logo-small logo-small_halloween

Social Media Advertising: dove investire il tuo Budget?

77
Wow-Score
Il Wow-Score mostra il livello di interazione del posto di un blog. Si calcola sulla correlazione tra il tempo di lettura attivo degli utenti, la loro velocità di scrolling e la lunghezza dell'articolo.
Ulteriori informazioni

Social Media Advertising: dove investire il tuo Budget?

Enzo Spedaliere
Social Media Advertising: dove investire il tuo Budget?

Fare Pubblicità sui social network: scopri dove si trova il tuo Target

Per un Social Media Manager è fondamentale conoscere e capire le caratteristiche specifiche di ogni piattaforma social, in modo da saper valutare quale canale è il più indicato per veicolare una campagna pubblicitaria, in base al target che si vuole colpire, l'obiettivo che ci si è posti e il budget a disposizione.

Quanti e quali social network esistono?

Una domanda giusta e necessaria: per definire una strategia di social advertising è fondamentale sapere quali sono le alternative a disposizione. In questo post vedremo quindi quali sono le principali piattaforme social e le perculiarità di ciascuna, in modo da poter fare le proprie valutazioni e scegliere il canale più adeguato ai propri scopi.

I social presenti nel mondo oggi sono innumerevoli e ogni giorno ne nascono di nuovi.

Ma sono tutti funzionali? Più o meno.

Posso dirti che c'è una netta differenza tra l'Oriente e l'Occidente, intesi proprio come aree geografiche e quindi abitanti. Questa differenza è importante perché chi lavora, ad esempio, per il mercato russo non potrà utilizzare i social network "convenzionali" che si utilizzano per l'Europa/Italia, perché in quella nazione il social più diffuso e utilizzato non è Facebook ma Vk.com.

Quindi una strategia digitale parte da lontano, come puoi capire, e per fare social advertising devi capire quali sono le piattaforme su cui si riuniscono gli utenti e come raggiungere il tuo target. Definire il tuo target, conoscerlo, è la base fondamentale per poter aprire una "semplice" pagina aziendale, perchè, ricorda, sono gli utenti che fanno i social e non viceversa.

Per tornare alla domanda che ci siamo posti poche righe più in alto, ossia quanti e quali social network esistono al mondo, puoi cliccare a questo link di Wikipedia che prova a raccogliere i più diffusi.

Come usare i Social per attirare Clienti

Come dicevo all'inizio, l'utenza si è molto diversificata, i social sono aumentati a dismisura e quindi gli utenti si sono divisi in più piattaforme, il tempo di permanenza e di utilizzo del web è rimasto sempre costante, ma gli utenti non utilizzano più un solo "luogo di ritrovo".

Ad esempio, prima gli utenti si dividevano tra Facebook e Twitter oggi, invece, altre piattaforme si contendono gli utenti online. Parlo di Instagram, YouTube, Snapchat. Quindi non esiste più un solo social network dove poter intercettare il proprio pubblico, ma più piattaforme che hanno un modo di comunicare con gli utenti diverso - le persone vanno su YouTube perché vogliono vedere video, su Snapchat perché hanno intenzione di giocare con i filtri e/o avere una sicurezza sulla comunicazione e così via.

Esiste, al giorno d'oggi, una diversificazione di social dovuta anche alla diversità delle persone, perché ognuno di noi ha un modo di esprimersi diverso e per quel tipo d'espressione esiste un social adatto.

Per poter comunicare con il proprio pubblico non puoi saltare la prima fase di studio, cioè quella che risponde alla domanda qual è il mio pubblico? La risposta è di fondamentale importanza per impostare una strategia di social advertising perché ti permette di creare una fanbase attiva e, ovviamente, di aumentare le possibilità di intercettare futuri clienti.

In Italia i social più utilizzati sono Facebook, Twitter, Youtube, Instagram però prima di procedere con l'analisi di ognuno di loro, e della possibilità che offrono per poter creare advertising, facciamo un attimo un passo indietro..

Sai cosa significa fare pubblicità utilizzando i Social?

Questa è una domanda che in pochi si pongono ma che invece è cruciale, perché il social advertising è una forma decisamente nuova di fare pubblicità.

Fino a non molti anni fa, un cartellone 6x3, oppure uno spot radio/tv, erano il massimo della pubblicità concepita. Quando un'azienda nasceva, oppure voleva allargare i propri orizzonti, doveva rivolgersi ai media classici - stampa, radio, televisione - che non fornivano certezze sul bacino d'utenza o il numero di potenziali clienti intercettati, ma delle ipotesi di visibilità. Tutto si fermava lì, non si poteva andare oltre, cioè non si poteva pensare di parlare d'interessi, motivazioni, di azioni precedenti, ecc. Tutte cose che con l'avvento del web, in particolar modo dei social, è finalmente possibile fare.

