it
English Español Deutsch Français Italiano Português (Brasil) Русский 中文 日本語
Invia il post
Torna ai giochi
Amplia le tue conoscenze:
Brand identity

Come rendere unico un Brand nella sua nicchia

41
Wow-Score
Il Wow-Score mostra il livello di interazione del posto di un blog. Si calcola sulla correlazione tra il tempo di lettura attivo degli utenti, la loro velocità di scrolling e la lunghezza dell'articolo.

Come rendere unico un Brand nella sua nicchia

Vincenzo Abate
Come rendere unico un Brand nella sua nicchia

Come risaltare in una nicchia? Consigli per il sito, il blog e la strategia di marketing

Gran parte dei Brand sono presenti su internet. All'inizio del 2018 anche i professionisti più chiusi e contrari alla globalizzazione della comunicazione si stanno convincendo che l'approdo sul web è fondamentale per far sopravvivere il proprio business. Qual è stato il risultato di questa presa di coscienza generale? Ormai siamo tutti su internet, cosa che crea un livello di concorrenza gigantesco, almeno per quel che riguarda un mero fattore numerico.

Come sopravvivere in questo calderone? Non c'è che un'unica soluzione: dare al proprio Brand un tocco originale.

Brand Identity: definire i valori di un'azienda 

Con l'espressione Brand Identity si intende tutta quella serie di fattori che concorrono a creare l'identità stessa di un'azienda. Il logo, la marca, il nome, i prodotti, ecc… Tutto ciò che fa parte di un Brand (e che lo identifica) rientra nella categoria.

È chiaro quindi che si tratta di una serie di elementi che strutturano un Brand e che ne determinano la filosofia di fondo. La Brand Identity serve proprio a questo, a far identificare un'azienda e renderla riconoscibile agli occhi degli utenti, mettendone bene in evidenza quelli che sono gli obiettivi e i valori

Sono tanti gli elementi da tenere in considerazione per fare in modo che gli utenti possano identificare facilmente tali valori. L'aspetto grafico di un sito, i simboli utilizzati, il logo aziendale, il pay off, il modo in cui vengono pubblicizzati i prodotti... tutto ciò concorre a sviluppare l'identità dell'azienda.

Rendi unico il tuo Brand: consigli per il sito web

Come appena detto, sono tanti gli elementi che contribuiscono a definire l'identità di un'azienda. Ora voglio darti alcuni consigli utili per definire al meglio l'identità del tuo brand.

Per non lasciare nulla al caso, ho deciso di individuare delle aree ben precise su cui agire. Partiamo da alcuni consigli per il sito web, che possiamo definire come la "casa" di un Brand. 

#1. Logo

Qual è l'elemento che più di ogni altro rappresenta una società o un progetto? Senza dubbio il logo. Una sorta di biglietto da visita digitale, l'immagine che identificherà il tuo business, i tuoi valori, i tuoi obiettivi. A tal proposito, il lavoro deve essere impeccabile. L'obiettivo è quello di creare un simbolo che sia facilmente riconoscibile e che, soprattutto, sia in grado di comunicare la natura stessa dell'azienda.

Per approfondire questo concetto, leggi l'articolo su come creare un logo aziendale

#2. Colori

La scelta dei colori da utilizzare sul sito web è fondamentale. Non si tratta solo di una mera scelta estetica, ma di uno studio approfondito da sviluppare in merito alla percezione che si vuole dare agli utenti. Ogni colore ha un proprio "aspetto psicologico", è perciò necessario prendere questa decisione dopo aver valutato con attenzione che tipo di messaggio si vuole dare al proprio lavoro online. 

Un buon modo per rendere unico il proprio Brand è utilizzare sfumature diverse rispetto a quelle utilizzate dai diretti competitor. Uscire dagli schemi, fornire un tocco nuovo e originale, facendo però attenzione a non scegliere dei colori che non si abbinano bene o che non sono adatti al target a cui ci vogliamo rivolgere. 

Per approfondire l'argomento puoi leggere l'articolo su come scegliere i colori giusti per il tuo sito.

