logo-small
Funzionalità Prezzi
Notizie 0
Ultime notizie Visualizza tutti

Momentaneamente non disponibili. Torna in un secondo momento.

Visualizza tutti
Webinar 0
Prossimi webinar Visualizza tutti
Prossimi webinar

Spiacenti, non abbiamo trovato prossimi webinar previsti.

Vedi webinar registrati
Blog 0
Post recenti Visualizza tutti

Momentaneamente non disponibili. Torna in un secondo momento.

Visualizza tutti
Valentina Pacitti

Panorama digitale! Le News fino al 18 di febbraio

Valentina Pacitti
Panorama digitale! Le News fino al 18 di febbraio

News: di cosa parliamo questa settimana?

Anche questa settimana i social network fanno parlare di sé. La realtà dei fatti é che se una piattaforma introduce una novità, una funzionalità aggiuntiva o un plus che migliora l’esperienza dell’utente, le altre non possono stare a guardare. 

E’ questo il caso della prima news che vi proponiamo: dopo il lancio degli account multipli di Instagram, anche Facebook annuncia di esser pronto a implementare questa stessa funzione.

Ma Zuckemberg non si ferma qui: tra le novità previste per i prossimi mesi, scopriamo che da aprile sarà aperta a tutti i publisher la piattaforma Instant Articles. Di cosa si tratta? Lo vedremo tra poco.

Tra le altre notizie della settimana vi segnaliamo anche lo sbarco di Apple Pay nel mercato cinese, su cui a Cupertino hanno scommesso molto.

Infine, cominciamo a vedere quali novità ci aspettano nel prossimo Mobile World Congress di Barcelona, che aprirà le sue porte la prossima settimana.

Entriamo quindi nel dettaglio delle notizie della settimana…

Facebook insegue Instagram: anche noi account multipli

I Community Manager possono ritenersi soddisfatti: dopo le facilitazioni introdotte dallo Switch account di Instagram, che già seguiva l’esempio di Twitter, ora anche Facebook si prepara a rendere accessibile il suo Messenger per diversi account da uno stesso dispositivo.

Inizia quindi una fase di beta testing per alcuni utenti Android e, se i risultati saranno buoni, la nuova funzionalità sarà disponibile per tutti.

Facebook Messenger dà il via allal gestione di account multipli

Fonte immagine: 9to5Google

Ma non è tutto: Zuckerberg fa sapere che nei prossimi mesi arriverà una nuova funzione per supportare l’invio di messaggi SMS. Questo significa che gli utenti potranno gestire tutti i loro messaggi attraverso Facebook Messenger.

Non si sa molto di più ma, considerando che l’uso dei messaggini non è più molto frequente tra le persone, e che questa stessa funzionalità fu ritirata nel 2013 proprio per il suo scarso utilizzo da parte degli utenti, c’è da immaginare che avverrà qualcosa di diverso. 

Che forse Zuckemberg abbia in mente di riciclare (o riadattare, vedete voi), il supporto per SMS alla nuova realtà delle app di messaggistica istantanea, approfittando del fatto che la app più popolare ce l’ha proprio in casa?

Lo scopriremo nei prossimi mesi. Quel che è certo è che Facebook fa un altro passo avanti nell’accentramento delle azioni social compiute quotidianamente dall’utente. E ci fornisce un buon esempio di come legare a sè un cliente, non soddisfacendo un bisogno, ma piuttosto creandone uno.

Instant Articles apre a tutti i blogger

La piattaforma lanciata da Facebook a maggio dello scorso anno per diffondere contenuti, dal prossimo 12 aprile sarà accessibile a chiunque voglia pubblicare i propri articoli.

L’esperimento aveva inizialmente coinvolto solo i grandi editori, come il New York Times, BBC News, National Geographic, NBC.

Tra qualche mese, e precisamente in occasione del Congresso per gli sviluppatori F8, anche tutti gli altri editori e chiunque disponga di un blog potrà utilizzare questa nuova funzione del social network per interagire più facilmente con i propri lettori.

Ma cos’è Instant Articles? Come spiegò nel 2015 Michael Rekhow, Product manager di Facebook, in un post del blog, si tratta di una piattaforma sulla quale è possibile creare articoli, per poi diffonderli direttamente in Facebook. 

La novità sta nel fatto che mentre prima si pubblicava un link all’articolo pubblicato sul proprio sito web o blog, ora grazie a Instant Articles si pubblica direttamente su Facebook, il che ridurrà i tempi di caricamento fino a un 10%.

Ma non basta: pubblicare e diffondere i propri contenuti attraverso Instant Articles significherà beneficiare anche di diverse funzioni interattive che miglioreranno l’esperienza dell’utente: immagini in alta risoluzione, cliccabili e zoomabili, video con auto play, mappe interattive, didascalie audio e la possibilità per l’utente di mettere un “Mi piace” o scrivere un commento anche su singole parti di un articolo. 

Guarda il video:

Introducing Instant Articles, a new tool for publishers to create fast, interactive articles on Facebook.

