it
English Español Deutsch Français Italiano Português (Brasil) Русский 中文 日本語
Invia il post
Vai al Blog
Nikolai Boroda

Come ottenere le SERP Feature con SEMrush

75
Wow-Score
Il Wow-Score mostra il livello di interazione del posto di un blog. Si calcola sulla correlazione tra il tempo di lettura attivo degli utenti, la loro velocità di scrolling e la lunghezza dell'articolo.
Questo post è in Italiano
Nikolai Boroda
Questo post è in Italiano
Come ottenere le SERP Feature con SEMrush

Le funzionalità delle SERP sono una risorsa straordinaria quando si tratta di fare delle ricerche! Google le ama, gli utenti le adorano e anche tu dovresti provare un affetto speciale per loro. Ottenendo qualsiasi SERP features guadagnerai visibilità, credibilità o entrambe le cose.

In questo post vedremo come ottenere un bel set di funzionalità con l'aiuto del toolkit SEMrush.

Ma non anticipiamo i tempi: prima di prendere in considerazione le funzionalità delle SERP, devi riuscire a portare il tuo sito web nella prima pagina dei risultati di ricerca di Google. La maggior parte delle pagine che hanno uno snippet in primo piano si trovano infatti nelle prime 10 posizioni nei risultati di ricerca di Google.

Anche se la tua priorità è la SEO classica, non dimenticarti mai delle SERP feature nel corso del tuo processo di ottimizzazione SEO. La maggior parte dei nostri suggerimenti sono rilevanti per ottenere tutti i risultati di ricerca speciali. Ma prima di illustrarti il processo, ti mostreremo come scovare un Featured Snippet, una delle funzionalità delle SERP più ambite.

La procedura che ti suggeriamo di seguire si compone di quattro passaggi:

  • Scopri le SERP feature occupate dai tuoi rivali

  • Individua le keyword che attivano le funzionalità della SERP

  • Traccia le opportunità di afferrare una funzionalità della SERP

  • Ottimizzazione on-page per le SERP feature

Di certo questi passaggi somigliano a quelli del tuo classico flusso di lavoro SEO, ma ci sono alcuni know-how distinti. Quindi iniziamo!

Scopri le SERP feature occupate dai tuoi rivali

Analizzare i tuoi concorrenti è una parte evidente e imprescindibile per qualsiasi strategia di marketing. Supponiamo che tu sappia già chi sono i tuoi rivali. Il passaggio successivo sarà scoprire se i tuoi avversari occupano già le funzionalità che desideri per te. Ecco cosa devi fare:

Vai sulla Ricerca organica di Analisi dominio e digita il nome del sito web con cui vuoi competere.

Scopri le Serp feature dei tuoi competitor

A destra del rapporto Posizioni vedrai il widget delle funzionalità delle SERP, che ti mostrerà tutte le SERP feature attivate dalle parole chiave per le quali il dominio analizzato è classificato nel Paese scelto.

Quali funzionalità delle Serp sono state attivate?

Facendo clic su qualsiasi funzionalità della SERP, filtrerai il rapporto sulle Posizioni di ricerca organica che puoi vedere di seguito. Filtrando per SERP feature otterrai tutte le parole chiave abbinate alle pagine di destinazione del tuo rivale che hanno vinto una funzionalità della SERP.

Ora puoi fare uso di filtri avanzati. Testali scegliendo varie gamme di difficoltà e volume di parole chiave, prova diverse posizioni e numero di parole per ottenere i risultati migliori per te. Filtra le parole chiave contenenti il nome del brand della concorrenza, che per te non sono di alcuna utilità. Tutti questi filtri avanzati ti aiuteranno a restringere la tua lista di obiettivi.

Usa i filtri avanzati per monitorare le keyword che attivano gli snippet in primo piano che vuoi

Tieni sotto controllo le pagine vincenti, ne avrai bisogno nei passaggi successivi. Potrai infatti analizzarle per ottenere idee per la ricerca di parole chiave e l'ottimizzazione dei contenuti. A valle analizzeremo a cosa prestare attenzione.