Social Media Advertising: come iniziare

La costruzione di una fanbase personalizzata parte dallo studio della geolocalizzazione, gli interessi, i collegamenti, i commenti, le foto, ecc. Abbiamo a disposizione una notevole quantità di dati che ci permettono di andare a colpire esattamente il target che ci interessa ma, d'altra parte, diventa tutto molto più complesso da studiare. Il risultato però è più certo, perché se intercetti il tuo pubblico vedrai che i tuoi affari andranno alla grande.

Volendo elencare i vantaggi del social advertising posso dire che:

  • Una campagna pubblicitaria sui social porta risultati più precisi, con numeri certi, sicuri.

  • Si possono modificare offerte, immagini e call to action in un istante.

  • Si sfruttano più formati comunicativi: testo, immagine video, ecc.

  • È targetizzabile solo sul pubblico di riferimento desiderato, così si aumenta la probabilità di successo.

Questi sono solo alcuni dei punti di vantaggio che presenta il social advertising rispetto alle forme promozionali tradizionali. Chiarito questo, possiamo passare al livello successivo della questione: come scegliere su quale piattaforma social creare delle campagne pubblicitarie, partendo dagli obiettivi che vogliamo raggiungere e dal target che ci interessa intercettare? E come utilizzare al meglio gli strumenti di advertising di cui sono dotati i social network? Adesso lo spiego :) .

Facebook Advertising

Il Target

Facebook è il social network per antonomasia. Qui ci sono tutti, o meglio ci sono tutti quelli che utilizzano il web, a livello professionale e non. Questo tipo di social ha un'utenza molta variegata, si trovano tutte le fasce di età e ingloba un ampio ventaglio di gusti, interessi ecc. È il social più completo e non per questo più semplice, perché attivare una campagna Adv su Facebook significa fare promozione su un pubblico personalizzato altamente profilato.

Possibilità di Advertising

Facebook ti offre la possibilità di utilizzare per la tua attività di Adv immagini, video, testo, il formato Carousel, Slideshow e Canvas.

Perché usarlo

Io uso Facebook Advertising (o Facebook Ads) quando ho necessità di comunicare con il mio pubblico in più modi, quando il mio pubblico è variegato e non ha indirizzo preciso e - adesso ti stupisco con effetti strabilianti! - se il pubblico che voglio raggiungere rientra nella fascia d'ètà over 60!

Hai letto bene, perché per molte persone avanti con l'età, il primo approccio al mondo dei social avviene proprio su Facebook. Non ti dimenticare che le pagine che offrono il Buongiornissimo o Ci siete per un Kaffè sono tante e pullulano di questo tipo di utenti.

Ecco la dashboard che visualizzerai quando vorrai creare un annuncio:

Social advertising: Cosa si può fare con l'adv di facebook

Come puoi vedere da solo, Facebook (come anche altri social) tende ad indirizzare l'utente verso il tuo obiettivo di Adv.

Non devi mai dimenticare, alla base di una campagna pubblicitaria c'è l'obiettivo da perseguire, cioè la tua campagna deve avere un fine ben preciso, non la devi realizzare perché lo fanno tutti oppure è bello.

YouTube Advertising

Il Target

Questa è la piattaforma dei video, ovvero qui si comunica con i video (per approfondire puoi leggere Come creare un video virale su YouTube: Guida in 5 passi) ma se non sei pronto con questo tipo di formato di comunicazione non lo considerare proprio. Puoi comunque pensare di utilizzare YouTube per portare utenti alla tua realtà web pur non aprendo un canale, quindi facendo pubblicità, ovviamente sempre sotto il genere video.

Il tipo di pubblico che lo frequenta è molto simile a quello di Facebook, molto variegato e complesso; puoi trovarci di tutto e tutti, basta che osservi i generi di video che esistono: vanno dai cartoni animati per bambini al tutorial di come si lava una dentiera, ovviamente passando per le classiche video ricette ecc.

Possibilità di fare Advertising

Come ho appena scritto, l'unica possibilità offerta per fare pubblicità è la realizzazione di un video. Rispetto ad altri canali di advertising questo può essere dispendioso, non tanto per il costo della pubblicità in sé per sé, ma per la realizzazione di un video, che rispetto ad un'immagine ha costi decisamente più alti.

