La guida definitiva al Brainstorming: 9 tecniche per creare grandi contenuti

Chiara Clemente

Aug 30, 202112 min read
Tecniche di Brainstorming

Con il brainstorming molti hanno un rapporto di amore-odio.

È così gratificante avere una buona idea che quando senti di averne una vuoi gridarlo e raccontarla al mondo intero. Ma puoi sentire l'esatto contrario quando non sei in grado di elaborare idee.

Ognuno di noi è programmato in modo diverso, per questo ci sono tecniche di brainstorming che funzionano per alcuni ma sono del tutto inefficaci per altri. Sebbene sia discutibile se si possa o meno insegnare la creatività, una cosa che si può assolutamente fare è incoraggiare e ispirare il pensiero creativo. 

In questo articolo esamineremo alcune tecniche di brainstorming che sono state provate e testate e che hanno dimostrato di ispirare la creatività.

Usa questa guida per trovare un nuovo approccio con cui avere idee migliori quando ti trovi in un blocco creativo o semplicemente per provare modi diversi di ragionare e vedere cosa funziona per te. Non esiste una tecnica giusta o sbagliata: devi trovare e usare quella che funziona meglio per te. Se sei in cerca di ispirazione, questo è quello di cui parleremo:

  • Che cos'è il brainstorming e quando dovresti usarlo?
  • Le regole d'oro per un brainstorming efficace
  • La necessità di un cambiamento di mindset nei confronti del brainstorming
  • Brainstorming di gruppo vs. Brainstorming individuale
  • 9 tecniche di brainstorming per generare idee migliori per i tuoi contenuti
  • Quale tecnica di brainstorming è giusta per te?

Che cos'è il brainstorming e quando dovresti usarlo?

Che cosa si intende con brainstorming? E, come marketer, quando potresti aver bisogno di usarlo?

Secondo MindTools:

Il brainstorming combina un approccio rilassato e informale alla risoluzione dei problemi con il pensiero laterale. Incoraggia le persone a elaborare pensieri e idee che, a prima vista, possono sembrare un po' folli. Alcune di queste idee possono essere trasformate in soluzioni originali e creative a un problema, mentre altre possono dar vita a ulteriori idee. Questo approccio aiuta a sbloccare le persone, facendole uscire dai loro soliti modi di pensare.

Il brainstorming è un modo collaudato per elaborare idee creative o risolvere un problema, sia in gruppo che individualmente.

Nel contesto del marketing, in particolare nel digitale, questo significa trovare idee per i contenuti da creare, che si tratti di un post del blog, di una campagna di pubbliche relazioni digitali o persino di argomenti da condividere sui social media.

Il brainstorming consiste nel trovare un modo efficace per generare idee.

Le regole d'oro per un brainstorming efficace

Il brainstorming non è un modo prestabilito di elaborare idee. Lungi dall'essere questo.

È piuttosto una tecnica che ti aiuta a trovare idee che forse altrimenti non potresti avere. In un certo senso, può essere visto come un processo di creatività forzata.

Ma la creatività è qualcosa che non può essere forzato, specialmente quando si è sotto pressione. Per questo motivo devi seguire le regole d'oro di un brainstorming efficace:

  • Più idee ci sono, meglio è. Siamo abituati a fare di più con meno. Ma, quando si tratta di brainstorming, più idee e ispirazione hai, maggiori sono le tue possibilità di trasformarli in qualcosa di straordinario. 
  • Non esiste una cattiva idea. Non criticare le opinioni di altre persone e non rinunciare a proporre le idee che ti sembrano deboli. Qualcun altro potrebbe individuare in esse qualcosa che non hai notato e sviluppare da qui un'idea. 
  • Nessuna idea è troppo grande o troppo folle. È sempre meglio dover ridimensionare un piano che non è realisticamente realizzabile, piuttosto che sforzarsi per scalare un'idea.
  • Nessuna idea è definitiva in questa fase. Le idee migliori arrivano quando le persone lavorano insieme per offrire il loro contributo, migliorando e perfezionando un concetto iniziale. Fino a quando questo non accade, tutte le opinioni dovrebbero essere prese in considerazione.

Avvicinati all'ideazione creativa tenendo presenti questi elementi: manterrai così un focus che non limiterà la tua capacità di far fluire le idee. 

La necessità di un cambiamento di mindset nei confronti del brainstorming

In un brainstorming efficace sono fondamentali la mentalità e l'approccio al processo di generazione di idee.

Anche se alcune persone credono che la creatività sia qualcosa con cui si nasce, tutti possiamo essere creativi. Quindi, anche se non ti consideri un vero creativo puoi avere grandi idee per i contenuti. Ma devi essere pronto a uscire dagli schemi e trovare i metodi di brainstorming che funzionano per te.

