it
English Español Deutsch Français Italiano Português (Brasil) Русский 中文 日本語
Invia il post
Torna ai giochi

Seo per YouTube (e non solo): Guida al posizionamento dei video

99
Wow-Score
Il Wow-Score mostra il livello di interazione del posto di un blog. Si calcola sulla correlazione tra il tempo di lettura attivo degli utenti, la loro velocità di scrolling e la lunghezza dell'articolo.

Seo per YouTube (e non solo): Guida al posizionamento dei video

Fabio Wild
Seo per YouTube (e non solo): Guida al posizionamento dei video

Video SEO: come posizionare un video su YouTube e Google

Secondo recenti studi, entro i prossimi cinque anni la comunicazione online sarà per l'80% video.

Inutile dire che i video sono in costante evoluzione, sempre più aziende e marketer di tutto il mondo utilizzano questo formato per promuovere i propri prodotti o servizi.

Perché è importante realizzare dei video al giorno d'oggi?

I motivi sono molteplici: sicuramente un video è più diretto, immediato e facile da comprendere, inoltre è legato a delle immagini che rimangono impresse nella mente dell'utente. Pensa solo alle differenze tra una notizia letta su un giornale e una vista in televisione.

I video, ad oggi, sono un'arma estremamente potente ma è fondamentale saperla utilizzare al meglio.

Le cose da dire sui video in ambito marketing sono innumerevoli, ma in questo articolo ci focalizzeremo principalmente su come riuscire a posizionare un video sulla SERP di YouTube (ma anche su quella Google).

Ti svelerò nel dettaglio tutto quello che ho avuto modo di apprendere riguardo quest'argomento. C'è molto da dire, quindi mettiti comodo e cominciamo!

YouTube SEO: Le tecniche note

Girovagando sul web ti sarai imbattuto più volte in svariate tecniche più o meno note per posizionare un video ai vertici dei risultati di ricerca di YouTube.

La verità, purtroppo, è che queste tecniche non funzionano, o meglio, non hanno un'influenza diretta sul posizionamento, ma servono solo a inviare dei segnali alla piattaforma riguardo l'argomento trattato nel video.

Proviamo a riassumere velocemente queste tecniche:

  • Inserire la keyword nel titolo del video
  • Inserire la keyword nella descrizione del video
  • Nominare la keyword durante il video
  • Inserire molti tag attinenti alla keyword
  • Inserire degli hashtag all'interno delle descrizione

Questi fattori sono controllati direttamente da noi di conseguenza non possono essere rilevanti per YouTube ai fini del posizionamento.

Con questo non voglio nemmeno dire che siano inutili, anzi, hanno una loro funzionalità estremamente importante, ossia quella di far capire alla piattaforma di cosa parla il nostro video e come dev'essere catalogato, dopodiché il posizionamento è un altra cosa.

Alcune guide più avanzate tirano in ballo altri fattori come:

  • Numero di visualizzazioni
  • Numero di like
  • Numero di commenti
  • Numero di condivisioni
  • Numero di iscritti al canale

Questi fattori sono già più rilevanti in quanto non possono essere controllati direttamente da noi (a meno che non li acquisti).

[Per approfondire: YouTube: le formule per calcolare quanti commenti, like e view ti servono]

Il punto è che siamo ancora sul generico.

In questa guida voglio provare ad andare oltre e mostrarti alcuni metodi pratici su come riuscire a posizionare un video su YouTube e non solo.

Video e SEO

A differenza della SEO "standard", i fattori che influenzano il posizionamento dei video sulla SERP sono molto più chiari. Sostanzialmente YouTube valuta un video in base al modo in cui le persone interagiscono con esso. Quindi ok le visualizzazioni, il numero di Mi piace, commenti ecc... ma c'è molto altro da valutare.

Prima di vedere quali siano questi fattori, c'è un passaggio obbligatorio da fare ogniqualvolta si parla di SEO, ossia la Keyword Research.

Come fare una Keyword Research per i Video

La ricerca di parole chiave per i video è totalmente diversa da quella a cui siamo normalmente abituati.