#3. Visual Identity

Seguendo il concetto dei colori, occorre sottolineare come l'intero comparto Visual sia fondamentale per costruire la propria identità online. Si tratta di decidere come debbano apparire tutti gli elementi presenti nel sito web, non solo quel che riguarda i colori ma anche il font utilizzato, le grafiche, la struttura ecc.

Creare una Visual Identity efficace è un obiettivo che si può raggiungere attraverso un'attenta valutazione dei messaggi che si vogliono tramettere. Mantenere uno stile ben preciso e progettare un percorso concettuale coerente nei vari elementi. 

#4. Performance

Struttura, aspetto, semplicità di navigazione... ma occhio alle performance! Se il tuo sito web funziona male, nel senso che i tempi di caricamento sono troppo lunghi e non si riesce ad assicurare la massima protezione nei confronti dei malintenzionati, allora il tuo business avrà vita breve.

In tal senso è fondamentale far ospitare il tuo sito in uno spazio ottimizzato e ricco di risorse.

Leggi i consigli su come scegliere un hosting

#5. Homepage

L'homepage di un sito web è la pagina che, molto probabilmente, attirerà percentuali più alte di traffico. Occorre quindi fare in modo che questa vetrina sia in grado non solo di accendere l'interesse degli utenti ma anche di invogliare delle azioni.

L'obiettivo è quello di far navigare gli utenti nelle pagine prodotto, così da aumentare le possibilità di conversione. Devi puntare al giusto connubio tra funzionalità e aspetto, fare in modo che gli utenti possano muoversi con semplicità sul sito. 

Leggi i miei consigli per creare una homepage efficace

Rendi unico il tuo Brand: consigli per il blog

Un'azienda che vuole comunicare con il proprio target deve creare contenuti di qualità in grado di coinvolgere le persone, avere una reputazione stabile, fornire soluzioni in merito al funzionamento dei propri prodotti. Ecco perché è necessario creare un blog, una realtà a sé stante rispetto al sito web ma elemento altrettanto importante per l'affermazione del Brand sul mercato.

Di seguito alcuni consigli per rendere il tuo blog originale e, soprattutto, efficace. 

#1. Template

Come per il sito web, anche il blog deve essere strutturato in maniera opportuna. Dai uno sguardo a quello che fanno i competitor e cerca di prendere spunto per... essere diverso! Il mio consiglio è quello di cercare un template che dia al tuo blog un aspetto del tutto originale, innovativo, dinamico, completamente diverso rispetto a quanto fanno i tuoi colleghi.

Ovviamente dovrai stare attento a non esagerare con soluzioni troppo particolari. L'obiettivo è sempre quello di rendere semplice la navigazione degli utenti, ma sorprenderli è una buona cosa per dare al tuo Brand un tocco personale. 

#2. Contenuti originali

Quando si parla di blog si possono fare una marea di congetture su vari elementi, ma in fin dei conti ciò che conta maggiormente sono i contenuti che scrivi. Un Brand che vuole essere unico all'interno della propria nicchia di mercato deve puntare sulla produzione di contenuti di qualità, presentati magari con una veste diversa dal solito. 

Creare contenuti originali significa dare alla propria produzione uno stile e un linguaggio che risultino coinvolgenti e riconoscibili, cercando però di mantenere una certa chiarezza nell'esposizione. 

#3. Rubriche

Ciò che differenzia il blog da un sito web riguarda il tipo di comunicazione che viene messa in atto. Se un sito è una forma di comunicazione univoca (in uscita verso il visitatore), con un blog si crea un rapporto di interazione che spinge l'utente a essere coinvolto con i contenuti.

Il blog è uno strumento che permette di creare un rapporto diretto con le persone. Per stimolare tale attività è ottimo creare qualcosa che richieda espressamente la collaborazione degli altri, come per esempio una o più rubriche dedicate agli utenti, che potranno così partecipare alle pubblicazioni e alla scelta degli argomenti da trattare. 

#4. Banner 

Oltre che creare un rapporto diretto con gli utenti e migliorare la reputazione del Brand, il blog è utile anche per aumentare gli accessi ai prodotti. Una buona idea, in tal senso, è quello di inserire dei banner creati appositamente nei vari articoli, creando così un collegamento diretto (e coerente) tra il singolo contenuto e il prodotto a cui rimandi con il banner.

