Instagram Ads: come sponsorizzare su Instagram

Lucio Messina

Nov 26, 20205 min read
Instagram Ads

Cosa sono le instagram ads e come utilizzarle per sviluppare la tua campagna pubblicitaria?

Grazie al suo largo bacino di utenti e al suo continuo aggiornamento, Instagram è oggi uno dei social più utilizzati nel mondo dell’advertising. Dalle semplici inserzioni fotografiche alle Stories, Instagram sta offrendo sempre più opportunità agli inserzionisti per creare contenuti performanti perchè in grado di convertire sul proprio target di riferimento.

In breve, con il termine Instagram Ads si identificano tutte le pubblicità: questo tipo di contenuti sono studiati non solo sui contenuti ma anche sul tipo di pubblico da colpire e distribuendo in modo uniforme il budget a disposizione. In questo articolo vedremo prima le diverse tipologie di annunci e poi un esempio pratico su come realizzare una campagna Instagram tramite il Business Manager di Facebook.

Le tipologie di Instagram Ads

Prima di passare alle varie tipologie di inserzioni, volevamo sottolineare come per ottimizzare in maniera professionale una campagna, è consigliabile non affidarsi ai canoni prestabiliti dall’app, ma collegare il proprio account al 

Business Manager di Facebook. In questo modo potrai gestire la campagna in maniera completa e tenere traccia dei dati risultanti. Vedremo nel capitolo successivo come collegare il proprio account.

Immagine Ads

Questo è il contenuto più semplice da sponsorizzare ma allo stesso tempo anche il più efficace. Sono accettate fotografie in formato sia verticale che orizzontale.

Video Ads

Il formato video ha un tasso di visualizzazione molto più alto rispetto agli altri formati. Generalmente, il limite imposto da Instagram per i video in Ads è di durata di 30-60 secondi. Queste sponsorizzate, sono generalmente utilizzati per indirizzare gli utenti verso altre piattaforme o alla pagina instagram dell’account.

Carosello Ads

Se pensate che sia riduttivo una solo foto o video per le vostre sponsorizzate, allora dovete provare il formato carosello. All’interno di questa tipologia è infatti possibile inserire contenuti multipli. L’utente potrà scorrere tra immagini e video e collegarsi direttamente alla pagina prodotto nel sito web tramite una call to action da inserire in ogni singolo articolo. 

Inserzioni con raccolta

In questa tipologia di campagna, è possibile raccogliere più immagini e video per presentare prodotti e incentivare all’acquisto online.

Questo formato infatti si rivela particolarmente efficace per chi possiede un eCommerce grazie l’opzione Vendita. 

Stories Ads

Le Stories in Instagram sono uno degli strumenti più utilizzati al momento: nel mondo ogni giorno, 500 milioni di utenti vedono questo contenutoLe Stories Ads, vengono visualizzate quando un cliente switcha tra un follow e un’altro. Il pulsante di call to action “scorri verso l’alto”, viene utilizzato per indirizzare l’utente al profilo del brand o al sito web dell’azienda.

IGTV Ads

Lo strumento delle IGTV è sicuramente meno utilizzato delle stories, ma comunque funzionale per i brand e gli influencer che vogliono creare contenuti video più lunghi e d’impatto.

Come promuovere i propri post dal business manager invece che dall’app di Instagram

Il consiglio che ci teniamo a darvi se volete iniziare a creare delle sponsorizzate, è quello di passare sempre per Facebook Business Manager. Questo perché, in questo modo, avrete un maggior controllo sul target da colpire.

Se hai già un account, entra nel business manager del tuo profilo da questo link.

Se non sai come creare un account business manager, clicca qui e svolgi la configurazione guidata.

Una volta all’interno della tua pagina, clicca nella sezione “inserzioni” (5 riga a sinistra) e una volta dentro su “gestione inserzioni”. Se non sono ancora state fatte delle inserzioni, questa pagina sarà completamente vuota.

Per andare a creare una nuova sponsorizzata, clicco sul tasto verde “crea” in alto a sinistra.

Facebook ci chiederà di selezionare quale sarà l’obiettivo della nostra campagna. 

Ad esempio, se il nostro obiettivo è quello di portare traffico sull’account per poter avere nuovi follower, andremo a selezionare la voce “traffico” o se vogliamo semplicemente fare vedere l’ inserzione a più persone per interagire, andremo a selezionare la voce “interazione”. 

Questa fase è molto importante perché aiuta Facebook a trovare le persone giuste per farvi raggiungere il vostro obiettivo di sponsorizzata. 

Ora scegliamo un titolo: questo dovrà essere esplicativo del nostro obiettivo. Clicco ora su “avanti” per entrare nel gruppo di inserzioni. 

In questa sezione andrò a definire qual’è il pubblico che voglio raggiungere.

Indico quindi il luogo, l’età del mio pubblico e il genere che voglio colpire con la mia sponsorizzata. 

