Conoscenza
I toolkit di Semrush
SEO
On Page SEO Checker
Configurare On Page SEO Checker

Configurare On Page SEO Checker

L'installazione guidata di On Page SEO Checker prevede tre step: inserire le landing page e le parole chiave, scegliere l'user agent del crawler e programmare una nuova raccolta di idee.

On Page SEO Checker può anche integrare i dati provenienti da Site Audit, Google Analytics e Google Search Console per elaborare alcune delle sue idee. Per quanto riguarda i limiti, gli utenti PRO ricevono 500 unità mensili, mentre gli account GURU e BUSINESS ricevono rispettivamente 800 e 2.000 unità mensili.

1. Configura le tue landing page e le parole chiave target

Luogo target
La prima opzione che noterai durante la configurazione è il luogo target. Puoi impostare il luogo target a livello di paese, regione o città. Dopo aver impostato il luogo, scegli se il tuo target sono i risultati desktop o mobile. Poiché i rivali nella ricerca desktop e mobile possono essere diversi, assicurati di scegliere il dispositivo giusto per la tua strategia al fine di ottenere le idee migliori. In determinati paesi puoi anche modificare la lingua target. Questo determina la lingua dei risultati di Google che Semrush utilizzerà per trovare i tuoi rivali e fornire raccomandazioni.

Il primo step del processo di configurazione di On Page SEO Checker è la selezione del luogo target. L'opzione consente di selezionare il paese, la regione, la città, la lingua e il tipo di dispositivo.

Dopo aver impostato il tuo target puoi scegliere le pagine del tuo sito per le quali desideri ricevere le idee. Le opzioni sono Importazione automatica, Importazione manuale, Importazione da file, Google Search Console e Ricerca organica (Report Ricerca organica di Semrush).

Esempio di widget per aggiungere pagine. Sono evidenziate le seguenti fonti di importazione: Importazione automatica, manuale, da file, da GSC e Ricerca organica.

Importazione automatica
La funzione di Importazione automatica ricava i dati da un report Posizioni organiche e da una campagna di Tracking della posizione (se ne hai impostata una nello stesso progetto) per suggerire le pagine del tuo sito web che si posizionano tra la posizione 11 e la posizione 100 nei risultati di Google. Utilizziamo questo intervallo per suggerire le pagine che hanno il potenziale per passare alla prima pagina dei risultati dopo l'implementazione dei miglioramenti SEO. Se qui ci sono parole chiave e pagine di destinazione che non vuoi targettizzare, rimuovile con l'icona del cestino alla fine della riga.

Importazione manuale
Questa opzione ti permette di inserire manualmente una pagina e le parole chiave target corrispondenti. Qui puoi inserire una landing page e un certo numero di parole chiave target che vuoi targettizzare con la stessa pagina. Tieni presente che lo strumento non ti permetterà di avere come target la stessa parola chiave per più di una landing page, visto che porterebbe le pagine a competere tra loro per il traffico proveniente dalla stessa ricerca.

Importazione da file
Questa opzione permette di caricare nello strumento un file .csv con le landing page e le parole chiave target. Segui le istruzioni riportate nella finestra di configurazione e formatta la prima colonna con le parole chiave e la seconda con le landing page.

Google Search Console
L'integrazione con Google Search Console può mostrarti le coppie di parole chiave e landing page del tuo sito che ricevono il maggior numero di clic. Dopo l'importazione avrai a disposizione dei filtri aggiuntivi che Google Search Console non offre nella sua interfaccia. Potrai filtrare per metriche come clic, impressioni, CTR e posizione di ciascuna pagina e parola chiave. Potrai filtrare anche le pagine che "contengono" o "non contengono" delle parole chiave, per cercare le pagine che hanno come target un argomento specifico. Questi filtri possono essere combinati per valutare i tuoi dati di GSC a un livello più profondo.  Quindi, se hai una pagina che si posiziona più in basso nella prima pagina ma che riceve comunque alcuni clic, puoi identificarla e aggiungerla alla tua campagna e ottenere idee per ottimizzarla.

