Aprire un Blog: come avere successo in 10 step

Cristina Skarabot

Jan 30, 20176 min read
Aprire un Blog: come avere successo in 10 step

Come creare un Blog di successo e tutti i KPI da monitorare

Sempre più persone oggi decidono di aprire un blog personale e si stanno diffondendo a macchia d’olio anche quelli aziendali. Tutti si accorgono in poche settimane di quanto sia difficoltosa l’attività di blogging, dalla produzione dei contenuti all’ottimizzazione SEO, dalla diffusione sui canali social alla creazione della call to action vincente. Ma non è tutto… questa procedura va infatti ripetuta almeno 2 volte alla settimana per i blog delle PMI.

Se anche tu sei un imprenditore e vuoi creare un blog su un argomento che ti appassiona e di cui sei esperto, correlato al settore di attività della tua azienda, leggi questo post: oltre ad alcuni consigli per la creazione di un blog di successo vedremo assieme cosa monitorare per verificare il raggiungimento degli obiettivi.

Ultima indicazione prima di cominciare: per portare al successo un blog aziendale ci vuole un periodo di tempo che va da 1 a 3 mesi prima di vedere posizionate le proprie keyword sulla prima pagina di Google (questo è il risultato che assicuro ai miei clienti tramite l’attività di web writing). E ora cominciamo!

La mia Strategia per un Blog che funziona 

Visto e considerato il grande sforzo che richiede aprire e far funzionare un blog, la cosa migliore da fare per non sprecare il nostro tempo e le nostre energie è assicurarci che il nostro progetto abbia tutte le possibilità per durare nel tempo e convertirsi in un punto di riferimento per quelli che consideriamo i nostri potenziali lettori. 

Anche se la concorrenza è agguerrita e non è facile emergere, improntando una strategia sui 10 punti che seguono, avremo la certezza di esserci incamminati nella giusta direzione, e se avremo costanza e pazienza e se i contenuti che posteremo saranno di qualità, il successo del nostro blog non tarderà ad arrivare. 

Vediamo insieme quali sono le 10 decisioni strategiche che un blogger deve prendere prima di aprire un blog:

1# Individua la Nicchia

La prima cosa da fare nell’avviare un blog di successo è scegliere l’argomento di cui tratterà. Potrà occuparsi di sport, trading online, alimentazione, moda ma anche di argomenti più tecnici, come materiali elettrici e automazione o informatica. Il segreto del blog di successo è individuare la propria nicchia e presidiarla. Ecco alcuni consigli:

  • Deve essere una nicchia per cui nutri un genuino interesse in modo che la tua passione e competenza emergano dalle tue parole;
  • Deve essere un campo di cui hai esperienza diretta per poter arricchire il blog con casi di successo e allo stesso tempo interessare un buon numero di persone;
  • Devi evitare le mode passeggere per creare un blog nell’ottica di una crescita continua, anche tra dieci anni;
  • La nicchia da te scelta deve prestarsi alla monetizzazione, devi prevedere opportunità commerciali e collaborazioni con altri blog e siti web.

2# Ricerca dei contenuti

Dalla prima fase sarai arrivato a individuare alcune nicchie, ma come arrivare a quella definitiva, quella per cui scriverai i tuoi contenuti? Il mio consiglio è analizzarle al microscopio fino a individuare quella che porterà il tuo blog al successo.

Per l’analisi non dimenticare quella della concorrenza già esistente in quel campo, per valutare se effettivamente hai lo spazio per promuoverti e battere gli avversari attuali e quelli del futuro.

3# Ricerca delle parole chiave

Te ne parlerò fino allo svenimento, sia negli articoli per SEMrush (ottimo tool per la ricerca delle keyword) sia sul mio blog Comunicare Social Media perché solo dalla scelta delle giuste parole chiave dipende la visibilità sui motori di ricerca e la sopravvivenza del tuo progetto web.

Prima di aprire un blog devi definire le tue keyword. Trovale con SEMrush

Oltre a SEMrush puoi utilizzare Google AdWords e Google Trend per ricercare le tue keyword e controllare quelle utilizzate dalla concorrenza.

Solo a questo punto potrai cominciare la vera e propria attività redazionale, ma quali sono i parametri da misurare per vedere se il tuo blog sta andando nella giusta direzione? Il tempo che impieghi sul tuo blog deve infatti avere un ritorno in termini di traffico, commenti, condivisioni e miglioramento della brand reputation e Google Analytics è un valido aiuto in questa attività di stima del ROI del blog aziendale.

4# Guest blogging

Si tratta del miglior strumento a disposizione dei blogger per aumentare l’autorevolezza del blog e incrementare le visite, dunque una valida strategia per il blog di successo. Come funziona? Chiedi ad altri blogger di scrivere saltuariamente dei post sulla loro piattaforma, ponendoti in maniera professionale e prestando una notevole attenzione alla efficacia dei testi, senza dimenticare di adattarti allo stile del sito che ti ospita. Grazie al guest blogging potrai godere della visibilità di altri siti e avrai un’occasione in più per farti conoscere nel tuo settore.

