it
English Español Deutsch Français Italiano Português (Brasil) Русский 中文 日本語
Vai al Blog
Elizaveta Beresneva

E-commerciamo! I migliori casi studio sugli e-commerce

51
Wow-Score
Il Wow-Score mostra il livello di interazione del posto di un blog. Si calcola sulla correlazione tra il tempo di lettura attivo degli utenti, la loro velocità di scrolling e la lunghezza dell'articolo.
Elizaveta Beresneva
E-commerciamo! I migliori casi studio sugli e-commerce

L’e-commerce italiano è uno dei mercati con i migliori dati di crescita: secondo le statistiche è aumentato del 18% solo nell’ultimo anno. Ma la concorrenza è sempre più agguerrita e per emergere davvero in un settore devi conoscere le nuove tecnologie e saper applicare soluzioni ad hoc, partendo dai dati e utilizzando i migliori strumenti digitali.

Vista la tendenza in ascesa della vendita online in Italia, è nata l’idea di creare un evento in cui parlare delle strategie dei brand che operano sul mercato. Partendo da questo abbiamo creato E-commerciamo!: l’evento online dagli e-commerce per gli e-commerce.

Abbiamo dato vita ad un nuovo formato di webinar online in cui il focus principale fossero gli interventi di brand noti sia a livello globale che leader del settore nazionale, e realtà che stanno guadagnando una parte importante del mercato del commercio elettronico italiano.

Ecco alcuni spunti interessanti dei relatori che hanno partecipato a E-commerciamo! 

E-commerce farmaceutico: strategie di marketing e consulenza online

Francesco Zaccariello, Amministratore Delegato presso eFarma.com

E-commerciamo! I migliori casi studio sugli e-commerce. Immagine 0

eFarma è un e-commerce leader nel settore farmaceutico in Italia, autorizzato dal Ministero della salute italiano. Nel 2019 il sito di eFarma.com è cresciuto fino a raggiungere 13 milioni di visitatori unici annuali, con circa 500 mila clienti che acquistano sul sito.

La prima cosa essenziale per un e-commerce del settore farmaceutico sono le normative. Esse limitano talvolta anche il lavoro di una farmacia online e sono cruciali nello sviluppo della giusta strategia digitale. 

Gli asset strategici

Una scelta molto importante nella strategia di eFarma fu quella della creazione, fin dall’inizio, di un servizio clienti supportato da farmacisti professionisti. Nello stesso momento si sviluppò il lavoro sul catalogo dei prodotti che prevedeva la descrizione sia user che SEO friendly dei farmaci venduti. Oltre a questo, il focus più importante fu la creazione degli attributi con filtri che facilitano la ricerca sul sito all’utente. Un passaggio davvero fondamentale è stato quello che oggi rende possibile la ricerca per ingrediente attraverso il motore di ricerca interno.

Marketing automation: “Data is new oil”

Una piattaforma integrata al CRM permette di conoscere il cliente nel dettaglio, capirne i bisogni ed offrirgli un servizio in base ai suoi interessi. Il lavoro in sinergia di vari canali di marketing permette di intercettare l’utente in vari stadi del funnel, accompagnandolo dall’arrivo sul sito fino all’acquisto e alla post vendita, attraverso l’utilizzo di un programma di fidelizzazione e lead nurturing

Business intelligence

eFarma ha sviluppato una B.I interna che viene utilizzata sia per analisi interne che per la creazione di modelli di comportamento con dati anonimi, informazioni che sono oro per l’industria farmaceutica.

Co-marketing

Le numerose attività di co-marketing aiutano il brand farmaceutico ad acquisire visibilità e traffico. Il Merchant arricchisce l’offerta proposta e spinge il sell-out nella direzione desiderata. 

Collaborative Ads

eFarma è stato il primo portale del settore che ha ricevuto l’autorizzazione per l'implementazione delle collaborative Ads. Grazie a questo formato, i Merchant possono consentire in modo semplice e sicuro ai Brand di pubblicare le campagne di performance marketing per i loro prodotti, aumentando così le vendite sul sito.