Posted by Facebook Media on martes, 12 de mayo de 2015

Per quanto riguarda la pubblicità, i publisher potranno scegliere se occuparsi direttamente della vendita degli spazi pubblicitari, o se farlo attraverso Facebook.

Nel primo caso i ricavi saranno al 100% del publisher, nel secondo, Facebook ne tratterà il 30%. 

Si tratta di condizioni decisamente vantaggiose per chi pubblica contenuti, il che mostra il grande interesse del colosso social per questa iniziativa. 

Il perché è facile da capire: Facebook vuole aumentare il tempo di permanenza degli utenti sulla sua piattaforma, ospitando direttamente, dopo i video, anche i contenuti.

Così facendo, Zuckerberg sfida nuovamente Google, questa volta sui contenuti che, come i video, si sono dimostrati una tendenza in forte crescita negli ultimi anni.

Apple Pay sbarca in Cina

Come annunciato sul blog di Apple, dopo gli ultimi test è ufficialmente attivo in Cina il sistema di pagamento brevettato dagli sviluppatori di Cupertino, che utilizza i dispositivi Apple per qualsiasi transazione economica.

Vediamo di cosa si tratta.

Apple Pay sbarca in Cina: news della settimana

Fonte immagine: Apple

Apple Pay sfrutta la tecnologia di pagamento contactless di UnionPay, il sistema Nfc di lettura dati a distanza ravvicinata, e il nuovo lettore di impronte digitali integrato nei nuovi iPhone (già presente nel 5S, ma Apple Pay sarà disponibile solo dal modello 6). 

Attraverso una applicazione dedicata, come Passbook, si sceglierà la carta di credito con cui pagare, si avvicinerà poi il proprio dispositivo (non sonlo iPhone, ma anche Apple Watch) a un lettore in dotazione all’esercente, che leggerà in sicurezza i dati della carta di credito o debito del cliente, infine si darà l’ok all’operazione attraverso la lettura delle impronte digitali. Solo allora, l’acquisto verrà finalizzato.

Apple Pay è stato uno dei pioneri nel pagamento via mobile in Canada, Stati Uniti, Australia e UK. Ora sbarca in Cina con grandi aspettative: Apple crede che in breve questo potrebbe diventare il più grande mercato di riferimento per Apple Pay.

La diffusione a macchia d’olio delle nuove tecnologie di pagamento mobile, va tenuta d’occhio perché presto sarà una realtà anche in Europa e in Italia. Quindi meglio farsi trovare preparati, perché a quanto pare cambierà per sempre il modo di fare acquisti delle persone.

I nuovi trend mobile? Ti aspettano al Mobile World Congress

Per concludere, voliamo in Spagna, e per la precisione a Barcellona, dove si stanno ultimando i preparativi per il Mobile World Congress 2016.

Mobile World Congress: dal 22 al 25 di febbraio a Barcellona

Fonte immagine: Euruni blog

Come tutti gli anni, questa sarà l’occasione per tutti i colossi tecnologici del settore mobile per presentare le prossime novità.

L’evento di quest’anno, che avrà luogo dal 22 al 25 di febbraio, apre con questo mantra: “Mobile is everything”

Lo scorso anno si è registrato un record di presenze, sfiorando quota 100.000 e anche quest’anno ci si aspetta grandi cose da questo congresso, che riunirà i professionisti delle telecomunicazioni di tutto il mondo per discutere delle nuove tendenze del settore.

Di fatto, si tratta di un evento immancabile per chi vuole sapere le ultime innovazioni in fatto di smartphone, device indossabili, tecnologia di realtà virtuale e tutti i nuovi trend del mobile. 

I grandi come Samsung, LG, HTC, Microsoft e Sony sveleranno proprio durante questo evento le novità che vedremo sul mercato nei prossimi mesi.

Ma non solo: al Mobile World Congress di Barcellona si parlerà anche di automotive e dei nuovi dspositivi droni, nonché di Internet of Things.

Foto (news): Shutterstock

Vi aspettiamo giovedì prossimo per vedere insieme quali novità sono state presentate al MWC di Barcellona e quali indicazioni possiamo cogliere dai trend emersi, che sicuramente ricadranno anche su molti altri aspetti della nostra vita quotidiana, social network in primis.

Responsabile del Blog italiano di SEMrush.
Copywriter, appassionata di social media e nuove tecnologie, amo trarre ispirazione dalla realtà per sperimentare nuovi contenuti e nuove forme di comunicazione. Viaggiatrice e cittadina del mondo, ho scelto come casa Madrid.

2000 simboli rimanenti
Ana  Mata
Hola Silvia
Muchas gracias por tu comentario y por incluirlo ;D
Me alegro que te haya gustado
Un abrazo!
Silvia Cueto Suárez
Hola Ana no te conocía, me ha parecido sencillamente excelente. Tanto es así que lo voy a incluir en el resumen de la newsletter del Domingo.
Abrazos
Have a Suggestion?