5# Condivisione dei contenuti

Ogni post sul tuo blog deve avere i pulsanti social all’inizio e alla fine dell’articolo per facilitarne la condivisione sul web e aumentare la propria audience, ottenendo così la massima visibilità.

Ogni blog di successo si basa su una rete di link davvero consistente e su un ricco insieme di collegamenti ad articoli e ad altre risorse presenti in rete. In questo modo porterai altri blogger a fare lo stesso con il tuo blog e arricchirai il numero di backlink. Il mio consiglio? Linkarti sono a blog e siti autorevoli e non fare link building a caso, ma privilegiare la qualità alla quantità dei backlink. Verrai premiato anche dai motori di ricerca!

7# SEO

È il principale strumento per ottenere traffico organico gratuito ed un passaggio fondamentale per far sì che le pagine del tuo blog siano indicizzate sui motori di ricerca. Se aprirai il tuo blog su WordPress vedrai che la piattaforma mette a disposizione diversi plugin per l’ottimizzazione dei contenuti, tra cui l’ormai affermato strumento SEO by Yoast.

8# Monetizzare 

Il mio consiglio è prevedere fin dalla nascita del blog un piano per la monetizzazione, utilizzando i diversi strumenti messia disposizione dal web.

  • Adsense: potrai visualizzare sulle tue pagine dei banner che, se cliccati, porteranno guadagno. 

    Una delle chiavi del successo di un blog, la monetizzazione: Adsense

  • Email marketing: richiedi l’email dei lettori in cambio di una risorsa gratuita e potrai poi inviare loro offerte mirate e quindi maggiormente efficaci.
  • Google Wallet: fai pagare ai tuoi lettori i contenuti che hai sul blog.
  • Donazione: chiedi ai tuoi lettori un contributo libero per continuare l’attività di blogging fornita dal tuo sito.

9# RSS Feed

Grazie a questa funzione i lettori potranno ricevere direttamente ogni nuovo post che pubblichi e tu potrai ottimizzare i tempi di visualizzazione dei contenuti, che saranno immediatamente diffusi e condivisi. Il mio consiglio è quindi integrare da subito i Feed RSS nel tuo blog, quindi nel momento stesso della sua creazione.

10# Pubblicità

Per promuovere al massimo il tuo blog affidati alla pubblicità, realizzando campagne mirate su Facebook con annunci targetizzati o su Google Adwords con determinate parole chiave. Certo si tratta di investire del budget, ma in caso contrario rischi di essere letto solo da chi già ti conosce.

Il successo in 10 KPI: le metriche del Blog da tenere sotto controllo

Ma quali sono i KPI da monitorare assolutamente per verificare la riusita della nostra attività di blogging? Eccone 10:

  1. Visite Globali: numero totale di visite al blog raggiunte in uno specifico periodo di tempo.
  2. Sorgenti di traffico: social media, organico o referrals? Un dato utile per concentrarsi sui canali più efficaci nei post futuri.
  3. Visite alla homepage: segnala quanti utenti conoscono il blog e quanti vi arrivano da un referral (social network, motori di ricerca, email marketing e campagne a pagamento)
  4. Numero di post pubblicati: serve a monitorare il numero delle visite in rapporto al volume e alla frequenza delle pubblicazioni.
  5. Post più visti: capire il motivo del successo di determinati post permetterà di ottimizzare la creazione di quelli futuri.
  6. Visualizzazione media delle pagine: permette di definire il contributo al successo del blog di ogni singola pagina e post.
  7. Commenti per post: un numero elevato è indice del coinvolgimento del pubblico di lettori.
  8. Condivisioni sui social media: qual è la piattaforma che genera più traffico verso il tuo blog? Quali contenuti hanno più successo?
  9. Tasso di conversione: il rapporto tra traffico, lead e azioni (download, compilazione form, visita alla l anding page) permette di monitorare lo stato di salute del tuo blog.
  10. Iscritti alla newsletter: tracciare il numero degli iscritti permette di identificare il traffico generato da campagne di email marketing volte ad aumentare gli iscritti alla newsletter

Hai da poco aperto un nuovo Blog? Qual è stata la tua strategia iniziale?

Fammi sapere se sei contento degli obiettivi raggiunti finora o se invece stai pensando di abbandonare il tuo progetto perché i risultati che hai ottenuto, secondo i tuoi KPI, non sono soddisfacenti (hai monitorato le prestazioni con le mie stesse metriche?).

Author Photo
Cristina SkarabotComunicare Social Media nasce nel 2014 per affiancare i liberi professionisti e le aziende di ogni dimensione nel difficile compito di farsi conoscere e vendere online. Una vera passione per tutto ciò che si muove sul Web mi ha spinta a specializzarmi in content e social media marketing ed ogni giorno lavoro con la stessa passione al fianco di professionisti e aziende. Da novembre 2018 sono Content Marketing Certified e dal 2020 Social Media Certified e Inbound Marketing Certified by Hubspot.
Subscribe to learn more about Content Marketing
By clicking “Subscribe” you agree to Semrush Privacy Policy and consent to Semrush using your contact data for newsletter purposes