Attività multichannel: quali sono i vantaggi in ottica SEO?

Nicola Infantino, CEO presso Evert srl e Master Franchising Manager presso Motoabbigliamento.it

E-commerciamo! I migliori casi studio sugli e-commerce. Immagine 1

Tabù da sfatare: nel settore e-commerce i costi di gestione sono minori, quindi i prezzi di vendita sono inferiori. Quella di fare il prezzo per prodotto più basso sarebbe la strategia più semplice per un e-commerce, ma questo se lo possono permettere solo le realtà che hanno la possibilità di fare un investimento in un progetto a lungo termine oppure chi ha dei processi di gestione automatizzati e sistemi avanzati di misurazione e B.I. 

Puntare sulla Multicanalità

Nel caso di Motoabbigliamento.it il sito web è stato aperto a parte rispetto ai punti vendita, che ad oggi contano già 17 negozi offline. Lo scopo era puntare sul servizio clienti che nel 2008 era il vantaggio competitivo rispetto alla concorrenza. Grazie alla giusta strategia online e alla visibilità ottenuta con il sito, i punti vendita hanno beneficiato di maggior interesse da parte del target di riferimento.

I vantaggi del binomio punti vendita + e-commerce sono diversi: questo legame permette prima di tutto di avere una comunicazione unica e ottimizzata, di avere la migliore offerta per cliente, di regolare il prezzo e rafforzare l’immagine aziendale.

Importante notare che basandosi sui dati di Analytics (che sono stimati ma rappresentano correttamente la tendenza) si vede che l’investimento nelle attività digitali influisce sui risultati del punto vendita e viceversa. 

In quanto al rapporto tra fatturato dei punti vendita ed e-commerce: le due risorse non si cannibalizzano, anzi succede che dopo l’apertura del punto vendita c'è un picco nella vendita dal sito.

Aprire un punto vendita in zona può essere un’ottima strategia SEO: motoabbignamento.it è riuscito ad ottenere per le ricerche in zona Roma un ottimo posizionamento. Ha praticamente conquistato la SERP, apparendo sia nei risultati di GMB che nei primi risultati della ricerca organica.

Caso studio: Birre da manicomio

Massimo Fattoretto, CEO Fattoretto Srl

E-commerciamo! I migliori casi studio sugli e-commerce. Immagine 2

Lo studio dei competitor sia locali che esteri è la prima attività che deve essere svolta alla creazione del sito e-commerce. Perché è importante orientarsi sui competitor italiani: permettono di avere un quadro delle keyword da posizionare; da quelli esteri, invece, è possibile prendere spunto su idee innovative che si possono mettere in pratica nella strategia.

Un suggerimento: per una migliore keyword research si può andare oltre ai motori di ricerca e prendere spunto anche dalle ricerche che stanno effettuando gli utenti su Amazon o Ebay.

L’ottimizzazione dell’architettura in fase di redesign di un ecommerce è una delle attività di gestione sito più importanti. Tutti i link che partono dalla homepage sono quelli che hanno poi più peso per le pagine interne.

Ottimizzazione delle schede prodotto

Ecco gli step imprescindibili:

  • descrizione dei prodotti uniche e originali

  • immagini di qualità ed emozionali

  • url ottimizzate

  • recensioni

  • rich snippet

  • title H1, H2, H3

  • alt tag immagini

  • prodotti correlati

Altre scelte strategiche

Le attività di digital PR permettono di avere pubblicazioni sui portali più importanti sia per il settore che a livello nazionale. Questo aiuta parecchio nel lavoro di ottimizzazione SEO.

Blog integrato all’ecommerce. Una chicca: il contenuto dell’articolo può essere accompagnato con una scheda dei prodotti del sito relativi alla tematica del post. Questo porta due vantaggi essenziali: il primo è che aiuta nelle vendite; il secondo che aiuta con l’interlinking. 