Quando pensiamo al brainstorming, automaticamente immaginiamo un gruppo di persone sedute attorno a una lavagna che si scervellano alla ricerca di idee.

Ma questo non potrebbe essere più lontano dalla verità. Il brainstorming può essere svolto efficacemente sia in gruppo che da soli, e l'approccio tradizionale raramente si dimostra pratico.

Dopotutto, pochissimi di noi possono essere creativi a comando...

Brainstorming di gruppo vs. Brainstorming individuale

La differenza tra un brainstorming di gruppo e uno individuale si spiega da sé. Ma devi sapere che ci sono modi giusti e sbagliati di affrontare sia il brainstorming in solitario che quello in gruppo.

Puoi fare brainstorming in modo efficace e trovare grandi idee da solo; alcune persone lavorano meglio in questo modo. Non permettere a nessuno di dirti il contrario.

Ma per molti team uno degli approcci più efficaci è quello che combina i vantaggi e le tattiche di queste due modalità di brainstorming. Si parte da un brainstorming individuale per elaborare idee iniziali, per poi riunire tutti i membri del team in gruppo per perfezionare e sviluppare le idee migliori in concetti finali. 

img-semblog

9 tecniche di brainstorming per generare idee migliori per i tuoi contenuti

Quando hai bisogno di trovare idee migliori per i contenuti, puoi provare diverse tecniche di brainstorming per stimolare la tua ispirazione e spingere la tua creatività ai suoi limiti. Anche se non puoi forzarla, puoi seguire un processo che ti aiuterà a strutturare la generazione di idee.

Ecco 9 delle nostre tecniche preferite che ti invitiamo a provare:

1. Mappa mentale

Le mappe mentali sono spesso il punto di partenza delle sessioni di brainstorming e possono essere utilizzate sia per generare idee individualmente che in gruppo.

Simile in molti modi all'associazione di parole, si tratta di un approccio a flusso libero che ti fa scrivere idee, pensieri e note che partono da un punto di partenza e successivi sotto-argomenti. 

Il concetto è semplice da capire e facile da seguire:

  • Puoi usare un foglio di carta, una lavagna o uno strumento online per le mappe mentali (come Lucid Chart).
  • Posiziona l'argomento centrale proprio al centro dello spazio e scrivi le tue idee attorno ad esso.
  • Traccia delle linee in uscita dall'argomento principale e crea almeno quattro sotto-argomenti (ad esempio, idee relazionate con il tuo argomento principale).
  • Estendi ciascuno di essi con le idee che ti vengono in mente su questi argomenti secondari. Possono essere titoli, argomenti più ristretti, fatti interessanti, ecc. Qualsiasi cosa ti venga in mente. 

Una volta completata la mappa mentale, continua a lavorarci per un periodo di tempo prestabilito o finché non puoi aggiungere altri elementi. A questo punto dovresti avere un'intera pagina (o lavagna) di idee iniziali da perfezionare ulteriormente in fantastiche idee di contenuto. 

Fai fatica ad iniziare? Dai un'occhiata a questo video in cui viene spiegato in modo dettagliato il processo.

2. File di scorrimento dei contenuti

Per avere buone idee devi essere ispirato.

Quando elabori le idee iniziali per i contenuti da solo (magari per partecipare a una sessione di perfezionamento di gruppo), un metodo collaudato è quello di passare in rassegna il tuo file di scorrimento. È importante notare che questo non è qualcosa che puoi semplicemente decidere di provare la prossima volta che hai bisogno di idee; un file di scorrimento dei contenuti si crea nel tempo.

Che cos'è un file di scorrimento dei contenuti?

Se non hai familiarità con il file di scorrimento, devi sapere che si tratta essenzialmente di una raccolta di contenuti che ritieni fantastici e che ti ispirano. Quando stai iniziando a fare brainstorming, dedica qualche minuto a guardare (scorrere) il tuo file di scorrimento per ricordare a te stesso quei contenuti che ami e pensare al motivo per cui li trovi così stimolanti.

Sembra banale ma funziona. È un approccio all'ideazione creativa a cui molti sono stati introdotti da Mark Johnstone. Creare il proprio file di scorrimento è abbastanza semplice.

  • Per prima cosa, hai bisogno di un posto in cui creare una raccolta di contenuti che ami. Pinterest è eccellente per questo scopo, specialmente se vuoi salvare contenuti visivi, ma altre alternative possono essere SwipeFile.com o semplicemente i Fogli di Google.
  • Man mano che trovi contenuti interessanti, aggiungili al tuo file di scorrimento e crea la tua banca di contenuti di ispirazione.
  • Prima di iniziare a generare idee, dai un'occhiata al tuo file di scorrimento per far fluire la creatività. 

