo sito: quanti ospiti stai ricevendo, come arrivano sul tuo sito Web, quanto tempo spendono sulle tue pagine e da quale area provengono i tuoi visitatori (geograficamente).

Google Search Console si occupa di fornire informazioni più approfondite: chi si collega al tuo sito, se ci sono malware o altri errori sul tuo sito Web e per quali parole chiave compari nei risultati di ricerca.

Google Analytics e Search Console non reagiscono alle informazioni nello stesso modo. Se pensi di esaminare lo stesso report, potresti non ottenere gli stessi dettagli in entrambi i punti. Per ottenere il massimo dalle informazioni fornite da Search Console e Google Analytics, puoi collegare i due account tra loro.

Collegare i due strumenti combinerà i dati di entrambe le fonti e ti fornirà report aggiuntivi che potrai utilizzare solo dopo questa operazione.

Quindi iniziamo:

Passo 1: Collega il tuo sito Web con Google Search Console

Se hai già un account, puoi andare alla sezione successiva: consentire l'importazione dei dati di Search Console in Google Analytics.

Se stai creando un account Search Console, devi andare su Search Console e cliccare su "Aggiungi proprietà". Quindi aggiungi il dominio del tuo sito o il suo prefisso URL.

Successivamente, dovrai dimostrare di essere il proprietario del tuo sito.

In Search Console, verificare di essere il proprietario del tuo sito Web è essenziale. Puoi completare la procedura in vari modi:

· Caricamento di un file HTML

· Tag HTML

· Provider del nome di dominio

· Google Analytics

Caricamento di un file HTML: Questa è la tecnica preferita da Google. Google ti fornisce un file che devi caricare sul tuo sito. Realizzando l'operazione confermerai la tua proprietà. L'unico problema con questa tecnica è che il file può essere facilmente rimosso da chiunque abbia accesso al tuo sito. I tuoi sviluppatori potrebbero eliminarlo accidentalmente.

Tag HTML: Search Console ti fornisce un tag da aggiungere al tuo sito Web. Una volta installato, Google può confermare la tua proprietà. Tuttavia, proprio come con il caricamento del file HTML, il tuo tag HTML potrebbe essere eliminato involontariamente da una persona che sta apportando modifiche al sito. In questo caso perderai la connessione.

Provider del nome di dominio: Selezionerai un provider da un ampio menu a discesa. Se non sei sicuro di come trovare l'host del tuo dominio, Google dispone di record per guidarti.

Google Analytics: Il tuo codice di monitoraggio di Google Analytics deve essere nella posizione corretta e per funzionare sono necessarie le autorizzazioni di "Modifica". Se è tutto a posto, clicca su verifica e i tuoi account Google Analytics e Search Console verranno integrati.

Google Tag Manager: Devi utilizzare lo snippet contenitore e disporre delle autorizzazioni di "Gestione" in Google Tag Manager affinché funzioni. In tal caso, puoi cliccare su verifica e sarai pronto per andare avanti.

Passo 2: Aggiungi il codice di Google Analytics al tuo sito Web

Accedi al tuo account di Google Analytics e fai clic su "Admin" nella parte inferiore sinistra della colonna.

Seleziona l'account e la proprietà corretti, quindi fai clic su "Informazioni sul monitoraggio" nella colonna centrale "Proprietà".

Clicca sulla voce "Codice di monitoraggio" in "Informazioni sul monitoraggio" per ottenere il codice di monitoraggio del sito Web. A questo punto dovrai aggiungere il codice al tuo sito Web.

In questa pagina vedrai un box con più righe di codice. Assicurati di copiare l'intero codice di monitoraggio, a partire da <script> fino a </script>.

NOTA: alcuni CMS hanno temi che includono un plug-in di Google Analytics integrato. Questi plugin sono necessari solo per andare nel tuo Google Analytics Tracking ID e completare la configurazione di Analytics. Se questo è il caso, devi solo copiare l'ID di monitoraggio che inizia con il codice "UA-" situato nella parte superiore della pagina. A ogni proprietà di Google Analytics creata nel tuo account verrà assegnato un ID di monitoraggio univoco. Assicurati di utilizzare l'ID o il codice di monitoraggio corretto per ogni dominio.

Con il codice di monitoraggio corretto, sei pronto per l'installazione!

Accedi al tuo CMS e ottieni il codice HTML per il tuo sito. Lo script si trova in genere nella parte superiore della pagina del tuo sito Web, subito prima del tag </head> che appare su ogni pagina che vuoi monitorare. Assicurati di controllare la configurazione del tuo CMS per certificare la corretta installazione.

Passo 3: Collega Google Search Console a Google Analytics

Il collegamento di Search Console con Google Analytics ti aiuta a capire come le classifiche e parole chiave specifiche influiscono sulle prestazioni organiche e il comportamento degli utenti sul tuo sito. Ecco come puoi collegare Google Search Console con Google Analytics.

1. Accedi al tuo account Google Analytics e clicca su Admin, nell'angolo in basso a sinistra.

2. Vai alla proprietà in cui vuoi attivare la condivisione dei dati di Search Console e fai clic su Impostazioni proprietà nella colonna Proprietà.

3. Scorri verso il basso fino a Impostazioni di Search Console e clicca su Modifica Search Console. Se hai già verificato il tuo sito in Search Console utilizzando lo stesso indirizzo email, dovrebbe apparire automaticamente.

4. Scegli la vista in cui vuoi visualizzare i dati di Search Console e fai clic su Salva.

Bonus: come trovare i dati di Google Search Console in Google Analytics

Una volta terminata la procedura appena vista, avrai accesso a vari rapporti di Search Console direttamente nel rapporto Acquisizione di Google Analytics.

Clicca su Acquisizione> scorri fino a Search Console per trovare questi rapporti.

Ora sarai in grado di vedere i seguenti rapporti:

Pagine di destinazione

Questo report ti dice quali pagine vedono le persone quando accedono al tuo sito tramite le ricerche di Google. Cliccando sull'URL di una determinata pagina, sarai in grado di vedere quali query di ricerca portano le persone a quella pagina.

Paesi

Questo rapporto ti mostra da dove proviene il traffico che riceve il tuo sito. Cliccando su un Paese, potrai vedere a quali pagine di destinazione giungono le persone. Cliccando sulla pagina di destinazione risultante, potrai di nuovo passare alle query di ricerca.

Dispositivi

Il rapporto "Dispositivi" ti mostrerà se le persone cercano la tua attività su tablet, computer desktop o smartphone.

Query

Il rapporto "Query" ti informa sui diversi tipi di parole chiave per cui Google mostra il tuo sito Web nei risultati di ricerca. Inoltre, puoi vedere i dettagli della "Posizione media", che indica qual è il tuo posizionamento medio nei risultati di ricerca per un determinato termine.

Conclusioni

Ora che tutto è impostato e verificato, puoi iniziare a divorare tutti i dati che Google Search Console ha per te tramite Google Analytics. Ma tieni a mente questi punti di Google:

Buona estrapolazione di dati!

Author Photo
Daryana SolntsevaInternational lead presso SEMrush Italia, esperta in marketing e relazioni pubbliche. Ama prendere ispirazione da tutti i casi possibili per migliorare il suo lavoro.
More about SEO per Principianti
Cosa significa avere un sito web?La crisi di quest‘ultimo periodo ha fatto sì che le persone siano riuscite a capire perché è importante lavorare bene per la promozione online; d‘altra parte, però, ci vuole un grande impegno per far capire alle PMI cosa significa avere un sito web. Vediamolo nel dettaglio.