Attenzione però a non esagerare. Se riempi il blog di banner Google ti vedrà come una fonte poco interessata a informare gli utenti ma dedito solo alla vendita. Il risultato di questo atteggiamento poco professionale sarà un crollo nelle SERP del motore di ricerca. 

#5. Articoli correlati

L'obiettivo di ogni copywriter che si rispetti non è solo far leggere un contenuto ma tenere il più a lungo possibile l'utente all'interno del blog. Le persone devono essere invogliate a proseguire la lettura, ad approfondire sempre di più un determinato argomento.

Se un utente esce dal blog, deve essere solo per atterrare nel sito web (magari per concludere l'acquisto di un prodotto). Ecco perché è necessario inserire, alla fine di ogni contenuto, una lista di articoli correlati che diano all'utente la voglia di continuare la lettura. 

Rendere unico un Brand: consigli per le campagne di Web Marketing

Con il sito e il blog hai creato la tua voce sul web, costruendo degli spazi funzionali ai tuoi obiettivi e in grado di coinvolgere gli utenti. Adesso è arrivato il momento di trovare e raggiungere il target di riferimento, così da comunicare con quelle persone che stanno cercando proprio ciò che tu hai da offrire.

Esiste un solo modo per raggiungere il target: creare campagne pubblicitarie targetizzate. Con una strategia di Web Marketing ben strutturata riuscirai a far arrivare i tuoi contenuti all'attenzione degli utenti che potenzialmente possono diventare tuoi clienti.

Come distinguersi rispetto agli altri Brand? Comincia dai cinque consigli che seguono...

#1. Annunci AdWords originali

Tra i tanti strumenti a disposizione dei marketer per creare campagne di advertising, senza dubbio Google AdWords rappresenta il leader della categoria. Gran parte degli utenti utilizza il motore di ricerca per trovare qualcosa, perciò occorre apparire nei risultati per aumentare il livello di traffico in entrata. Al di là dell'attività SEO, creare annunci originali e di forte impatto rappresenta l'attività più affidabile per diventare la risposta alle domande degli utenti.

Che si tratti di annunci testuali (rete di ricerca) o di annunci visuali (rete display) il tuo obiettivo è quello di dar vita a inserzioni originali e coerenti con l'offerta che proponi e il pubblico a cui ti rivolgi. Lo strumento premierà i tuoi sforzi in base a una serie di parametri, tra cui l'offerta per il CPC e la pertinenza degli annunci.

Il modo migliore per attirare sempre più persone a cliccare sui tuoi annunci è quello di fare un lavoro che li renda originali, creativi, di forte impatto.

Per approfondire, leggi l'articolo su come personalizzare gli annunci AdWords

#2. Video

I contenuti video, com'era facile immaginare, hanno preso il sopravvento rispetto ai classici contenuti testuali. Google punta infatti sempre di più a fornire questa tipologia di contenuti ai propri utenti, canalizzando così l'attenzione sui canali YouTube e sulle dirette fatte sui canali social.

Ecco perché non puoi più permetterti di escludere questa possibilità dal tuo lavoro. Attenzione però: creare contenuti video di qualità necessita di un lavoro non semplice che deve essere fatto al meglio delle possibilità. Metti in moto la tua creatività, veicola i tuoi messaggi con video coinvolgenti e, se il tuo Brand te lo consente, anche divertenti. Quale maniera migliore per dare un tocco personale e rendere unico un Brand!

Per approfondire, leggi l'articolo su come creare un video virale su YouTube.

#3. Newsletter

Inviare mail commerciali a tutto spiano, ecco il modo migliore per scavarsi la fossa e mettere in crisi il proprio business. Gli utenti sono ormai stanchi di ricevere messaggi che annunciano "offerte irrinunciabili, sconti eccezionali, occasioni irripetibili" e chi più ne ha più ne metta.

Questo significa che bisogna accantonare l'idea di utilizzare la newsletter? No, tutt'altro. Dico solo che bisogna farlo con criterio, per non risultare fastidiosi.