Ricerca organica
Quest'ultima opzione ti dà la possibilità di aggiungere landing page e parole chiave dal tuo sito direttamente dal database della ricerca organica di Semrush. Il vantaggio di utilizzare questa opzione è che puoi filtrare il report per ottenere landing page o parole chiave specifiche. I filtri avanzati includono database, intervallo di posizione della landing page, volume delle parole chiave e filtri "contiene" o "non contiene". Imposta la posizione su 11-20 per trovare le pagine che si trovano nella seconda pagina di Google, su 21-30 per trovare le pagine nella terza pagina di Google e così via. Puoi anche scegliere il numero di parole chiave target; ma più parole chiave aggiungerai, più unità verranno prelevate dal tuo budget.

Nota bene: le parole chiave che aggiungi allo strumento da una qualsiasi delle 5 opzioni di input di cui sopra verranno addebitate ai tuoi limiti in modo combinato. Quindi se aggiungi 50 parole chiave dall'importazione automatica, 10 parole chiave dall'importazione manuale e 50 parole chiave da Ricerca organica, userai 110 delle tue unità. Il numero totale di unità necessarie sarà indicato nella parte inferiore della finestra di configurazione, direttamente sopra il pulsante "Raccogli idee".

Dopo aver importato le parole chiave e le landing page puoi scegliere l'opzione "Raccogli idee" e iniziare a usare lo strumento. Ci sono altri due passaggi nella procedura guidata di configurazione (Impostazioni del crawler e Raccolta programmata delle idee), ma sono entrambi opzionali quando si imposta il progetto per la prima volta.

2. Scegliere l'user agent

L'user agent viene utilizzato per scansionare le pagine web del tuo sito e di quello dei tuoi rivali per determinare cosa può essere migliorato. Alcuni siti web potrebbero bloccare il bot di Semrush con delle regole nel loro file robots.txt. In questo caso, dovresti scegliere l'user agent che chiamiamo GoogleBot.

La maggior parte dei siti web non blocca il GoogleBot perché ha bisogno che scansioni il proprio sito per essere indicizzato, quindi questa opzione ci permetterà di scansionare il tuo sito e di fornirti le nostre idee. Se dovessi riscontrare ancora problemi, dovresti inserire nella whitelist il bot che utilizziamo per scansionare il tuo sito web.

3. Programmare la raccolta delle idee

Infine, decidi se vuoi programmare lo strumento per raccogliere nuovamente le idee su base settimanale o mai. Se scegli l'opzione Settimanale, lo strumento effettuerà una nuova scansione ogni lunedì. Puoi anche chiedere un aggiornamento via e-mail dopo ogni scansione pianificata.

Dopo la configurazione il report Panoramica fornirà varie idee consigliate per migliorare la SEO delle tue landing page.

Integrazioni

I seguenti strumenti possono essere integrati con On Page SEO Checker di Semrush per fornire dati più accurati e un'analisi più completa rispetto all'utilizzo del solo strumento.  

Google Search Console

Come detto in precedenza, è possibile collegarlo nella configurazione guidata o nella scheda Idee di ottimizzazione. Quando colleghi il tuo account di Google Search Console puoi scegliere le pagine migliori su cui lavorare per il tuo sito tenendo conto dei numeri di traffico e dei clic effettivi.

Google Analytics

Se colleghi il tuo account Google Analytics a On Page SEO Checker puoi ricevere idee per migliorare l'esperienza utente del tuo sito web. Semrush baserà queste idee sulla frequenza di rimbalzo, sul tempo di permanenza sulla pagina e sul tempo di caricamento della pagina presi dal tuo account Analytics.

Site Audit

Lanciare Site Audit nello stesso progetto della tua campagna di On Page SEO Checker ti aiuterà a generare idee per la SEO tecnica in base ai problemi trovati dall'audit. Riceverai idee utili come la rimozione dei contenuti duplicati, l'aggiunta dei link interni necessari, l'utilizzo di tag title e metadescription corretti e molto altro ancora.

Visualizza di più
Visualizza di più
Visualizza di più