Perché usarlo

YouTube intercetta molto meglio quella fascia di età che potrebbe sfuggire in altri social, ovvero quella dai 10 ai 19 anni di età, che hanno uno stile tutto loro di presenza sui social e che tendono a dare generalità false ai vari moduli d'iscrizione. Questa mia teoria è avallata dalle frotte di ragazzi e ragazze che eleggono a loro idoli giovani che raccontano la loro vita, le loro giornate ecc. Praticamente il fenomeno Youtuber.

Pubblicità video: il pannello di controllo per Youtube Adv

Questa è la schermata di lavoro per YouTube Adv. Puoi notare che questo tipo di pubblicità è legata all'account di AdWords, è una cosa abbastanza comune avere account pubblicitari condivisi, lo stesso vale anche per Instagram e Facebook.

Twitter Advertising

Il Target

"Il social delle parole". Twitter nacque con l'intento di far passare dei micro messaggi, dovuto al limite di caratteri che da sempre è l'elemento identificativo di questa piattaforma. Ad oggi posso dire che su Twitter è possibile trovare di tutto: testo, immagini e video ovviamente tutto micro ;)

Gli utenti che utilizzano Twitter sono coloro che hanno una maggiore consapevolezza dello strumento social, non sono followers improvvisati, ma persone che si trovano sul social dell'uccellino blu perché vogliono esserci e sanno come farlo. Una buona fetta di utenti presenti su questo tipo di social fa parte di un target difficile da intercettare in altri social cioè quello della fascia d'età compresa tra 14 e 20 anni. Anche se qualcosa sta cambiando..nel senso che aziende importanti come quelle telefoniche, banche ecc. hanno il profilo Twitter e lo utilizzano come customer care, nel frattempo che arrivano le giuste "regole" su Facebook per questo genere di cose.

Possibilità di fare Advertising

L'advertising su Twitter è molto mirato e preciso, forse dovuto anche all'utilizzo del social. Twitter non è molto utilizzato rispetto a Facebook e YouTube, ma comunque tende a conservare il suo pubblico, che rimane molto fedele e tende a seguire tendenze, argomenti, anche grazie all'uso degli hashtag (#).

Twitter offre tre possibilità di fare Adv:

  1. è possibile promozionare un tweet,
  2. fare la promozione di un account,
  3. promuovere un hashtag.

Perché usarlo

Fare pubblicità su Twitter significa partecipare e seguire l'Adv. Questo discorso forse vale poco quando si pensa di promozionare un profilo, però se si pensa di creare una pubblicità utilizzando un tweet bisogna anche aspettarsi che a questo tweet ci siano risposte, condivisioni ecc. Senza dimenticare il promo hashtag che ovviamente dovrà per forza di cose essere seguito, perché con l'hashtag gli utenti di Twitter ci parlano, l'intero social si muove su questo simbolo #.

Il suo utilizzo potrebbe essere rivolto a tutte quelle aziende che hanno come target un pubblico consapevole e attivo sui social, un pubblico "parlante", nel senso che gli utenti di Twitter sono abituati a rispondere e retwittare. Qui nascono hashtag che tendono a giocare con le parole ed invitano a farlo. Ovviamente a questi "giochi" la partecipazione è altissima.

Ma scegliere di fare advertising su Twitter è un'ottima soluzione anche per chi vorrebbe creare un customer care rapido e veloce. 

Social advertising: Tavolo di lavoro Twitter Ads

Come ti dicevo nella sezione Facebook, le sezioni Ads dei social riportano chiaramente quale deve essere il tuo obiettivo e in base a quello puoi scegliere il tipo di pubblicità da poter realizzare.

Instagram Advertising

Il Target

Instagram è il social delle immagini, si comunica con foto e attraverso le foto (da un po' di tempo c'è anche la possibilità di fare video). Il social nasce con l'idea di mettere in condivisione la propria vita attraverso le immagini, foto con un'aura di artisticità, ecco perché la necessità di filtri fotografici ad hoc per l'app. In questo scenario si definisce l'utente di Instagram: sono per lo più utenti giovani - massimo quarantenni - con la mania delle foto e soprattutto dei selfie.

Non c'è un interesse che vada per la maggiore su questa piattaforma, il soggetto può variare e seguire i trend classici degli altri social network. Il mio consiglio è analizzare, in base al tuo settore, quali sono i contenuti dei brand che ricevono maggiori condivisioni dai parte dei followers e studiare le caratteristiche comuni alle immagini più condivise: un soggetto, un filtro o dei colori particolari? Questo ti aiuterá a impostare il tuo progetto fotografico e fare in modo che la tua fanbase attenda i tuoi prossimi post.

Per approfondire ti consiglio di leggere il post Instagram: come aprire un account business in 7 step.