Puoi scegliere qui delle parole chiave ed esportarle in file CSV o Excel per un ulteriore utilizzo oppure, utilizzando Export Manager, puoi creare il tuo elenco di parole chiave da una varietà di risultati.

Analizza i diversi rivali, usa i vari filtri e poi spunta semplicemente le caselle al lato delle parole che ti piacciono, quindi fai clic sul pulsante “Add to Export Manager”. Cliccando sul segno di spunta al lato del contatore di parole, otterrai un elenco delle parole chiave da diverse fonti. Ora puoi modificarlo ed esportarlo in formato CSV o Excel.

Esporta le parole chiave che attivano Serp feature che ti interessano

Normalmente non c’è motivo di utilizzare Analisi dominio per il tuo sito, poiché il tool è progettato per la ricerca dei concorrenti e l'analisi della tua nicchia. Tuttavia, non è presente alcun filtro per le funzioni SERP in Google Search Console, pertanto è possibile utilizzare il nostro tool per esaminare il proprio sito web e visualizzare i risultati di ricerca speciali ottenuti a livello nazionale ed esplorare la portata generale della strategia messa in atto.

Individua le keyword che attivano le funzionalità della SERP

Come abbiamo già detto, le funzionalità delle SERP sono un'estensione di una strategia SEO tradizionale. E proprio come con l'analisi della concorrenza, la ricerca di parole chiave è un punto centrale. Lo strumento Keyword Magic tool è una grande risorsa e questo articolo può dirti tutto quello che devi sapere per sviluppare una strategia di parole chiave con il nostro strumento.

Mentre crei un elenco di parole chiave con Keyword Magic tool, presta attenzione all’opzione di filtrare le parole che attivano le diverse funzionalità della SERP. Stiamo cercando di ottenere Featured snippet, i quali vengono visualizzati per rispondere a domande specifiche.

Quindi, se vuoi apparire in primo piano, devi aggiornare o creare contenuti che forniscano le risposte migliori. Ma prima devi capire per quali domande vuoi ottenere un Featured snippet.

Fortunatamente Keyword Magic tool ha un’opzione che con un solo clic permette di ordinare (in sette lingue!) le frasi chiave con parole di domanda.

Come ottenere un Featured snippet con Keyword Magic tool

In seguito, potrai scegliere le parole chiave più adatte a te e, cliccando sul pulsante con il segno Più, inviarle al Keyword Analyzer per ulteriori ricerche. Qui potrai aggiornare le metriche per ottenere i dati più recenti e ottimizzare il tuo elenco di parole chiave.

Quando avrai finito di cercare parole chiave, potrai inviare l'elenco da Keyword Analyzer allo strumento Tracking della posizione, facendo clic sul pulsante "Invia ad altri strumenti" e selezionando lo strumento (è necessario impostare preventivamente un progetto). Qui potrai iniziare a monitorare i tuoi posizionamenti, così come quelli dei tuoi concorrenti e tutte le funzionalità delle SERP attivate.

Monitora ranking e funzionalità delle SERP attivate

Traccia le opportunità di afferrare una funzionalità della SERP

Tracking della posizione ti consente di tracciare i posizionamenti del tuo sito web, così come quelli dei siti web della concorrenza. Puoi impostare il monitoraggio multitargeting e monitorare simultaneamente le posizioni per location e dispositivi diversi. Questo è molto importante dal momento che le SERP possono variare in base all'area scelta e al targeting per utenti desktop o mobili.

Dopo aver impostato il tool Tracking della posizione, puoi inserire parole chiave e concorrenti, utilizzare i filtri per includere o escludere determinate parole e stabilire l'intervallo di volume, posizioni e CPC. Ma, ancora più importante: puoi filtrare la Panoramica delle classifiche per SERP feature.

Puoi così trovare le parole chiave che attivano le funzionalità delle SERP e le parole chiave che non lo fanno. Puoi farlo selezionando una funzione dal menu a discesa e passando da "Funzionalità in SERP" e "Funzionalità non in SERP".