Abbinamenti. Contenuto informativo che permette all'e-commerce di avere un miglior posizionamento nei motori di ricerca e che ottiene l’attenzione del potenziale cliente in base al suo customer journey. 

Brand Building. Per una strategia online vincente, il brand building va fatto all’inizio del progetto. 

La strategia di un Brand fashion tra Retail, Wholesale e Marketplace

Gionata Galdenzi, Ecommerce manager presso Moschino

E-commerciamo! I migliori casi studio sugli e-commerce. Immagine 3

Per i brand fashion il primo punto di una strategia vincente di marketing online è la definizione dell’orientamento del brand: B2B oppure B2C. Il B2B è chiaramente orientato ad ascoltare i propri clienti, che di solito sono i multibrand, quindi altri negozianti, con un filtro abbastanza importante per quanto riguarda il consumatore finale. Invece B2C sono orientati molto allo sviluppo della strategia online, la presenza sui social e lo sviluppo della catena retail.

La strategia deve essere sempre più Cliente-centrica in ogni dettaglio e in ogni processo, dalla produzione all’esperienza d’acquisto, fino al rapporto con il cliente.

A cosa bisogna mirare: 

  • strategia customer-oriented

  • allineamento trasversale tra i vari dipartimenti

  • strategia B2B e B2C complementari e condivise 

  • digitale che possa testare dei nuovi mercati per la distribuzione dei canali fisici

  • consumatore portato ad un’esperienza sempre più cross/channel e cross market/industry

A causa del COVID-19, in questo momento tutti i contenuti dei brand, soprattutto quelli su Facebook, devono raccontare qualcosa ed essere veramente interessanti per gli utenti. Se la situazione viene gestita bene, si potrà recuperare terreno una volta finito questo periodo anomalo.

Per approfondire leggi il post: Coronavirus: vincitori e perdenti del mercato

Vendere cosmetici on-line: opportunità e difficoltà dei piccoli retailer

Iolanda Baccarini, On-line retailer presso Cremedivenere.it

E-commerciamo! I migliori casi studio sugli e-commerce. Immagine 4

Bisogna considerare che il settore della vendita dei cosmetici online è in costante crescita però non a livello nazionale. La previsione della crescita maggiore è individuata proprio sul digitale. L'online racchiude tutta una serie di strategie che vanno sincronizzate tra loro. 

Nello sviluppo della strategia di Creme di Venere la creazione del blog e l’aggiunta del prodotto civetta sono stati dei momenti importanti per la promozione e l’aumento della visibilità del sito. Anche il database INCI è stato strategico perché ha permesso di dare più dettagli sugli ingredienti del prodotto. Lo step vincente successivo è stato quello di creare la linea brandizzata. Il portale è stato poi arricchito con la sezione webinar e il forum, che hanno aiutano il brand a fidelizzare i clienti. 

Hai seguito in diretta E-commerciamo? Quali consigli per l'e-commerce ti sei portato a casa?

Speriamo che l'evento ti abbia ispirato per migliorare il tuo negozio online o per dare finalmente il grande passo: aprire il tuo primo e-commerce.

Metti in pratica i consigli dei nostri esperti e poi facci sapere come è andata.

Buon e-commerce a tutti!

Verifica la salute del tuo e-commerce

Con Site Audit di SEMrush.

Please specify a valid domain, e.g., www.example.com

Elizaveta Beresneva
Nuovo arrivato

Si è appena iscritto o è troppo timido per dire qualcosa.

Sono Influence Marketing Manager presso SEMrush. Sono appassionata di comunicazione, sia online che offline! Sono sempre aperta alle nuove opportunità e alla possibilità di creare belle collaborazioni.
Invia feedback
Il tuo feedback deve contenere almeno 3 parole (10 caratteri).

Utilizzeremo questa e-mail solamente per rispondere al tuo feedback. Informativa sulla privacy

Grazie per il tuo feedback!