3. L'analisi del gap

C'è un malinteso comune secondo cui le idee per i contenuti dovrebbero essere sempre nuove e uniche, ma non è così.

Se il motivo per cui stai pianificando dei contenuti è creare post per il blog o pagine da classificare nelle SERP, il tuo obiettivo dovrebbe essere quello di identificare quelle opportunità chiave in cui puoi apportare valore e superare i tuoi concorrenti. Non è sempre necessario reinventare la ruota.

E uno dei modi più efficaci per trovare idee per i contenuti quando guidare il traffico di ricerca organico è uno dei tuoi obiettivi principali è condurre un'analisi del gap.

Gap Analysis

John Reinesch ha scritto un'ottima guida su come " Rubare il traffico dei tuoi concorrenti con l'analisi del gap di contenuto" che spiega esattamente come realizzare quest'analisi e identificare le parole chiave e le opportunità di contenuto per le quali i tuoi competitor si classificano ma tu no. Questa guida di Zazzle approfondisce ulteriormente questa tattica.

Un punto chiave è che il brainstorming e la generazione di idee non devono sempre essere pura creatività. In poche parole, a volte devi solo raccogliere i dati giusti e trasformarli in grandi idee.

4. Brainwriting 6-3-5

Se ti piacerebbe fare un brainstorming con la tua squadra, ma hai capito che sedersi attorno a una lavagna, condividendo ciascuno le proprie idee ad alta voce, spesso non è produttivo, prova il metodo Brainwriting 6-3-5.

Forse non ne hai mai sentito parlare prima, ma risale agli anni '60 e il suo inizio può essere attribuito a Bernd Rohrbach, un marketer professionista tedesco. Il concetto alla base della tecnica Brainwriting 6-3-5 è riunire in una stanza un gruppo di sei persone. Le fasi del processo sono:

  • Fornire a ogni partecipante un foglio di carta con una griglia come questa.
  • Nel primo round di generazione di idee (della durata di 5 minuti) ogni persona scrive 3 idee sul proprio foglio.
  • Fatto ciò, ciascuno passa il proprio foglio alla persona che sta alla sua sinistra.
  • Ogni persona legge le idee appena ricevute e le usa per trarre ispirazione per aggiungere altre tre idee durante il secondo round di 5 minuti.
  • Si continua così per sei round, per ottenere un totale di 108 idee. Alcune potrebbero ripetersi, ma questo non è un problema; si tratta di sviluppare idee e avere una sessione di brainstorming produttiva.

Queste idee possono poi essere portate a una discussione di gruppo per perfezionarle e svilupparle.

5. Prima le cattive idee

Una delle principali critiche delle persone al brainstorming di gruppo è che i partecipanti sono spesso riluttanti a condividere le loro idee perché temono il giudizio degli altri. Nella fase di generazione delle idee, non esiste una cattiva idea, eppure la sindrome dell'impostore è reale e scoraggiante, e infatti non tutti sono così sicuri di sé da condividere le proprie idee di fronte agli altri. 

Allora perché non rompere il ghiaccio e iniziare intenzionalmente dalle cattive idee?

È un approccio collaudato (noto anche come brainstorming inverso) che può essere di aiuto a tutti quelli che partecipano alla sessione, sbloccando il flusso creativo. Iniziando con una serie di cattive idee, ci si può spostare verso le idee migliori e costruire su di esse.

Questo approccio funziona non solo nella generazione di idee per i contenuti, infatti anche la National Gallery of Art di Washington, D.C. l'ha sperimentato con successo.

Ma come possono le cattive idee condurci verso quelle buone?

  • La pressione per trovare qualcosa di eccezionale si riduce considerevolmente.
  • Questo approccio colloca tutti nello stesso punto di partenza, dato che la richiesta è quella di proporre intenzionalmente cattive idee.
  • È un ottimo modo per creare fiducia e confidenza tra i membri di un team.
  • Si crea uno spazio confortevole per far fluire le buone idee.

6. Navigare e cercare ispirazione

Pensare in modo creativo spesso dà la sensazione di essere improduttivi. Questo è normale.

Come accennato in precedenza, la creatività non può essere forzata ed è praticamente impossibile ottenere grandi idee a comando. Anche se stai cercando idee per lavori relativamente semplici, come i contenuti di un blog, è comunque difficile trovare un'idea brillante in pochi minuti. 

Quindi prenditi una pausa dall'obbligo di trovare una buona idea e trascorri del tempo navigando sul web.