Puoi anche controllare se un certo dominio si classifica per una funzione o meno. Imposta il dominio di destinazione come il primo nel menu principale, quindi seleziona un'opzione nel filtro SERP feature per vedere se "si classifica" o "non si classifica". In questo modo puoi tracciare facilmente il tuo dominio per una funzione della SERP e trovare i risultati dove hai una buona posizione in SERP ma ancora non possiedi una funzionalità. Dovresti mettere queste pagine in coda per l'ottimizzazione.

Controlla le keyword che attivano funzionalità delle Serp

Al momento stiamo inseguendo i Featured snippet e per la nostra missione impiegheremo un'altra grande risorsa di Tracking della posizione - la Soluzione di Featured snippet. Questo tool analizzerà la tua campagna di tracciamento e ti darà le parole chiave più adatte per ottenere su un piatto d’argento i Featured snippet che ti interessano. Inoltre, terrà traccia degli Snippet in primo piano che hai già vinto e ti fornirà preziose informazioni sulla volatilità degli Snippet in evidenza nelle SERP.

Quando apri i Featured snippet nel menu Tracking della posizione, ti si presentano due widget e un elenco di parole chiave con sette schede. Il widget a sinistra mostra la tua visibilità attuale, il traffico stimato e il potenziale risultato che otterrai dopo aver raggiunto il Featured snippet. Il widget a destra ti mostra i dati storici sulle parole chiave della tua campagna che hanno attivato i Featured snippet e quanti appartengono al tuo dominio.

Per impostazione predefinita, la soluzione per il Featured snippet riporta in cima all'elenco le parole chiave per le quali si supera l'URL nello snippet in primo piano. Se vedi un numero positivo nella colonna "Differenza" significa che Google classifica la tua pagina più in alto di quella nello Snippet in primo piano. Con qualche ritocco, dovresti essere in grado di ottenere facilmente la funzionalità per il tuo dominio.

Featured snippet: un report completo

Questo rapporto ti consente di impostare un intervallo di date specifico per un'analisi più approfondita. Puoi scegliere di controllare non solo il dominio principale ma qualsiasi sottodominio, cartella o URL. Insieme ai filtri per le parole chiave e i loro volumi, puoi ordinare i risultati in cui il dominio analizzato si colloca tra i primi 3, i primi 10 e così via. Inoltre, puoi applicare dei tag alle parole chiave, che potrebbero essere davvero utili per tenere traccia dei gruppi di keyword che monitori.

Ora diamo un'occhiata alle sezioni del report:

  • Opportunità. Questa scheda è auto-esplicativa poiché mostra le parole chiave che attivano uno snippet in primo piano e per le quali il dominio scelto non è presente.

  • Già presente. Anche questo è piuttosto ovvio: qui puoi vedere quali parole chiave hanno conquistato il dominio di destinazione come Featured Snippet.

  • Nuovo. Mostra dove il dominio ha ottenuto un Featured Snippet.

  • Perso. Qui puoi vedere le parole chiave per le quali il dominio ha vinto uno snippet in primo piano una volta, ma poi l’ha perso.

  • Nuovo in SERP. Questa è una sezione chiara che mostra le parole chiave che prima non attivavano un Featured Snippet, ma ora lo fanno. Consulta questo elenco per trovare un’opportunità prima dei tuoi concorrenti. Una parola chiave con un'etichetta "Tu" indica che per essa il tuo dominio è già presente in un Featured snippet.

  • Perso in SERP. Qui puoi vedere tutte le parole chiave che hanno avuto uno snippet in primo piano sulle loro SERP, ma al momento non ce l’hanno. Tieni d'occhio questa scheda, in particolare sulle parole chiave con il tag "Tu". Queste sono le parole chiave per cui il dominio di destinazione ha ottenuto un Featured snippet.

  • URL modificato. Questa scheda mostra le occasioni in cui il dominio di destinazione si trovava in un Featured snippet per una determinata parola chiave, e lo è ancora, ma con una pagina diversa.