Attuando un'attenta keyword research andremo a dire sia a YouTube che a Google esattamente per quali parole chiave vogliamo apparire.

Esistono diversi tool più o meno noti che ci aiutano a trovare le giuste keyword da usare per ottimizzare contenuti su YouTube.

Alcuni esempi sono:

  • KeywordTool.io
  • Ubersuggest
  • YTCockPit (forse il più affidabile)

Molti preferiscono utilizzare il Keyword Planner di Google impostato ad hoc. Nonostante i dati raccolti da questi tool siano molto utili, voglio provare a darti qualche consiglio extra.

1# Suggerimenti di YouTube

Non sottovalutiamo i suggerimenti che YouTube ci dà nella barra di ricerca: sostanzialmente ci sta fornendo le esatte keyword digitate dagli utenti per quella tipologia di ricerca.

SEO e YouTube - come posizionare un video: i suggerimenti

2# Controlliamo come le persone ci cercano

Un po' come per la Search Console, anche in YouTube Analytics la piattaforma ci dice esattamente cosa digitano gli utenti per cercarci e per quali di queste parole chiave appare il nostro video.

Basta andare alla voce "Sorgenti di Traffico" -> "Ricerca su YouTube"

SEO per i video: YouTube Analytics

Inutile dire che questo ci permette di ottimizzare i nostri video per determinate keyword, oltre a scovarne delle altre da utilizzare per nuovi progetti.

3# Video Keyword research per Google

E per quanto riguarda Google?

Quali sono i fattori che determinano se un video appare o no tra i risultati di ricerca?

Ovviamente non ci sono documentazioni ufficiali a riguardo, ma diversi studi hanno rilevato che solitamente i video appaiono nella SERP di Google solo in corrispondenza di determinate tipologie di query.

Ecco alcuni esempi:

  • Come fare + <keyword> (possibilmente qualcosa di pratico)
  • Recensioni (possibilmente qualcosa di materiale)
  • Tutorial
  • Interviste
  • Keyword sullo sport
  • Video divertenti

Quello che dovremo fare quindi è digitare la keyword di nostro interesse nella barra di ricerca di Google e verificare se appaiono dei video. A quel punto gli scenari possono essere solo 2:

  1. Vengono mostrati dei video
  2. Non vengono mostrati dei video

Nel primo caso sappiamo per certo che per quella determinata keyword, Google ottimizza la SERP inserendo dei video tra i risultati di ricerca. In questo caso potremo tranquillamente utilizzare questa keyword e provare a competere con gli altri.

Nel secondo caso invece abbiamo 2 possibilità:

  1. O lasciamo perdere e cambiamo termine di ricerca
  2. Oppure potremmo verificare se sono presenti dei video all'interno di YouTube ottimizzati per quella precisa keyword e se non riusciamo a trovare nulla potremmo aver scovato una SERP libera.

Questo scenario è estremamente raro ma possibile. Ovviamente la keyword deve far parte di una delle tipologie di ricerca viste in precedenza.

Ecco ad esempio come si è posizionato il mio video nella SERP di Google per la keyword "ClickMeter Tutorial"

Esempio di video posizionato su Google

Nella posizione superiore, invece, si è posizionato il relativo articolo con tanto di video al suo interno.

Ad ogni modo il mio consiglio è quello di porsi sempre questa domanda:

Questa cosa sarebbe capita meglio utilizzando un video?

Google è in costante evoluzione e sono più che certo che si stia facendo la stessa identica domanda.

Cosa influisce realmente sul posizionamento dei video?

Come abbiamo detto, i punti visti all'inizio di quest'articolo non hanno un impatto diretto sul posizionamento dei video su YouTube o Google.

SEO per YouTube: cosa influisce sul posizionamento dei video? (Serp)

Vediamo ora invece cosa realmente determina il ranking sulla famosa piattaforma di video-sharing:

I 6 principali fattori di ranking su YouTube sono:

  1. Total watch time
  2. Audience retention
  3. Session Time
  4. CTR
  5. Engagement
  6. Channel Autority

Total Watch Time

Per Total Watch Time si intende il numero totale di minuti visualizzati. L'obbiettivo di YouTube è quello di far restare i suoi utenti sulla piattaforma il più a lungo possibile, per questo motivo più tempo saremo in grado di trattenere un utente al suo interno maggiori saranno i benefici.

