Invia il post
Torna ai giochi

E-commerce 2019: 50 statistiche che dovresti conoscere

87
Wow-Score
Il Wow-Score mostra il livello di interazione del posto di un blog. Si calcola sulla correlazione tra il tempo di lettura attivo degli utenti, la loro velocità di scrolling e la lunghezza dell'articolo.
Ulteriori informazioni

E-commerce 2019: 50 statistiche che dovresti conoscere

Valentina Pacitti
E-commerce 2019: 50 statistiche che dovresti conoscere

I dati ci dicono che il commercio elettronico anche in Italia è in crescita, anzi, secondo gli esperti nei prossimi anni assisteremo a una maggior penetrazione di questa modalità di acquisto nella vita dei consumatori.

Aprire un'attività online è il sogno di molti ma avviare e sviluppare un e-commerce richiede analisi approfondite e strategie mirate. Comprendere le tendenze del settore, identificare le esigenze dei consumatori, analizzare il mercato e la concorrenza sono alcune delle attività di cui occuparsi prima di lanciare il proprio negozio online.

In questo articolo abbiamo raccolto un elenco delle più interessanti statistiche sul mondo dell'e-commerce, 50 fatti che se stai pensando di aprire un e-commerce nel 2019 dovresti tenere in considerazione.

E-commerce in Italia e nel mondo

  1. Nel 2017, l'e-commerce ha registrato ben 2.300 miliardi di dollari di vendite e gli esperti prevedono di raggiungere i 4.500 miliardi nel 2021 (Shopify). 

    Previsioni di crescita del settore e-commerce fino al 2021Fonte: Shopify

  2. Una media di 488 dollari viene spesa annualmente per gli acquisti online (Hosting Facts).

  3. La ricerca organica è la principale fonte di traffico per le piattaforme e-commerce (40%), seguita dal traffico dei referral (9%) e dal traffico a pagamento (6%) (SEMrush).

  4. I 5 principali Paesi in riferimento alla quota di traffico organico registrato dai siti di e-commerce sono: Stati Uniti (43%), Regno Unito (7%), Germania (6%), Francia (4,5%) %) e India (4%) (SEMrush). 

    Quota di traffico organico per PaeseFonte: SEMrush

  5. Il 50% degli e-commerce investe circa 1.000 dollari al mese in campagne pubblicitarie a pagamento  (SEMrush).

  6. Le 3 frasi più usate per gli annunci a pagamento in Italia sono "Sito ufficiale", "Scopri" e "Acquista online" (SEMrush).

  7. Il 33% degli acquirenti online in Europa ordina prodotti all'estero. In cima all'elenco: Lussemburgo, Russia e Svizzera (oltre il 60%) (Ecommercenews).

  8. I prodotti ordinati online in Europa: in vetta alla classifica i telefoni cellulari (30,1%); in ultima posizione i cibi e le bevande preconfezionati (1,6%) (Eshopworld).

  9. La maggior parte dei reclami relativi all'esperienza di acquisto in Europa si riferisce ai tempi di consegna, ai difetti tecnici e agli articoli danneggiati (Ecommercenews).

  10. Il 95% degli americani acquista online almeno una volta all'anno (Hosting Facts).

  11. Gli acquirenti statunitensi hanno speso 6,22 miliardi di dollari online il giorno del Black Friday 2018, il 24% in più rispetto al 2017 (Adobe).

  12. La crescita dell'e-commerce cinese supererà quella degli Stati Uniti con 2.000 miliardi di dollari nel 2019  (Smart Insights). 

    Previsioni di crescita del commercio elettronico in Cina nel 2019Fonte: Smart Insights

  13. Entro il 2019, più di 1.000 miliardi di dollari (o il 75%) delle vendite di e-commerce in Cina saranno effettuati tramite dispositivi mobili (Hosting Facts).

  14. In Italia l'e-commerce B2C ha generato nel 2017 un fatturato di 35,1 miliardi di euro, che si traduce in un aumento dell’11% rispetto al 2016 (Casaleggio Associati).

  15. Il 50% è lo sconto più popolare proposto tra gli e-commerce italiani (SEMrush). 

    Il "50%" è lo sconto che funziona meglio per gli e-commerce

E-commerce mobile

  1. Entro il 2020, le vendite da mobile rappresenteranno il 45% di tutte le attività di e-commerce – rispetto al 20,5% del 2016 (Hosting Facts).

  2. L'80% dei consumatori ha utilizzato un telefono cellulare all'interno di un negozio fisico per leggere le recensioni dei prodotti, confrontare i prezzi o trovare negozi alternativi (OuterBox).

  3. Il 60% dei consumatori ha effettuato un ordine "acquista online" tramite dispositivo mobile per poi ritirare il prodotto direttamente in negozio (Forbes).

  4. I tassi di conversione registrati su smartphone (in media del 1,5%) rappresentano circa un terzo di quelli registrati su desktop (fissati al 4,4%)  (Social Media Today).

  5. Il 40% dei millennial ha utilizzato la ricerca vocale prima di effettuare un acquisto online (Shopify).

    In ambienti altamente competitivi come il mercato moderno, ottenere dati accurati e tempestivi può fare davvero la differenza per tenere sotto controllo i competitor. In questa guida abbiamo raccolto le domande principali dei marketer e abbiamo spiegato come gli strumenti e i report di SEMrush possono fornire tutte le risposte.