Il mio consiglio è quello di utilizzare questo formidabile strumento non solo per promuovere le tue offerte ma anche per dialogare con i tuoi clienti. Crea un sondaggio, chiedi la loro opinione, invia loro un contenuto da leggere. Falli sentire partecipi della tua realtà: è questa la maniera migliore per fidelizzare i clienti e conquistare ancora di più la loro stima. 

Puoi approfondire l'argomento leggendo quali sono gli errori che compromettono una strategia di Email-marketing con un approccio Inbound.

#4. Utilizza i Social in modo leggero

Condivisione di articoli, pubblicazione di nuove proposte commerciali, comunicazioni di servizio... basta! Ormai esistono migliaia di pagine social (soprattutto su Facebook) che pubblicano sempre le stesse tipologie di contenuti. Cerca di essere un'eccezione, utilizzando questi canali in maniera diversa, più personale, meno istituzionale. Condividi i tuoi contenuti ma fallo con un po' di spirito, utilizzando un linguaggio anche leggero e divertente.

Fai in modo di creare un rapporto reale e concreto con gli utenti, così che essi possano percepire la presenza umana che si cela dietro l'immagine del Brand. 

#5. Crea collaborazioni con i top del settore

Il modo migliore per diventare leader di un settore è conoscere a menadito il settore stesso, sapere quali sono i punti di forza e quali sono gli errori da evitare. È importante anche avere le idee chiare su chi siano gli specialisti top, quelli più apprezzati all'interno della tua branca professionale. 

Visto che il web non è un mondo chiuso ma, al contrario, esso rappresenta un universo aperto che spinge alla collaborazione, una grande idea per personalizzare il tuo Brand è quella di collaborare con professionisti di spicco. 

Aumenta così la visibilità del tuo lavoro e fai in modo che il Brand acquisisca importanza e visibilità ospitando (in particolar modo sul blog) i grandi nomi del settore. 

Dai un'occhiata al post Cos‘è il guest blogging e quali sono i suoi vantaggi.

Come diventare un Brand di riferimento

Consigli per il sito, per il blog e per la tua strategia di marketing: spero di averti fornito delle indicazioni utili per migliorare il tuo lavoro online e rendere unico il tuo Brand. Tutta l'attività che svolgi giorno per giorno serve per un unico obiettivo, diventare un punto di riferimento del settore.

Gli utenti non scelgono l'azienda che ha le migliori offerte, ma puntano senza indecisioni su coloro di cui si fidano. Per conquistare la fiducia delle persone devi innanzitutto guadagnarti la loro stima, mostrando con i fatti che non sei solo l'ennesima pallida imitazione di qualcun altro. 

Raggiungere questo risultato è possibile solo se sarai sincero con il tuo lavoro e se riuscirai, come detto più volte, a dare al tuo Brand un aspetto unico. Il tuo progetto digitale deve avere un'identità forte, dare un'impressione precisa, mettere sul piatto i valori e la filosofia di fondo dell'intero lavoro. 

Sincerità, trasparenza, affidabilità e un modo personale di comunicare, insieme alla capacità di coinvolgere gli utenti e farli sentire partecipi. Questi sono i punti fermi per diventare la migliore opzione all'interno di un settore. 

Che cosa ne pensi? Quali sono secondo te i Brand che sono riusciti a fare la differenza nel proprio settore? Grazie a che cosa?

Aspetto i tuoi commenti!

Vincenzo Abate
Superstar

Sa tutto... o quasi.

Vincenzo è un blogger freelance, copywriter e social media strategist. Gestisce il blog del Provider KeliwebSRL, azienda che si occupa della vendita di servizi hosting.
Amplia le tue conoscenze:
Brand identity
Condividi il post
o

Commenti

2000
Emanuel Paglicci
Guru

Un grande saggio del marketing digitale.

Il brand a mio parere è una delle cose più importanti, complesse e trascurate, ahimé, da parte degli imprenditori. Tutti sono convinti che basta avere un buon prodotto o servizio per avere dei risultati concreti quando invece la cosa fondamentale è avere un brand forte e posizionato nella mente delle persone. Tutto il resto viene DOPO!
Vincenzo Abate
Superstar

Sa tutto... o quasi.