Questo passaggio è molto importante e necessita a monte, di una ricerca accurata del mio buyer persona. Una volta completata questa parte, vado nella voce “targetizzazione dettagliata”. In questo campo possiamo inserire gli interessi delle persone che vogliamo raggiungere. 

Ad esempio, se vendo vestiti per neonati, posso scrivere la parola “genitori con bambini 0-2 anni”. Una volta aggiunto il primo interesse, se clicchiamo su Suggerimenti (all’interno della stessa barra), sarà Facebook stesso a suggerirci altri target simili.

Completato questo passaggio, posso selezionare una lingua. E’ logico che, se il mio contenuto presenta un testo in italiano, andrò in questa sezione a selezionare la lingua italiano. Una volta finita questa sezione, clicco su “salva questo pubblico”, per poterlo utilizzare nelle prossime sponsorizzate.

Arrivati a questo punto, devo decidere dove posizionare il mio annuncio: clicco nella voce “posizionamenti” e seleziono le voci di interesse. Se voglio sponsorizzare esclusivamente in Instagram, andrò a selezionare questa tipologia.

Tra quelle proposte, posso scegliere “feed di Instagram” e/o “esplora di instagram” dalla sezione feed e “Instagram Stories”.

Subito sotto, nella finestra “mostra altre opzioni”, posso selezionare i “dispositivi mobili e sistemi operativi specifici” a scelta tra Android o iOS.

Ora andiamo ad impostare il budget per la campagna.

Possiamo scegliere se ottimizzare per la copertura giornaliera o per il numero di impression.

Sotto la voce “controllo dell’offerta (facoltativo)”, abbiamo la possibilità di dire a Facebook quanto siamo disposti a pagare per un clic.

Nella sezione “frequenza degli addebiti”, possiamo scegliere per impression o per CPC. 

Nella voce “tipo di sponsorizzazione”, posso invece scegliere tra standard o accellerata. Quest’ ultima è molto utile nel caso in cui abbiamo un breve frangente di tempo per spendere il nostro budget. 

Nella sezione “budget e programmazione” possiamo definire la nostra spesa e la tempistica di pubblicazione scegliendo tra budget giornaliero o totale, che vogliamo spendere per la nostra campagna.

In base al budget aggiunto e alle tempistiche da noi impostate, possiamo vedere sul lato destro la copertura stimata da Facebook per numero di persone che potenzialmente vedranno il mio annuncio e una stima dei clic. 

Proseguendo, passo alla parte grafica della mia sponsorizzata, dove posso caricare (o selezionare), quello che sarà il contenuto della sponsorizzata finale.

Sotto la voce “configurazione dell’inserzione” selezioniamo se usare un post esistente, se crearne uno nuovo o fare un’inserzione di prova di Creative Hub. 

Per sponsorizzare un post esistente, Facebook ci chiederà a quale pagina Instagram fare riferimento: andiamo quindi a selezionarle la pagina e cercare il post da sponsorizzare. 

Una volta scelto, nella parte destra dello schermo, il visual manager caricherà l’anteprima del post con il copy già presente su instagram.

Inseriamo il link al sito web sotto la sezione “URL del sito Web (obbligatorio)”. 

Selezioniamo dal menu a tendina la call to action più appropriata per il tipo di contenuto e collegamento che vogliamo creare. 

Fatto questo, non farò altro che andare a confermare la mia campagna cliccando nel tasto “pubblica”. L’annuncio passerà quindi in revisione al team di Facebook che nel giro di qualche ora ci darà conferma della pubblicazione.

Nel caso volessimo creare un’inserzione da zero, in quest’ultima schermata seleziono la voce “creare una nuova inserzione”: posso fare upload della mia grafica/immagine/video e scrivere il copy specifico. 

Stessa procedura può essere fatta per le instagram stories.

Conclusioni

Instagram è attualmente in Italia il secondo social più utilizzato dopo Facebook. 

In questo articolo abbiamo visto come sia possibile creare diverse tipologie di inserzioni in modo semplice e veloce senza affidarsi ai canoni prestabilita dal sistema.

Cosa stai aspettando? Inizia oggi stesso ad utilizzare Facebook Ads Manager per creare le tue instagram ads e poter accedere a più opzioni di personalizzazione e creare annunci che possano convertire al massimo sul tuo pubblico.

Author Photo
Lucio MessinaVivo la mia vita sui social, da anni vicino al web marketing, a 20 la prima società, imprenditore per passione. Vivo e lavoro tra Milano e Palermo, oggi docente di Digital Marketing, ex CTO di una startup, Instagram Specialist e CEO e Founder di M-Adv, azienda che opera in ambito SEO, Link Building e Digital Strategy.
Subscribe to learn more about Paid Social
By clicking “Subscribe” you agree to Semrush Privacy Policy and consent to Semrush using your contact data for newsletter purposes