Fai ricerche sull'argomento per cui stai cercando idee e leggi le ultime notizie; vai su Google Trends per vedere quali sono le tendenze attuali e cosa dicono o scrivono gli altri.

Assicurati di prendere appunti su tutto ciò che trovi interessante o che risalta. Puoi quindi portare gli argomenti e le idee che hai annotato al livello successivo, trasformando questi spunti in idee concrete con il nostro strumento Topic Research.

Inserisci l'argomento e poi sfoglia le idee di contenuto che ti vengono restituite:

Topic Research Tool Data Screenshot

Trova le parole chiave degli argomenti più interessanti

con lo strumento Topic Research

ADS illustration

7. Il brainstorming "Walking and Talking"

Forse tu stesso hai già sperimentato che alcune delle migliori idee arrivano mentre siamo fuori a correre, quando stiamo facendo la doccia, siamo in viaggio, a letto o in una situazione simile. 

Sebbene non sia possibile prevedere quando avremo una buona idea, possiamo provare a replicare un ambiente a bassa pressione che possa promuovere il pensiero creativo. Questo è ciò che definiamo "brainstorming walking and talking", ovvero una tecnica di generazione delle idee camminando e parlando. Esci dall'ufficio e fai una passeggiata, sia in un piccolo gruppo che in un team più grande. Questo metodo di brainstorming si ispira al concetto sempre più diffuso delle riunioni "in cammino" (walking meetings). Grandi manager come Steve Jobs o Mark Zuckerberg hanno testato i benefici di questo tipo di incontri. Questo articolo spiega il motivo per cui gli incontri di brainstorming "walking and talking" sono così efficaci:

La natura e il cambiamento di scenario innescano nuovi neuro-percorsi nel nostro cervello che producono nuove idee e nuove soluzioni ai problemi

Marissa Levin, Inc.com

La prossima volta che pianifichi una riunione, prova a farne una sessione di brainstorming walk-and-talk con il tuo team; avrai anche il bonus di respirare un po' d'aria fresca!

8. Idee rapide

A volte, uno dei principali problemi di un brainstorming è che ci sforziamo troppo per trovare delle idee. Allora perché non provare a rimuovere questa barriera?

Perfetto sia per lavorare individualmente che in gruppo, si imposta un timer (5 minuti va bene) e si scrivono quante più idee possibile in quel lasso di tempo. Non esiste una cattiva idea, e anche se ciò che scrivi potrebbe non avere rilevanza contestuale per l'argomento su cui ti stai interrogando, va bene.

Si tratta di elaborare idee di partenza su larga scala, tra cui poi scegliere le migliori e svilupparle ulteriormente.

9. Analisi dei competitor

Tenere d'occhio la concorrenza e conoscere ogni sua mossa è uno dei modi migliori per iniziare a generare idee e per fare brainstorming su un argomento. Potrebbe suonare semplice e non sembrare una tecnica di brainstorming tradizionale, ma è utile per due motivi:

  • Poche cose ti ispireranno di più a trovare grandi idee come i contenuti di un concorrente che hanno dimostrato di funzionare bene. Questo è il modo in cui funzioniamo.
  • Puoi imparare dagli errori dei competitor e dai loro contenuti di scarso rendimento e trasformarli in idee da sviluppare per te. Perché commettere un errore quando puoi sapere in anticipo cosa è andato storto per qualcun altro e capire come farlo meglio?

Quale tecnica di brainstorming è giusta per te?

Non esiste un modo giusto o sbagliato di fare brainstorming e ciò che funziona per una persona potrebbe non funzionare per un'altra, anche se lavorano all'interno dello stesso team.

Alcune persone lavorano meglio da sole, mentre altre avranno le loro idee migliori durante il brainstorming di gruppo. Usare metodi diversi in un team di content marketing può essere estremamente efficace: persone diverse possono avere idee completamente diverse solo per il modo in cui si approcciano ad esse.

Il nostro consiglio?

Se hai difficoltà a sentirti ispirato e trovare grandi idee, prova un nuovo approccio. Non accontentarti di quello che hai sempre fatto finora. Smuovi le acque, fai qualcosa di diverso e guarda quali risultati ottieni.

Trova le parole chiave degli argomenti più interessanti

con lo strumento Topic Research

ADS illustration
Author Photo
Chiara ClementeA digital marketer with a real passion for videos. I found my dimension in Semrush by creating engaging video content that helps digital marketers all over the world develop their online visibility with actionable advice.
Subscribe to learn more about Content Marketing
By clicking “Subscribe” you agree to Semrush Privacy Policy and consent to Semrush using your contact data for newsletter purposes