Questo è in assoluto il primo fattore di ranking.

Audience retention

L' Audience retention è la percentuale di video visualizzata. Questo è un altro fattore estremamente importante, in quanto determina il grado d'interesse verso un determinato video.

Session Time

Il session time è il tempo che trascorre l'utente su YouTube dopo aver visualizzato il nostro video. Per lo stesso motivo visto per il "Total Watch Time", YouTube non vuole che l'utente esca dalla piattaforma, per questo motivo se il tuo video invoglia l'utente a vederne altri, allora YouTube ti ricompenserà.

CTR

Il click through rate equivale al numero di click ricevuti, rapportato al numero di impressioni. Se un utente clicca spesso su un nostro video vuol dire che lo incuriosisce e lo trova potenzialmente interessate.

Engagement

Come abbiamo visto all'inizio di questo articolo, anche l'engagement è un fattore rilevante per YouTube, difatti maggiori sono i segnali di apprezzamento come like, commenti, condivisioni ecc.., maggiore sarà l'importanza che la piattaforma attribuirà al nostro video.

Channel Autority

Non ci sono dati ufficiali su come YouTube determini l'autorità di un canale, ma è un dato di fatto che quelli appena creati facciano molta più difficoltà ad emergere, mentre account di una certa rilevanza si posizionano molto più facilmente, anche se non rispettano tutti i fattori visti in precedenza.

Possiamo supporre che un canale autorevole si misuri in :

  • Data di creazione (età del canale)
  • Numero di iscritti
  • Costanza nelle pubblicazioni
  • In quanti vi cercano (branded search)

Alcuni credono sia importante valutare anche il numero di link in ingresso (backlink) verso il canale e/o video.

Come creare il video perfetto

Ora che abbiamo tutte le informazioni che ci servono per posizionare un contenuto su YouTube, vediamo come creare il video perfetto.

SEO YouTube: come creare il video perfetto

Per far sì che un video abbia successo dobbiamo cercare di rispettare tutti i punti visti in questo articolo. In realtà servirebbe una sezione dedicata solo a quest'argomento, ma proverò comunque a darvi alcuni consigli.

Vediamo insieme cosa fare:

Consigli Tecnici

Prima di entrare nel vivo di questa sezione, ribadiamo i classici consigli tecnici:

  • Inserisci la keyword all'interno del titolo e della descrizione
  • Rinomina il file video utilizzato la keyword
  • Inserisci degli hashtag all'interno delle descrizioni senza però esagerare (YouTube potrebbe penalizzarti)
  • Se possibile carica una trascrizione del video (a detta di molti può fare la differenza)
  • Inserisci dei tag con logica

Un paio di consigli utili sui tag:

Installando un'estensione di Chrome chiamata TubeBuddy potrai reperire parecchie informazione sui video dei tuoi competitor, oltre a verificarne facilmente i tag utilizzati.

SEO per i video su YouTube: TubeBuddy

Il secondo consiglio, invece, è quello di inserire i tag in maniera ordinata, partendo dal più specifico al più generico. Mi piacerebbe spiegarvi il perché ma andremmo troppo per le lunghe quindi per ora fidatevi di me :)

Aumentiamo il Total Watch time e l'Audience retention

Per far sì che le persone trascorrano più tempo sui nostri video è indispensabile creare video di qualità e valore. Ad ogni modo esistono un paio di accorgimenti che potrebbero aumentare l'interesse e rendere il video più performante.

Ecco alcuni esempi:

1# Crea un video in HD o full HD

A detta di molti, YouTube predilige i video in HD ai fini del posizionamento (non a caso ai vertici della SERP sono presenti quasi sempre video di alta qualità).

Gli utenti guardano molto più volentieri e più a lungo video in HD. Oltre ad essere più piacevoli da guardare, trasmettono serietà e professionalità.