    Ottieni il PDF gratuito

Comportamento dei consumatori

  1. L'81% degli utenti fa approfondite ricerche online prima di acquistare un prodotto (Social Media Today).

  2. Il 56% degli acquisti nei negozi fisici è influenzato da un'interazione digitale (Hosting Facts).

  3. Il 71% degli acquirenti pensa di fare un affare migliore online, rispetto a quello che farebbe recandosi in un negozio fisico (Media Lounge).

  4. Il 45% degli utenti di Internet nel mondo, oltre 1,7 miliardi di persone, ha acquistato prodotti o merci online nel 2018 (Hosting Facts).

  5. Le persone trascorrono in media 5 ore a settimana facendo shopping online (Hosting Facts).

  6. Il 55% delle vendite e-commerce viene effettuato in negozi di marca e il 45% nei marketplace (Hosting Facts).

  7. Gli uomini avrebbero speso il 28% in più negli acquisti online rispetto alle donne nell'ultimo anno (Big Commerce).

  8. I genitori spendono più online rispetto a chi non ha figli (40% contro il 34%) e passano il 75% di tempo in più comprando sul Web ogni settimana: 7 ore contro le 4 ore di chi non ha prole (Big Commerce).

  9. I prodotti più acquistati online: abbigliamento, scarpe e accessori (47%), computer ed elettronica (32%), libri, film, musica (28%), prodotti di bellezza e salute (24%) (Big Commerce).

  10.  2 clienti su 5 non hanno alcun problema a interagire con i chatbot (Forbes).

  11. Il 48% dei consumatori afferma di preferire un chatbot che risolva il problema piuttosto che un chatbot dotato di personalità (Business Insider).

  12. Il 75% dei commenti sui portali di e-commerce danno tutte e 5 le stelle nelle loro note (Social Media Today).

  13. L'89% degli acquirenti ha interrotto l'acquisto online a causa di un servizio clienti scadente (Social Media Today).

  14. Il 66% degli acquirenti ha deciso di non acquistare un articolo a causa di costi di consegna non convenienti (Hosting Facts).

  15. Il desiderio di accessibilità istantanea e h24 sarà la norma entro il 2026, sviluppata per i consumatori delle generazioni Z e Y (Criteo).

E-commerce e UX

  1. Il 78% degli acquirenti online desidera più immagini sulle pagine degli e-commerce, mentre il 30% desidera più video (Big Commerce).

  2. Il 70% degli acquirenti online preferisce ingrandire le immagini prima di ordinare (E Fundamentals).

  3. Il 38% delle persone lascia un sito se non ne apprezza il layout (Social Media Today).

  4. Entro il 2021 si prevede che i marchi che riprogetteranno i loro siti web per adattarsi alla ricerca visiva e vocale aumenteranno le loro entrate del 30% (Gartner).

E-commerce e social network

  1. Il 30% degli acquirenti online afferma che vorrebbe ordinare da un social network come Facebook, Pinterest, Instagram, Twitter o Snapchat (Big Commerce).

  2. Sono gli utenti di Instagram quelli che trascorrono la maggior parte del tempo sui siti di e-commerce, con una durata media della sessione di 192 secondi – il doppio rispetto a quelli di Facebook e il triplo rispetto a quelli di Pinterest (Social Media Today).

  3. Il 38% delle persone sfrutta l'interazione con i social media per visitare il sito Web di un rivenditore (E Fundamentals).

  4. Negli ultimi 5 anni, le vendite online a partire dai social media sono aumentate del 93% (Media Lounge).

  5. Il 23% degli acquirenti è influenzato dai commenti sui social media (Big Commerce).

Principali marchi di e-commerce

  1. Per il 45% di tutte le vendite online, gli e-commerce di riferimento sono: Amazon (36%), eBay (8%), altri (1%)  (Big Commerce).

  2. Amazon e Ebay sono i negozi online più popolari su Google.it (Web In Fermento).

  3. Oltre il 90% delle persone che acquistano su Amazon non ordina un articolo con meno di tre stelle  (Forbes).

  4. Amazon sostiene che le vendite di Echo sono aumentate del 700% nel 2017 rispetto al 2016 e che i dispositivi concorrenti si sono moltiplicati (Forbes).

  5. Tutti i siti, anche quelli più grandi, hanno degli errori SEO (SEMrush).

  6. Otto anni fa, nel 2010, Groupon rifiutò l'offerta di 6 miliardi di dollari di Google e l'anno successivo venne lanciata in borsa (Media Lounge).

Che cosa ne pensi di queste statistiche sul mondo dell'E-commerce?

È tutto come ti aspettavi o hai avuto qualche sorpresa? Puoi farci sapere la tua opinione qui nei commenti!

Scopri tutto ciò che ti serve per aumentare il traffico e le vendite online. Scopri come costruire un'efficace strategia di marketing digitale, misurare il tuo successo e valutare i tuoi risultati rispetto alla concorrenza. L'agenzia Hallam e SEMrush hanno collaborato per offrirti una guida completa che ti aiuterà a raggiungere questi obiettivi. SEMrush ha raccolto e analizzato le informazioni di 8.000...

Ottieni il PDF gratuito

Ti piace questo post? Seguici su RSS e leggi tanti altri post interessanti:

RSS
Responsabile del Blog italiano di SEMrush.
Copywriter, appassionata di social media e nuove tecnologie, amo trarre ispirazione dalla realtà per sperimentare nuovi contenuti e nuove forme di comunicazione. Viaggiatrice e cittadina del mondo, ho scelto come casa Madrid.
Condividi il post
o
2000 simboli rimanenti

Invia un feedback

Your feedback must contain at least 3 words (10 characters).

Useremo questa email solo per rispondere al tuo feedback. Informativa sulla privacy

Thank you for your feedback!