Possibilità di fare Advertising

Instagram è una compagnia acquisita da Facebook, in virtù di questo le sue campagne promozionali possono essere attivate tramite il profilo Adv di Facebook.

Ecco come si presenta la tua dashboard per l'attività di Advertising:

Instagram Adv: la dashboard per la tua attività di advertising

Le tue possibilitá di fare pubblicità al tuo brand su questo social network sono 3:

  1. puoi pensare di mettere in promozione una foto,
  2. puoi fare promozione a un video.
  3. puoi utilizzare il formato carousel, che ti permette di creare una raccolta d'immagini.

Ovviamente dietro la scelta del mezzo promozionale c'è una precisa strategia, che come ho detto finora dovresti decidere all'inizio della campagna Adv. Questo tipo di pubblicità è visualizzato nel feed di ciascun utente, che ovviamente andrai a targettizzare tramite gli strumenti di Facebook. Si legge in giro della possibilità, in futuro, di poter inserire l'adv anche nella modalità Storia.

Non sai cos'è Storia di instagram? Storia di instagram è quella parte della piattaforma su cui puoi pubblicare video e foto che hanno una durata di 24h e che seguono le stesse regole di visualizzazione delle foto e video del tuo profilo.

Perché usarlo

È un social che continua a crescere di anno in anno, in termini d'iscritti e di tempo di permanenza degli utenti, forte anche del fatto che offre ai suoi iscritti la possibilità di poter rendere il proprio profilo privato, quindi nascosto ad occhi indiscreti. A differenza di altri social l'impostazione della privacy è rapida e non comporta nessuna configurazione particolare, nel senso che, quando è impostata, è possibile visualizzare le foto solo se fai parte dei followers.

In questo panorama di potenzialità e terreno fertile d'interazione, troviamo anche i cosiddetti "influencer": persone che raccolgono numeri molto elevati di followers e che tendono a promozionare il tuo articolo/servizio in cambio di un compenso economico. Questo tipo di attività è molto comune sui social ma su Instagram lo è particolarmente. Potrei definirlo un'Adv alternativa (che non amo molto) che necessita di uno studio attento della celebrità con la quale si decide di collaborare, per non mettere a rischio il proprio brand a causa di un'associazione non positiva, non idonea o non congrua con quello che i followers si aspettano.

Si può pensare che un social fatto d'immagini non porti a chissà quali obbiettivi invece...

Social Media Advertising: le possibilità su Instagram

Come vedi in questa grafica è possibile portare a sé gli utenti per qualsiasi tipo di motivo, proprio come per tutti gli altri social. Cambia il tipo di mezzo per veicolare il messaggio ma l'obbiettivo non cambia.

Conclusioni

Le possibilità di Advertising offerte dai social sono innumerevoli, ormai non si può dire "Va be... investo 100€ in qualche social e vediamo come va". Un approccio di questo tipo è sbagliatissimo e non porterà mai dei veri risultati. Meglio spendere quei soldi in altro!

I social sono un ottimo strumento che veicola pubblico ad una particolare attività, ma devono essere gestiti secondo obiettivi ben precisi e delineati. Come hai visto in questa panoramica, ognuno di essi ha un suo scopo e un suo target di riferimento ben preciso e definito. Pensare di dover trovare il proprio pubblico in un social che a noi piace è un errore che ci porta a perdere tempo e denaro.

Conoscere il proprio target è la base fondamentale per poter iniziare la presenza aziendale su i social.

In base al tuo target di riferimento scegli il social network su cui fare pubblicità ai tuoi servizi o prodotti e porta avanti la tua attività di promozione con una strategia Adv fatta di obiettivi e non di soldi investiti a caso.

E tu su quale social network investi il tuo Budget pubblicitario?

Fammi sapere qual è il tuo settore e quale piattaforma hai scelto per far conoscere agli utenti le tue offerte. 

Se hai qualcosa da chiedere e/o aggiungere, se non stai ottenendo i risultati sperati e vuoi confrontarti con qualcuno per capire come migliorare la tua strategia di advertising sui social, sono a tua disposizione. Puoi lasciare un commento qui sotto oppure contattarmi sui miei social.

Sono Enzo e mi occupo di comunicazione Web. Nasco professionalmente come webmaster. Il mio percorso di studi mi ha portato ad abbandonare un po quel tipo di figura, e mi sono avvicinato a quella del Social Media Manager. La passione per il web mi ha spinto anche a sperimentare nel campo della SEO. Dove puoi trovare tutto quello che ti ho scritto? Sul mio sito Zensoft.it.
Condividi il post
o
2000 simboli rimanenti