2# I primi secondi sono i più importanti

Nei primi 15/20 secondi ci giochiamo il tutto per tutto. Questa dev'essere la parte più importante del video: se riusciremo ad incuriosire l'utente nei primi 15 secondi tutto il resto del percorso sarà in discesa.

Per riuscire in quest'impresa consiglio di utilizzare il "metodo APP" ideato da Brian Dean di Backlinko. APP sta per Agree, Promise e Preview e funziona più o meno in questo modo:

  1. Agree: Individua il problema e fallo presente
  2. Promise: Prometti un risultato specifico
  3. Preview: Anticipa come farai a risolvere il problema più avanti nel video.

Per saperne di più consiglio di andare sul suo sito ufficiale.

3# Interrompi il pattern

Cosa intendo per interrompere il pattern?

Interrompere il pattern vuol dire cambiare radicalmente e improvvisamente il tema del video. Più facile da fare che da dire. Sostanzialmente significa che rompere gli schemi di tanto in tanto, magari con una battuta o uno sketch che non c'entra nulla, aiuta a ricanalizzare l'attenzione dell'utente e non annoiarlo. Il tutto andrà a favore dell'Audience retention.

4# Durata dei video

Video lunghi, diciamo superiori ai 10 minuti, normalmente si posizionano meglio, proprio per una questione legata al "Total Watch Time". 

Anche se video troppo lunghi potrebbero influire negativamente sull'Audience Retention, il numero di minuti visualizzati a parità di percentuale saranno maggiori e questo per YouTube è un segnale più rilevante.

Un buon compromesso potrebbe essere un video della durata compresa tra i 10 e i 15 minuti.

Come aumentare il CTR dei video

Per aumentare il numero di click sui video esistono sostanzialmente 2 soluzioni estremamente efficaci:

  1. Carica delle immagini di anteprima attraenti
  2. Scrivi delle headline e descrizioni efficaci

Le immagini di anteprima hanno un solo scopo, ossia quello di attirare l'attenzione, quindi utilizziamo colori forti e contrastanti tra di loro, in più è buona norma scrivere sempre del testo su di esse. Un'altra soluzione potrebbe essere quella di usare immagini ambigue o comunque che generino curiosità.

Per quanto riguarda le headline il discorso è veramente lungo, a tal proposito ho scritto un articolo molto dettagliato su come scrivere delle headline efficaci per ogni occasione, compresa questa (consiglio di leggerlo).

Ad ogni modo il trucco è sempre lo stesso: Cercare di incuriosire l'utente!

Come incrementare il Session Time

Per incrementare la durata di una sessione su YouTube posso darvi 4 consigli veloci:

  1. Sfruttate bene le playlist
  2. Create una serie di video collegati tra di loro, magari numerandoli
  3. Inserite dei "video correlati" al termine di ogni video
  4. Create video in nicchie molto popolari (es. video divertenti, curiosità, guadagno online ecc..)

Channel Autority: come ottenerla?

Questa è la parte più difficile, l'unica cosa che posso dire è di aspettare e nel frattempo pubblicare costantemente dei video, senza scoraggiarsi se i risultati non arrivano nell'immediato.

Invogliare a ogni video l'utente a iscriversi al nostro canale, e magari anche a condividerlo, è sicuramente un'ottima idea.

Come promuovere un video?

promuovere un video

Una volta realizzato e caricato il video, rispettando tutti i punti visti fino ad ora, è arrivato il momento di promuoverlo e attirare del traffico su di esso. Anche questo è un argomento molto vasto al quale andrebbe dedicato un articolo a sé, ma proviamo comunque a valutare molto velocemente qualche sistema di promozione.

I social network influenzano il posizionamento dei video?

Nonostante questo sia argomento di discussione per quanto riguarda la SEO ordinaria, posso garantirvi che per quanto riguarda i video i Social possono fare la differenza.

Condividere il proprio video sui social porta enormi benefici, sia perché ci aiuta ad attirare traffico che poi YouTube elaborerà per il posizionamento, ma anche perché alle persone piace condividere video e se funzionano potrebbero diventare virali. A quel punto il gioco è fatto!