Emanuel Paglicci
Sono d'accordo, ma oltre a questo penso che il peggior vizio degli imprenditori sia quello di puntare a una comunicazione asettica. Il più delle volte si cerca di dare una sbirciatina ai competitor e da lì prendere spunto. Ecco, io sono completamente contrario a questo tipo di impostazione. L'originalità della comunicazione può fare la differenza.
Emanuel Paglicci
Guru

Un grande saggio del marketing digitale.

Vincenzo Abate
nella mia esperienza ho visto molto stesso imprenditori che proprio non consideravano i concorrenti perché non venivano ritenuti una minaccia per il business...ci sono degli imprenditori che non sanno nemmeno chi è il cliente ideale :)

Per il fatto di copiare la concorrenza invece sono perfettamente d'accordo. È fondamentale però essere sempre aggiornato su cosa fanno e come si muovono, che offerte fanno, che pricing hanno etc...
Vincenzo Abate
Superstar

Sa tutto... o quasi.

Emanuel Paglicci
Non ci sono dubbi ma un conto è valutare quelli che fanno gli altri, un altro è scopiazzare (intendo proprio nello stile e nel linguaggio utilizzato) quello che fa la concorrenza. Se dai un'occhiata ai siti di diverse aziende (in vari settori) farai fatica a distinguere una dall'altra.
Emanuel Paglicci
Guru

Un grande saggio del marketing digitale.

Vincenzo Abate
ed è lì dove capisci che non c'è nessun tipo di strategia dietro e si vive un po' alla giornata...C'è tanto da fare :)
Igor Pizzinato
Entusiasta

Ogni tanto prende parte alle conversazioni.

Concordo pienamente con quanto scritto da te, Vincenzo! Ho assistito anch'io al popolamento delle proposte sul web nel mio settore di riferimento, che è una nicchia di impiantistica civile per il benessere domestico. Shopping, Amazon, marketplace di riferimento.. le nicchie online si stanno globalizzando. Serve distinguersi, quello che proponi lo sottoscrivo. Non è più sufficiente solo "esserci", serve avere una visione chiara, creare una strategia e ammodernare tutto l'ecosistema delle comunicazioni con una identità precisa e che sappia distinguersi. E ovviamente, intessere collaborazioni con professionisti di settore e complementari.
Vincenzo Abate
Superstar

Sa tutto... o quasi.

Igor Pizzinato
Ciao Igor, sono sempre più convinto che il distinguersi possa fare la differenza. Combatto ogni giorno contro i "puristi" della comunicazione che sono restii a ogni tipo di cambiamento, inorriditi da una possibile caduta di stile dovuta a un tocco più personale. Invece io penso che restare fermi alle "solite regole" porti all'annullamento. Basta dare un'occhiata a molte aziende, salta subito all'occhio l'appiattimento della comunicazione. Non si distingue più l'uno dall'altro. Come copywriter trovo questa cosa insopportabile.
Igor Pizzinato
Entusiasta

Ogni tanto prende parte alle conversazioni.

Vincenzo Abate
Bello quello che dici sul tocco personale. È la direzione che sto prendendo anch’io. Serve accettare che il mondo è in continuo cambiamento, le cose evolvono e restare fossilizzati non fa bene a nessuno. Condivido il tuo punto di vista. Personalmente la difficoltà è gestire le forze e le energie che questo cambiamento richiede, sia nella formazione personale che dei collaboratori dal punto di vista strategico e delle competenze. E trovare bravi professionisti consulenti. Avanti tutta!!
Vincenzo Abate
Superstar

Sa tutto... o quasi.

Igor Pizzinato
Il nostro lavoro è cercare di attirare l'attenzione degli utenti, ma come possiamo farlo se ci esprimiamo tutti alla stessa maniera? Molti pensano che la comunicazione debba passare per alcuni punti insindacabili, io però non sono d'accordo. Vorrei portare degli elementi di rottura per riscrivere le forme della comunicazione, aziendale e non.

Invia un feedback

Your feedback must contain at least 3 words (10 characters).

Useremo questa email solo per rispondere al tuo feedback. Informativa sulla privacy

Thank you for your feedback!