Le schede Nuovo / Perso e Nuovo in SERP / Perso in SERP dipendono dall'intervallo di date scelto: si confrontano il primo e l'ultimo giorno. Lo stesso vale per le parole chiave "Nuove" e "Perse" in altre schede. Se la parola è etichettata come "Nuovo" nella scheda "Già in primo piano", significa che il dominio scelto non occupava il Featured Snippet il primo giorno dell'intervallo di date selezionato, ma è presente l'ultimo giorno.

Nella scheda "Opportunità" l'etichetta della parola chiave "Nuovo" indica che la parola non ha attivato il Featured Snippet il primo giorno, ma lo ha fatto alla fine del periodo. L'etichetta "Perso" indica che il dominio ha perso lo snippet in primo piano entro l'ultimo giorno dell'intervallo di date.

Ottimizzazione on-page per le SERP feature

Con i passaggi precedenti hai imparato a conoscere i tuoi concorrenti, hai capito tutte le parole chiave che permettono di ottenere funzionalità delle SERP e hai capito quali delle tue pagine hanno quello che serve per entrare in uno snippet. Ma non è questa la parte difficile, soprattutto quando hai uno strumento che fa tutto il lavoro più pesante.

È tempo quindi di rimboccarsi le maniche e iniziare a lavorare sulle tue pagine!

Il processo di ottimizzazione consiste in analisi e correzioni. Durante la stesura di questo articolo sono stato testimone della conquista di un Featured snippet da parte di una pagina per la keyword "Walt Disney logo", snippet che in precedenza era occupato da un’altra pagina.

Ottenere uno snippet in primo piano: ottimizzare i fattori on-page

Sebbene sia quasi un mistero ciò che Google considera un contenuto di qualità, possiamo usare l'esempio qui sopra per cercare di capirlo.

La pagina che in questo momento ha il Featured snippet per la parola chiave considerata è ben ottimizzata dal punto di vista della SEO on-page. Ha un URL più breve e più facile da leggere. Inoltre, è una pagina precedente e Google tende a preferire i risultati con più “anzianità”: quasi il 60% dei primi 10 risultati sono pagine con tre o più anni. Non fraintendermi, il contenuto fresco è sempre buono, ma sembra che una pagina precedente (soprattutto se aggiornata) di solito superi quella più recente.

Logaster, che ha ottenuto lo snippet in primo piano, è una società di design che crea loghi e il suo blog ha pubblicato articoli sui loghi per anni, cosa che li aiuta davvero. Avere un sacco di contenuti su un determinato argomento stabilisce la tua autorità su quel topic agli occhi di Google. E questo, a sua volta, aumenta le tue possibilità di comparire in primo piano.

La maggior parte dei Featured snippet contiene circa 40-50 parole. Quindi può essere una buona idea quella di spezzare il tuo contenuto in blocchi più piccoli.

Non c'è alcun trucco magico o formula segreta per entrare in un Featured snippet in Serp. Aggiorna i tuoi contenuti più vecchi e creane di nuovi, prova ad aggiungere liste e tabelle. La chiave è continuare a ricercare e sperimentare per fornire le risposte migliori e più complete.

[Per approfondire ulteriormente l'argomento puoi leggere il post Come raggiungere la posizione zero di Google di Dario Ciracì].

Conclusione

Ora che tutto è pronto, è il momento della battaglia finale! Che, quando si tratta di SEO, è attendere con pazienza. Devi aspettare per ottenere risultati. Per quanto? La SEO richiede tempo e ci sono troppe variabili per cercare di prevedere quello che accadrá. Occorrono sperimentazione, raccolta dati, analisi e, a volte, solo un po’ di fortuna. Può accadere tra qualche ora o nel giro di diverse settimane, persino mesi, quindi non arrenderti e persevera!

Ottieni SERP Feature

per il tuo sito web

Please specify a valid domain, e.g., www.example.com

Nikolai Boroda
SEMrush

Dipendente di SEMrush.

SEMrush aficionado. Fascinated by Google’s influence on SEO, PPC, the world.
Invia feedback
Il tuo feedback deve contenere almeno 3 parole (10 caratteri).

Utilizzeremo questa e-mail solamente per rispondere al tuo feedback. Informativa sulla privacy

Grazie per il tuo feedback!