Altri metodi di promozione potrebbero essere i video caricati sui blog e nelle newsletter oppure, perché no, utilizzando sistemi di advertisement.

PS. Se non hai un blog e vorresti crearne uno, ho realizzato un guida dettagliata su "come creare un blog" puoi dargli un'occhiata.

Un'altra idea potrebbe essere quella di far condividere il video da qualche influencer. L'importante è far arrivare il video a più persone possibili, in modo tale da creare engagement ed interazioni con lo stesso.

Precisazioni e Consigli Extra per posizionare video su YouTube

Concludo questo lungo articolo con una serie di consigli extra.

C'è una cosa che non vi ho detto.

Nonostante in quasi tutto l'articolo abbiamo parlato solo di SEO, in realtà la maggior parte del traffico che riceverete arriverà dai suggerimenti di YouTube. Quello è il vero punto di forza.

Rispettando tutti i punti visti fino ad ora, le chance di apparire tra i suggerimenti aumenteranno, quindi non ossessionatevi con il posizionamento esatto dei vostri video nella SERP, ma cercate di notare se il video viene mostrato tra i suggerimenti.

Ricordiamoci anche che sia le playlist che i profili vengono indicizzati nella SERP, quindi non dimentichiamoci di ottimizzarli al meglio

È possibile posizionare video sulla SERP di Google anche se non sono caricati direttamente su YouTube?

Teoricamente sì, ma è molto più difficile. Voglio ricordare che YouTube è di proprietà della stessa Google, quindi traetene voi le conclusioni.

Conclusioni importanti

I video sono una risorsa estremamente potente: è stato dimostrato che quando tra i risultati di ricerca di Google appaiono dei video, l'utente è maggiormente propenso a cliccare su di loro, a prescindere dalla posizione. Questo sta ad indicare quanto sia forte l'attrazione per i video e come l'utente preferisca guardare e ascoltare anziché leggere.

Ovviamente se hai intenzione di avventurarti in questo mondo fallo bene e preparati al meglio, in quanto potrebbe rivelarsi un'arma a doppio taglio: come si suol dire "Non avrai un'altra occasione per fare una prima buona impressione.

Bene con questo è tutto, ora tocca a voi:

Che cosa fate per migliorare il posizionamento dei vostri video?

Aspetto il vostro feedback per confrontarci su tutte le pratiche che hanno valore per la SEO dei video.

Fabio Wild
Pro

Fa ottime domande e dà risposte brillanti.

Il mio nome è Fabio Wild, classe 1985, esperto in SEO e Web Marketing da ormai una vita. Sin da subito ho capito che il futuro sarebbe stato online ed oggi aiuto persone ed aziende a crescere sul web. Per maggior informazioni potete visitare il mio sito finaldesign.it
Condividi il post
o

Commenti

2000
Vincenzo Abate
Leggenda

Arrivare fin qui non è affatto semplice.

Più che un articolo questo è un vero e proprio vademecum. Ogni punto viene analizzato e spiegato alla perfezione, i miei complimenti all'autore dell'articolo a cui vorrei chiedere questo: c'è una durata minima "consigliata" per un video aziendale (magari creato per promuovere qualche servizio), oppure il fattore tempo non è tanto tenuto in considerazione? Sempre fermo restando che bisogna catturare l'attenzione dell'utente nei primi secondi del video, proprio come accade per gli articoli scritti in cui si cerca di attirare l'interesse nelle prime righe...
Fabio Wild
Pro

Fa ottime domande e dà risposte brillanti.

Vincenzo Abate
La durata del video è un fattore chiave, test dimostrano che il Total Watch Time ha una rilevanza maggiore rispetto all'Audience retention, di conseguenza video lunghi tendono a posizionarsi meglio. Ad ogni modo trovare un buon compromesso potrebbe essere la soluzione migliore. Come consiglio nell'articolo un video di 10/15 min potrebbe essere una durata ottimale.

Invia un feedback

Your feedback must contain at least 3 words (10 characters).

Useremo questa email solo per rispondere al tuo feedback. Informativa sulla privacy

Thank you for your feedback!